6 servizi postali elab180x180SERVIZI POSTALI

Si è svolto, in data di ieri, il previsto incontro sul riordino del Chief Operating Office, quale seguito della riunione del 7 maggio. Si è svolto, in data di ieri, il previsto incontro sul riordino del Chief Operating Office, quale seguito della riunione del 7 maggio. La linea si è presentata al tavolo con avanzamenti in materia di assetti micro-organizzativi e sui criteri di determinazione degli organici dei diversi Centri.

Varato il relativo piano di formazione, destinato ad oltre mille risorse e finalizzato a supportare l’importante fase di cambiamento, a sviluppare conoscenze e competenze, ad azionare leve motivazionali e di coinvolgimento dei lavoratori nei processi. Le metodologie di erogazione saranno l’aula, l’affiancamento, la modalità on-line. Garantite operazioni di pulizia inquadramentale, in ossequio al principio che a parità di mansione dovrà corrispondere parità di qualifica. Tale operatività consentirà il superamento dei tanti disallineamenti ancora in essere in molti centri.

L’intera manovra di specializzazione dei siti e di migrazione delle lavorazioni, nonché di adeguamento degli organici, con previsione di nuove figure ad elevato contenuto professionale, sarà implementata progressivamente e completarsi nel corso del corrente anno.

La delegazione sindacale, pur apprezzando gli sforzi sin qui profusi in direzione delle fasi di ingegnerizzazione e strutturazione del grande Service Amministrativo, ha richiamato l’Azienda sulla necessità di un avanzare dei processi non avulso dal sostegno di un sano impianto di Relazioni Industriali, a livello centrale e soprattutto territoriale, dove il nuovo modello impatterà in termini di ricadute organizzative. Inoltre, è stata formulata la richiesta di una puntuale mappatura di tutti i siti, in logica Hub e Spoke, per meglio comprendere l’esatta distribuzione degli organici presenti nel perimetro dl Back Office e di Assistenza Clienti della Divisone.

Le OO.SS. hanno altresì richiamato l’Azienda sul rispetto degli affidamenti assunti con verbale del 24 luglio 2018, condiviso in materia di incrementali politiche attive del lavoro, volte ad offrire ulteriori opportunità di trasformazione dei rapporti da part-time a full-time all’interno del perimetro di COO nei territori del sud. A tal riguardo, l’Azienda ha garantito, entro tempi molto brevi, il rafforzamento degli organici in taluni siti, ad iniziare da quello di Palermo, interessato, lo si rammenta, dai noti distacchi di Postel, per poi proseguire sui restanti centri sempre allocati in ambiti geografici con scarse opportunità di sviluppo.Il confronto proseguirà con prossimi incontri su tematiche inerenti le razionalizzazioni immobiliari, orari di servizio e turnistica, evoluzione attività del ramo Assicurativo e Risparmio (ambito Servizio Assistenza Clienti).

Le SEGRETERIE NAZIONALI

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Poste: accordo politiche attive

  7 Giugno 2019   poste italiane servizi postali
E' stato finalmente sottoscritto, in modo unitario, l’accordo sulle politiche attive delstato finalmente sottoscritto, in modo unitario, l’accordo sulle politiche attive dellavoro, applicativo di quanto convenuto con l’Azienda nel verbale del 30 novembre 2017 ed inqu...

Poste: Comunicato incontro Chief Operating Office

  8 Maggio 2019   poste italiane
Si è svolto il previsto incontro sulle fasi di avanzamento del processo di trasformazione della neo costituita Divisione COO. La comunicazione aziendale ha ripercorso le principali evoluzioni sui Servizi di Back Office e di Assistenza Clienti, fornito approfondimenti...

Poste Italiane: Lavoratori costretti a lavorare il 25 aprile ed il 1° maggio

  3 Maggio 2019   poste italiane
 “Nelle due giornate del 25 aprile e del 1° maggio, Poste Italiane ha “invitato” lavoratori a tempo determinato ed  indeterminato a recarsi a lavoro in una condizione mai verificatasi in precedenza”. Lo denunciano in una nota congiunta il Vic...

Poste Italiane: denuncia per lavoro straordinario del 25 aprile

  26 Aprile 2019   Comunicati stampa poste italiane
Slc Cgil Sicilia, sostenuta dalla struttura nazionale di Slc Cgil, denuncia Poste Italiane all'ispettorato del lavoro regionale poichè l'azienda risulta aver "invitato" i portalettere con contratto a tempo determinato e indeterminato a recarsi al lavoro, proprio nel...