5 tlc elab180x180TLC E EMITTENZA

Nei giorni scorsi l’azienda ha provveduto a informare le RSU che avrebbe proceduto a comunicare ai lavoratori di livello 6, 7 e Q l’introduzione della timbratura in uscita.

Non soltanto per l’ennesima volta l’azienda procede unilateralmente in una decisione così delicata per il settore delle TLC, (pur sapendo che le strategie organizzative sono di pertinenza aziendale, ci aspettavamo un coinvolgimento preventivo),  inoltre giustifica la sua scelta come prevenzione ad eventuali controlli futuri ispettivi sul tema solidarietà.

L’azienda sa benissimo che questo è un falso problema poiché oggi la solidarietà si applica solo nel modello verticale ed inoltre sa perfettamente che nell’accordo è specificato che per passare al modello organizzativo di solidarietà orizzontale le parti si devono incontrare, quale migliore occasione  per coinvolgere il Sindacato in questa loro  eventuale necessità.

La verità è che questa azienda ha trovato il modo per aggirare il suo modello organizzativolacunoso  che non gli  permette un controllo ad hoc sulle persone nella gestione di FE e ROL. Peccato abbia perso l’ennesima occasione per far lavorare i suoi responsabili di linea e fargli fare il loro mestiere che è anche quello di verificare che le  persone siano in regola con quanto prevede il CCNL nonché con quanto sancito nell’accordo recente tra le parti in materia di FE e ROL.

Nelle aziende delle TLC, la consuetudine che vige tuttora per i livelli 6, 7 e Q di dare piena disponibilità oltre l’orario di lavoro viene compensata dalla consuetudine della non timbratura.

Alla luce del comportamento aziendale viene meno un rapporto di professionalità  e fiducia, pertanto, non soltanto stigmatizziamo e non comprendiamo la scelta aziendale ma invitiamo i lavoratori a non dare più la disponibilità al di fuori del normale orario di lavoro e comunque, la dove ci sia la possibilità di lavoro straordinario “pretendere” il riconoscimento dello stesso visto che è certificato da timbratura in uscita.

LE SEGRETERIE NAZIONALI  SLC CGIL  FISTEL CISL  UILCOM UIL

0
0
0
s2sdefault