Esprimiamo grande preoccupazione per la situazione creatasi in Elcograf,  aziende tipografica  del Gruppo Pozzoni nata dalla fusione delle attività di stampa della Pozzoni e della Mondadori Printing, che sta attraversando una situazione di forte contrazione dei volumi di attività riferiti in particolare alla commessa Mondadori. Tra le due Società, nell’ambito degli accordi commerciali, è in corso un contenzioso, con il serio rischio di messa in discussione di centinaia di posti di lavoro per i lavoratori e le lavoratrici di Elcograf. Così dichiarano in una nota congiunta le segreterie nazionali di Slc Cgil e Uilcom Uil.
 
"Circa la valutazione dei torti e delle ragioni non è nostro compito dare giudizi o improvvisarci arbitri: per noi la priorità è la tutela dell’occupazione di entrambe le società, che riteniamo debbano rendersi parte attiva e considerare quale responsabilità primaria e sociale le ricadute che le scelte reciproche possono avere sulle lavoratrici e i lavoratori."
 
"Questa situazione - proseguono i sindacati - si colloca in uno scenario di settore che stiamo denunciando da tempo e che necessita di un urgente e serio intervento con l’avvio di un percorso di confronto che coinvolga le istituzioni, per concertare azioni finalizzate alla difesa dei perimetri occupazionali, quali interventi strutturali con previsione di clausole di salvaguardia occupazionale in caso di spostamento di commesse da una società all’altra, regole per prevenire e arginare possibili fenomeni di dumping e la definizione di interventi straordinari finalizzati a gestire la grave crisi in cui versa il settore della stampa complessivamente."
 
"L’obiettivo prioritario è la difesa dei posti di lavoro, ma anche la salvaguardia di un settore che rappresenta un patrimonio professionale ed è parte importante della filiera Editoriale - conclude la nota.
0
0
0
s2smodern