Il giorno 27 marzo u.s. si è svolto presso Unindustria Roma,  l’incontro tra HP-CDS e le OO.SS. SLC-FISTEL-UILCOM, il coordinamento nazionale rsu,  avente per oggetto la verifica dell’accordo di dicembre 2013.L’azienda ha da prima fornito i dati relativi all’andamento delle uscite in mobilità volontaria che risultano essere, di 56 lavoratori dimissionari (53 con mobilità 3 con incentivo), di cui 29 erano in Cigs.

Sull’applicazione della cassa integrazione straordinaria, HP-cds ha dichiarato ad oggi 39 posizioni di cui 28 al 100% e 11 a rotazione.

La delegazione sindacale, prendendo atto dell’avanzamento relativo ai numeri sulla mobilità volontaria,ha invitato l’azienda ad colloquiare tutti i lavoratori che si sono resi disponibili ad uscire, al fine di esaurire le aliquote ancora utilizzabili.

HP-CDS ha esposto la problematica legata alla commessa Telecom, già emersa nell’ultimo incontro del mese di febbraio u.s., dichiarando che nel frattempo le è stato affidato il servizio service-desk  fisso/-/mobile, attenuando  l’impatto della commessa”Data center/prossimità” persa in precedenza, recuperando così alcune risorse, inoltre per un minimo di cinque mesi, circa 12 lavoratori saranno impegnati nelle attività di rilascio del servizio al nuovo fornitore.

Proseguendo il confronto e approfondendo la tematica sovraesposta le OO.SS. in intesa con l’azienda  hanno preferito utilizzare la procedura di cigs già in essere evitando l’apertura di una nuova,  fronteggiando così la ricaduta negativa della perdita del “servizio di prossimità”.

Come delegazione sindacale abbiamo chiesto a HP-CDS di gestire principalmente con le ricollocazioni i lavoratori scarichi di attività, prima di accedere alla cigs, e prevedendo anche la rotazione del personale sul servizio dato al nuovo fornitore.

L’azienda alle richieste sindacali ha risposto che il calo di attività verrà gestito come primo intervento con la ricollocazione del personale, e il rimanente andrà in cigs, sulla rotazione delle risorse nel servizio dato al nuovo fornitore, è stato risposto, che il cliente vuole impiegato lo stesso personale senza prevedere nessuna alternanza.

Le OO.SS. in conclusione hanno ribadito che la gestione di questo periodo molto delicato e critico deve vedere il massimo sforzo dell’azienda, come sindacato cercheremo di intervenire anche sul nuovo fornitore per attivare la rotazione sulle attività prestate,  si è deciso di aggiornarci  nel corso del mese di maggio p.v. per avere un quadro più preciso.

 

 

0
0
0
s2sdefault