Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Presentazione “STAINONDA”, rapporto di ricerca sui lavoratori precari del settore radiotelevisivo

L’Associazione Bruno Trentin e Slc Cgil presentano STAI IN ONDA, Il rapporto di ricerca su condizioni, esigenze e idee dei lavoratori precari e atipici di radio e tv in programma martedì 11 novembre 2014, ore 9.30 a Roma, Cgil nazionale, Sala Santi, Corso Italia 25.

Stai in Onda è il titolo della ricerca che l’Associazione Bruno Trentin ha realizzato su scala nazionale per conto del Sindacato dei Lavoratori della Comunicazione.

Il questionario on line  ha coinvolto oltre  500 lavoratori “atipici” del settore, che hanno risposto a 61 domande sulle proprie condizioni di lavoro.

L’iniziativa di presentazione, martedì 11 novembre alle ore 9.30 presso la Cgil nazionale a Roma, durante la quale è previsto un intervento di Susanna Camusso, sarà conclusa da Serena Sorrentino (segretaria confederale Cgil).

L’indagine, che sarà presentata da Daniele Di Nunzio ed Emanuele Toscano dell’Associazione Bruno Trentin, fotografa il lavoro precario e atipico in questo particolare settore lavorativo, composto da oltre 23.000 lavoratori: il 68% del campione è costituito da uomini, per la maggior parte tecnici operatori; il 46% ha un’età compresa tra 31 e 40 anni, il 26% tra i 41 e i 50 anni. Le tipologie contrattuali applicate discontinue e a termine riguardano i lavoratori di tutte le fasce d’età e tutte le aree di attività.

Programma

Presiede: Barbara Apuzzo, Segretaria nazionale Slc Cgil

Introduzione: Fulvio Fammoni, Presidente Associazione Bruno Trentin

Presentazione inchiesta: Daniele Di Nunzio, Emanuele Toscano, ricercatori Associazione Bruno Trentin

Interverranno: lavoratrici e lavoratori precari e atipici del settore radiotelevisivo; Elisabetta Ramat, Responsabile Mercato del lavoro Slc Cgil Nazionale); Massimo Cestaro, Segretario Generale Slc Nazionale.

Intervento di Susanna Camusso Segretario Generale Cgil

Conclusioni: Serena Sorrentino, segretaria confederale Cgil

 

Scarica il programma dettagliato dell’iniziativa.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo