6 servizi postali elab180x180SERVIZI POSTALI

Il 23 dicembre u.s. è stata sottoscritta l’ipotesi del CCNL dei servizi postali in appalto (scarica il testo).

La sottoscrizione del rinnovo del CCNL non era affatto scontata per il contesto storico complicato che stanno vivendo queste aziende. Queste sono tutte mono-committenti di Poste Italiane, la quale in questi anni sta svolgendo - come committente - una politica di forte ribasso delle gare e di internalizzazione di numerose tratte. Le condizioni in cui si sono svolte le trattative sono state complicate anche dall’attuale mancanza di un modello contrattuale condiviso.

Sulla parte normativa c’è un sostanziale tagliando di manutenzione del vecchio contratto nazionale. Sono da sottolineare tre passaggi importanti che riguardano le politiche inclusive.
Il primo riguarda il nuovo capitolo sui tempi determinati, dove le Imprese, a seguito di richiesta delle Organizzazioni Sindacali, si incontreranno annualmente per valutare la possibilità di trasformazione a tempo indeterminato dei lavoratori assunti a termine, in coerenza con quanto previsto dalla legge.
Il secondo riguarda il capitolo “Sistema di relazioni sindacali”, in cui le Parti concordano che nell’ambito di quanto previsto dall’articolo 2 del CCNL, si aggiungeranno ai temi dell’Osservatorio Nazionale le iniziative utili in materia di politiche inclusive.

Sulla parte economica, ai Lavoratori in forza alla data di sottoscrizione del presente accordo è erogato una una tantum pari, per il 3° livello, a 100,00 euro. L’importo sarà corrisposto in due tranche: 40,00 euro con la retribuzione del mese di febbraio 2016 e 60,00 euro con la retribuzione del mese di ottobre 2016. Sugli aumenti dei minimi tabellari è stata fatta un’operazione di architettura salariale, ovvero gli aumenti che FISE ARE voleva riconoscere sull’articolo 34 “Indennità Integrativa” sono stati spostati sugli stessi minimi tabellari, con un risultato economico di due tranche che, sempre per un 3° livello, corrispondono ai seguenti importi: 10,00 euro ad aprile 2016 20,00 euro a novembre 2016. Infine è stato riconosciuto un aumento per l’indennità di mensa di cui all’articolo 43 lettera c), a regime a partire dal mese di dicembre 2016, che corrisponde ad un importo fino a 4,00 euro giornalieri.

La Segreteria Nazionale e la delegazione contrattuale giudicano positivamente la conclusione della trattativa. Riteniamo che sia stato sperimentato un nuovo percorso contrattuale che dà una migliore risposta salariale ai Lavoratori interessati. Adesso la parola ai Lavoratori e Lavoratrici che, entro la fine di gennaio, dovranno sciogliere la riserva.

Il Coordinatore Nazionale

Nicola Di Ceglie

 

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Poste Italiane: denuncia per lavoro straordinario del 25 aprile

  26 Aprile 2019   Comunicati stampa poste italiane
Slc Cgil Sicilia, sostenuta dalla struttura nazionale di Slc Cgil, denuncia Poste Italiane all'ispettorato del lavoro regionale poichè l'azienda risulta aver "invitato" i portalettere con contratto a tempo determinato e indeterminato a recarsi al lavoro, proprio nel...

Poste Italiane: primo monitoraggio stress e patologie

  10 Aprile 2019   Comunicati stampa poste italiane
Inca e Slc Cgil hanno presentato oggi ai lavoratori ed ai rappresentanti sindacali della più grande azienda pubblica italiana la prima indagine sulla qualità del lavoro nel settore finanziario.  "Un'indagine a tutto campo - commenta Silvino Candeloro del col...

Poste Italiane: campagna nazionale tra lavoratori del comparto finanziario

  9 Aprile 2019   poste italiane servizi postali
In Italia, l’attività dei lavoratori addetti alla consulenza finanziaria in Poste Italiane espone molti lavoratori e molte lavoratrici a pressioni psicologiche che hanno un forte impatto sulle loro condizioni di salute: il raggiungimento degli obiettivi Commerciali, ...

Poste: azienda risponda a nostre obiezioni su discriminazioni lavoratori

  29 Marzo 2019   poste italiane
 “È grave che Poste Italiane, una delle più grandi aziende pubbliche di servizio del Paese, non abbia ritenuto utile approfondire e rispondere alle obiezioni da noi sollevate su temi sensibili e delicati come quelli che riguardano il diritto delle...

Poste: bene accordo a Torino per servizio portalettere senza mezzi a motore

  28 Marzo 2019   poste italiane
Una buona notizia per i dipendenti di Poste italiane e per l'ambiente: è stato sottoscritto unitariamente, per la città di Torino, un accordo che prevede la riorganizzazione del recapito cittadino volto ad aumentare le zone servite senza l'ausilio di mezzi a motore s...

Poste: no ad accordo mobilità discriminatorio

  22 Marzo 2019   Comunicati stampa poste italiane
Non basta sbandierare un grande bilancio, nè basta pubblicare un codice etico senza applicarlo. Slc Cgil oggi si è rifiutata di firmare un accordo di mobilità che consideriamo discriminatorio" dichiara Nicola Di Ceglie, segretario nazionale Slc Cgil in merito all'acc...