Il 12 Maggio u.s. si è svolto l’incontro con il Gruppo Pozzoni richiesto dalle Segreterie Nazionali SLC CGIL – FISTEL CISL – UILCOM UIL, sia per verificare la situazione in merito al contratto commerciale in essere con Mondadori, sia per la verifica dell’andamento generale del Gruppo.
Nell’ambito dell’incontro abbiamo registrato forti difficoltà dovute all’andamento generale del mercato, e in particolare, alla perdita di parte delle attività Mondadori.
L’incidenza del fatturato Mondadori ad oggi vale circa il 57% del totale dei ricavi del Gruppo Pozzoni, qualora perdurasse la costante riduzione dei volumi e delle attività, tale situazione rischierebbe impattare negativamente sui livelli occupazionali.
Le Segreterie Nazionali, pur non entrando nel merito delle scelte e delle logiche commerciali tra le due Società, hanno tempestivamente chiesto un incontro ai gruppi Mondadori e Pozzoni, per valutare congiuntamente l’impatto sociale che tale situazione potrebbe generare.
Le assemblee dei lavoratori e delle lavoratrici hanno manifestato forte preoccupazione, chiedendo alle Segreterie Nazionali di attivare tutti gli strumenti a disposizione finalizzati a evitare drammatiche conseguenze sull’attuale perimetro occupazionale.
A fronte di quanto su descritto, nel confermare l’attivazione di tutti i percorsi utili, ivi compresi i canali di confronto con le istituzioni, le Segreterie Nazionali dichiarano lo stato di agitazione dei lavoratori e delle lavoratrici del Gruppo Pozzoni, e proclamano una prima giornata di sciopero da attuarsi nelle giornate di venerdì 10 e sabato 11 maggio, le cui quantità e modalità organizzative saranno da definirsi a livello territoriale e riguarderà solo gli stabilimenti ELCO.
Vi invitiamo a dare massima visibilità a tale iniziativa con presidi e conferenze stampa.

Le Segreterie Nazionali SLC CGIL – FISTEL CISL – UILCOM UIL

0
0
0
s2smodern