5 tlc elab180x180TLC E EMITTENZA

Lunedì 15 Dicembre si sono tenute da parte delle Segreterie Nazionali e territoriali SLC, FISTEL, UILCOM e UGL Telecomunicazioni, unitamente alle neoelette RSU di Roma e, ad una delegazione di RSU e lavoratori di Casavatore, le assemblee dei lavoratori Gepin di Roma della sede di via Cornelia alle quali hanno partecipato più di cento lavoratori.
L’assemblea si è resa necessaria dopo la giornata di sciopero proclamato per l’intera azienda, del 10 u.s., con presidio presso Poste Italiane a Roma, che ha visto la partecipazione pressoché totale dei lavoratori di Casavatore.
I Lavoratori di via Cornelia, hanno partecipato alla discussione con molto interesse, anche alla luce delle dichiarazioni fatte da vertici aziendali, alle RSU, di scadenze di commesse su Roma tra giugno/luglio, non accennate al sindacato nell’ultimo incontro dal Presidente del CDA, che rinviava invece, per Roma, le criticità verso fine 2015 con la scadenza della commessa SDA e, della commessa Poste su Casavatore, cosa sempre affermata dal Dirigente, che terminerebbe entro febbraio e non più a fine marzo come dichiarato dall’azienda nel richiamato incontro.
I lavoratori hanno dato mandato alle OO.SS. e alle RSU di confrontarsi nuovamente con i vertici aziendali al fine di fare chiarezza sia sulle commesse in essere che sulle partecipazioni a gare, e di adottare tutti gli accorgimenti necessari, nel caso di criticità vere, per salvaguardare l’intero perimetro occupazionale.
SLC, FISTEL, UILCOM e UGL, ritengono molto positivo lo svolgimento delle assemblee di Roma che hanno espresso solidarietà e sostegno ai Lavoratori di Casavatore e, a quella che è ormai la causa comune, LA SALVAGUARDIA DI TUTTI I POSTI DI LAVORO. Il Sindacato ha preso l’impegno di richiedere un incontro chiarificatore all’azienda e di informare con comunicati nazionali ed ulteriori eventuali assemblee tutti i Lavoratori di Gepin Contact.

Le Segreterie Nazionali SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL UGL Telecomunicazioni

0
0
0
s2sdefault