6 servizi postali elab180x180SERVIZI POSTALI

L’incontro programmato tra i vertici aziendali ed i Segretari Generali delle Organizzazioni Sindacali si è concluso con l’ennesimo nulla di fatto. Gli argomenti posti all’Ordine del Giorno dall’azienda nella sua convocazione erano: CCNL, Politiche attive del Lavoro, riorganizzazione PCL.
La delegazione SLC ha posto come prioritaria la chiusura del Contratto, chiusura già slittata troppe volte privando di fatto la categoria del CCNL (con relativo incremento economico) per un ulteriore anno e che, lo ricordiamo, ha subito uno stop lo scorso mese proprio su richiesta dell’azienda.
Sulle Politiche attive del Lavoro ci siamo ovviamente pronunciati a favore, chiedendo di definirne almeno l’aspetto numerico ed iniziando una successiva trattativa sui criteri.
Infine sulla riorganizzazione della divisione PCL, ribadite le criticità che l’attuazione dell’accordo di settembre 2015 hanno evidenziato sul recapito, ci siamo detti disponibili ad una discussione di merito che parta da una revisione di quel modello, correggendone le storture emerse, chiedendo ed ottenendo dall’azienda la disponibilità a prendere visione dell’intero impianto di riorganizzazione, comprensivo della parte relativa al rilancio della logistica in azienda. Su questo punto abbiamo colto la preoccupazione aziendale di addivenire ad un accordo prima della fine dell’anno, per poterne tener conto nel Piano Industriale che verrà presentato ad inizio 2018, tuttavia abbiamo ribadito che per noi, oltre la sostenibilità finanziaria cui deve tendere la riorganizzazione, si pone come prioritario il mantenimento di un livello qualitativo del servizio senza ulteriori ripercussioni sui Lavoratori della divisione.
Dopo più di tre ore di confronto e dopo aver trovato un punto di incontro da formalizzare all’interno di un verbale di incontro, l’azienda si è presentata senza un testo dichiarando il capodelegazione aziendale privo di mandato per un siffatto verbale; capodelegazione che, lo ricordiamo, un’ora prima si era dichiarato positivamente alla sottoscrizione di tali impegni.
Ora le cose possono avere due interpretazioni: si sta facendo melina sulla pelle dei Lavoratori oppure siamo in presenza di una palese dilettantismo all’interno di un’azienda strategica per il paese, quale Poste Italiane è? Quale affidamento può dare l’azienda sulle strategie che intende mettere in campo con il nuovo Piano Industriale?
La Segreteria nazionale SLC a seguito di questo ennesimo rinvio e tratte le proprie considerazioni sulla faccenda, coinvolgerà necessariamente la Confederazione sul mancato rinnovo contrattuale in questa che è la più grande azienda del paese; inoltre, in mancanza di un calendario incontri che porti alla chiusura dei lavori entro la prossima settimana, attiveremo con immediatezza i nostri organismi per decidere la mobilitazione da mettere in campo, davanti ad una situazione di stallo che priva la categoria di un contratto da ormai cinque anni.
Nicola Di Ceglie, Segretario Nazionale

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Poste: dubbi sulla funzionalità di alcune modifiche all'organizzazione aziendale

  10 Aprile 2018
La scrivente Organizzazione Sindacale ha volutamente atteso alcuni giorni prima di esternare alcune riflessioni rispetto ai contenuti dell’Ordine di Servizio nr. 14 del 29 marzo u.s., contenete importanti riorganizzazioni. Pur comprendendo che i perimetri organizzat...

Poste: comunicato incontro e verbale FERIE

  29 Marzo 2018   Comunicati stampa
Nell’incontro tenuto in azienda il 28 marzo cm si è giunti a definizione della trattativa sulle ferie. Sono state individuate regole certe circa la fruizione delle ferie atte a delimitare la cattiva gestione delle stesse in azienda. Abbiamo ribadito la necessità di...

Poste: Di Ceglie (Slc Cgil), pensionati non ricevono la liquidazione da oltre 2 anni

  8 Marzo 2018
"La vicenda delle Buonuscite dei dipendenti postali sembra sempre di più una farsa - denuncia una nota di Nicola Di Ceglie, segretario nazionale Slc Cgil. Non soltanto si assiste al congelamento delle somme senza rivalutazione dal 1998, anno in cui Poste cambia la s...

Poste: preoccupazione per contrazione costo lavoro

  27 Febbraio 2018
"Leggiamo dai lanci stampa le dichiarazioni dell’Amministratore Delegato di Poste Italiane sul nuovo Piano d’Impresa. Il nostro giudizio, che resta in attesa di prendere visione dei numeri, è di soddisfazione per l’annunciata valorizzazione dell’azienda nel settore d...

Di Ceglie (Slc Cgil), Poste: "assuma personale per garantire e sviluppare i propri servizi"

  15 Dicembre 2017
"Poste Italiane, in adeguamento alle proprie linee di business, ha necessità di personale non solo per sviluppare la propria rete logistica, ma anche per garantire i servizi universali all’interno degli Uffici Postali", risponde così Nicola Di Ceglie, segretario nazi...

Incontro "Poste Italiane: cambia il lavoro, cambiano le forme"

  5 Dicembre 2017
I lavoratori di Poste Italiane sono stati, nel corso di questi ultimi anni, al centro di una condizione lavorativa svantaggiata e precaria, per motivi legati ad una più ampia e distorta idea del lavoro da parte della classe politica e per la reiterata assenza del Ccn...