6 servizi postali elab180x180SERVIZI POSTALI

ON. FRANCO BORDO (SINISTRA ITALIANA):

"CARO PADOAN NON SI PUO’ LASCIARE AI PRIVATI LA DECISIONE DEL MANTENIMENTO DEI LIVELLI OCCUPAZIONALI, A QUELLO CI DEVE PENSARE IL GOVERNO.

IL GOVERNO SI FERMI, LA PRIVATIZZAZIONE METTE A RISCHIO IL SERVIZIO UNIVERSALE E L’OCCUPAZIONE."

"La risposta del Ministro Padoan non ci ha soddisfatto. La privatizzazione di Poste è un vero colpo di mano che servirà solo ed esclusivamente a fare cassa. Il governo sta sottovalutando la privatizzazione, perché questa operazione apre una fase di incertezza sul futuro dei servizi erogati ai cittadini, e sul mantenimento dei livelli occupazionali che non possono essere decisi da chi compra ma della cui difesa se ne deve fare carico il governo. Cosa che non è stata fatta."

Lo afferma il deputato di Sinistra Italiana Franco Bordo in Aula a Montecitorio nel corso della replica al Ministro Padoan durante il Question Time di SI sul processo di privatizzazione di Poste Italiane spa, con particolare riferimento alla salvaguardia dei livelli occupazionali e all'efficienza del servizio universale.

Caro Ministro già oggi si stanno perdendo posti di lavoro visto che i contratti non vengono rinnovati, prosegue l’esponente di SI. Per non parlare dei ritardi, della chiusura degli uffici, della consegna della corrispondenza a giorni alterni, che sono già una quotidianità per tanti italiani. Disservizi che rischiano di aumentare e non diminuire. In Parlamento, nell’illustrare la privatizzazione di Poste, il governo ha parlato di una quota del 40 per cento da privatizzare e di un giusto equilibrio per la gestione di una azienda che svolge un servizio pubblico fondamentale. Oggi invece ci troviamo davanti ad una privatizzazione completa. E’ necessario che il governo si fermi, conclude Bordo.

Lo rende noto l’ufficio stampa Gruppo Parlamentare Sinistra Italiana

Roma 13 luglio 2016

Privatizzazione Poste: ecco il resoconto del question time

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

SLC-CGIL chiede convocazione Osservatorio Pressioni Commerciali

  27 Gennaio 2020   poste italiane salute sicurezza
Roma, 27 gennaio 2020 Spett.le Poste Italiane Spa c.a. Dott. Cocchiaro Salvatore Responsabile RI Viale Europa 175 00144 Roma Oggetto: Richiesta convocazione Osservatorio sulle Pressioni Commerciali. La scrivente Organizzazione Sindacale, alla luce di quanto eme...

Poste Italiane. Verbale di incontro Chief Operating Office

  24 Gennaio 2020   poste italiane
Riunione del 23 gennaio 2020 Sottoscritto, nella tarda serata di ieri, un verbale di incontro su materie inerenti l’evoluzione organizzativa delle attività di COO. La seduta si è da subito incentrata sul tema degli orari dei Centri di Assistenza Clienti e di Back...

Poste Italiane. Verbale di incontro Chief Operating Office

  24 Gennaio 2020   poste italiane
Riunione del 23 gennaio 2020 Sottoscritto, nella tarda serata di ieri, un verbale di incontro su materie inerenti l’evoluzione organizzativa delle attività di COO. La seduta si è da subito incentrata sul tema degli orari dei Centri di Assistenza Clienti e di Back...

EVOLUZIONE MERCATO PRIVATI. COMUNICATO UNITARIO.

  16 Gennaio 2020   poste italiane solari
In data odierna si è svolto il secondo incontro sull’evoluzione del modello commerciale di Mercato Privati. Al tavolo abbiamo ribadito e arricchito, unitariamente, le argomentazioni già espresse nella riunione del 17 dicembre u.s., rimarcando, nello specifico, le n...

Poste Italiane: comunicato unitario evoluzione modello commerciale

  19 Dicembre 2019   poste italiane servizi postali
Si è svolto il previsto incontro in materia di evoluzione del modello commerciale di Mercato Privati. La Divisione ha esposto l’esigenza di rivisitazione dell’attuale organizzazione attraverso nuovi razionali orientati verso: • il superamento della specializzazione...

Poste Italiane: Malattie professionali Consulenti di Poste Italiane più ricorrenti stress e patologie muscoloscheletriche

  5 Novembre 2019   poste italiane salute sicurezza
Lavorano oltre 40 ore settimanali (mentre dovrebbero lavorarne 36)  e sono sottoposti a ritmi stressanti, con conseguenze significative sulla loro condizione di salute; accusano in media 2,7 patologie ciascuno riconducibili al lavoro. Nonostante ciò, le denunce...