E’ con forte preoccupazione che dobbiamo registrare un nuovo incidente occorso ad un automezzo sociale in uso ad Open Access. Anche in questo caso sembrerebbe che la causa possa essere riconducibile ad un malfunzionamento del servo sterzo elettrico.
Abbiamo preso atto di quanto dichiarato dall’azienda in sede di Comitato Paritetico Salute e Sicurezza Nazionale proprio a riguardo della sicurezza degli automezzi e della dichiarata assenza di una diretta correlazione tra il malfunzionamento dell’automezzo e l’apparecchiatura per la geolocalizzazione. Ciò nonostante, dato anche il perdurare di incidenti nei quali viene denunciato l’improvviso blocco dell’impianto di servo sterzo elettrico e non essendo a nostro avviso stata, al momento, del tutto fugata l’ipotesi che ciò possa derivare anche dall’ulteriore aggravio alla durata della batteria dato dall’istallazione dello z‐box, riteniamo indispensabile richiedere una verifica da parte di enti terzi (peraltro il problema non è, a nostro avviso, se un automezzo si possa o meno condurre senza l’ausilio del servo sterzo, semmai il tema vero è quanto la sua improvvisa disattivazione con il veicolo in marcia possa costituire fonte di possibile pericolo per l’incolumità del tecnico).
Nei prossimi giorni, quindi, ci attiveremo presso gli organi competenti affinché si possa arrivare in tempi brevi a delle verifiche ulteriori che possano portare degli elementi che diano certezza alle lavoratrici ed ai lavoratori di Telecom che quotidianamente usano l’automezzo sociale.
La Segreteria Nazionale di SLC‐CGIL

0
0
0
s2sdefault