5 tlc elab180x180TLC E EMITTENZA

Cari lavoratori come OO.SS. Nazionali riteniamo doveroso fare chiarezza su diversi importanti argomenti.

PIANIFICAZIONE FERIE E FA/ROL

I residui pregressi hanno come termine ultimo di esigibilità il 30 Aprile 2015, così come prevede l’accordo di Maggio 2013 e così come ricordato nelle comunicazioni ultime dell’Azienda, che invita si i Lavoratori a programmare tutto entro il 31 dicembre 2014, ma ricorda anche che il termine ultimo per l’esigibilità dei residui pregressi è il 30 Aprile 2015.
Se l’azienda continuerà nella “forzatura” di non abilitare il tool ad una programmazione anche per il periodo Gennaio-Aprile 2015, i lavoratori sono invitati a programmare i loro residui, che volontariamente volessero portare nel primo quadrimestre 2015, avendo cura di scrivere una mail al loro responsabile diretto e specificando le loro desiderate.
Ai responsabili di linea l’invito è a non fare affermazioni del tipo “qualora non si programmino i residui entro il 2014 si perde la possibilità di usufruirne”, perché si genera confusione inutile e si affermano cose non vere.

RESTITUZIONE FORZOSA ANTICIPO DI CASSA PERMANENTE

In questi giorni molti Lavoratori hanno ricevuto una comunicazione dal dipartimento “Finance Operation” per la restituzione dell’anticipo permanente ad personam delle spese rimborsabili.
La parola “permanente” lascerebbe intendere che tale quota messa a disposizione del Lavoratore debba cessare solo ed esclusivamente al termine del rapporto di lavoro tra le due parti o in un cambio di mansione dove non si determini la necessità di tale anticipo, ci lascia perlomeno perplessi che questa azienda decida a distanza di 15 anni di recuperarlo stile Equitalia.

A noi invece preme sottolineare alcuni aspetti di natura operativa che consigliamo di seguire ai Lavoratori che hanno ricevuto richiesta di restituzione anticipo:
1. Il lavoratore deve fare richiesta a chi ha generato la comunicazione di avere evidenza del cedolino dove risulta l’accredito (o più accrediti) dell’anticipo permanente.
2. Una seconda comunicazione in cui il Lavoratore scrivendo al proprio responsabile e per conoscenza ad HR e FINANCE evidenzia che all’estinzione del debito non potrà, suo malgrado, procedere in attività di trasferta, pagamento pedaggi, acquisto marche da bollo, etc… dato che in quel momento non avrà più nessuna somma a sua disposizione per pagare spese vive.
3. Solo ed esclusivamente DOPO che sarà stato appurato l’evidenza dell’accredito consigliamo di procedere, se si ritiene necessario, a chiedere uno rateizzazione maggiore rispetto alle sei comunicate dall’azienda.

Confidiamo nel fatto che l’azienda riveda la sua posizione e tenga conto che si potrebbero generare contenziosi, che certo non gioverebbero all’organizzazione lavorativa, tanto più che fino ad ora a nessun Lavoratore Vodafone che usufruiva dell’anticipo permanente e che sia uscito dall’azienda E’ MAI STATO CHIESTO di restituire codesto anticipo.

POLITICHE MERITOCRATICHE
Contrariamente a quanto pattuito negli accordi 2013, l’azienda ha ricominciato una politica di elargizioni unilaterali.
Siamo contrari perché è in netto contrasto con quanto convenuto in materia di contenimento dei costi.
Si richiede all’azienda un passo indietro altrimenti dovremo riaprire una stagione di rivendicazioni economiche.

LE SEGRETERIE NAZIONALI SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

0
0
0
s2sdefault