5 tlc elab180x180TLC E EMITTENZA

Il 26 maggio 2014 si è tenuto, presso UNINDUSTRIA Roma, l’incontro tra VISIANT NEXT e SLC-FISTEL-UILCOM-UGL Telecomunicazioni e le RSU dopo la richiesta aziendale di un ulteriore lasso di tempo per fornire al tavolo le informazioni utili a comprendere i dati sul Pdr comunicati nell’incontro scorso.
L’AD di Visiant Next ha illustrato il piano industriale 2014-2016 indicando con precisione i punti che l’azienda ritiene il motivo per il mancato raggiungimento dell’Ebitda.
La presentazione, che a molti è sembrata la riproposizione delle slide post cessione, non ha fornito nessun dettaglio su investimenti, formazione e prospettive nonostante le dichiarazioni dell’AD di rassicurazione sulla tenuta societaria, anche alla luce di un fatturato positivo, addebitando alla mancata produttività dei lavoratori nel primo semestre 2013 il mancato raggiungimento della soglia dell’Ebitda, secondo l’assioma meno pratiche lavorate meno soldi ha pagato Fastweb.
Tutti i problemi che i lavoratori hanno dovuto subire e stanno ancora subendo nelle sedi nella rappresentazione aziendale erano totalmente assenti. Nessun accenno a responsabilità aziendali se non dopo gli incalzanti interventi delle RSU sulle mancanze oggettive di Visant Next in particolare per quanto riguarda gli ambienti di lavoro e sicurezza.
Infine è stata illustrata la proposta aziendale sul Pdr. Il dato dell’Ebitda non è definitivo infatti risulta arretrare di 0,3 rispetto a quello comunicato il 15 maggio scorso, rendendo surreale la situazione ed inaccettabile il proseguo di incontri di questo tipo.
L’azienda è disponibile ad introdurre una nuova soglia dell’Ebitda, pari al nuovo valore comunicato all’incontro, con l’erogazione del 70% della pista (485 euro lordi) da aggiungere alla pista della produttività individuale.
L’azienda inoltre ha richiesto un accordo per lo smaltimento delle ferie e par residui nonché della timbratura in postazione.
Il giudizio delle Segreterie Nazionali è negativo sia in termini di illustrazione del Piano Industriale sia perché la proposta aziendale è assolutamente insufficiente anche rispetto ad un semplice ragionamento: se il bilancio è positivo come è possibile che gli obiettivi dati ai lavoratori non sono stati raggiunti? Come può un valore così basso di Ebitda essere spiegato da un azienda che ha sola commessa con volumi garantiti?
Per questo non è rimandabile il coinvolgimento al tavolo del committente e cessionario Fastweb ed al termine dell’incontro è stata già inviata la richiesta urgente del tavolo triangolare.
Le Segreterie Nazionali in attesa del tavolo triangolare invitano i territori e le Rsu ad informare i lavoratori dell’esito dell’incontro preparandoli alla mobilitazione già a partire dalla manifestazione del prossimo 4 giugno a Roma e tutte le altre iniziative che ritengono necessarie. Le Segreterie Nazionali ritengono inoltre indispensabile che l’azienda eroghi immediatamente, nel rispetto degli accordi, la quota del Pdr raggiunta dai singoli lavoratori.

Le Segreterie Nazionali SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL UGL TELECOMUNICAZIONI

0
0
0
s2sdefault