Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

Servizi postali

Roma, 4 maggio 2020

Spett.le Poste Italiane Spa
c.a. Dott. Salvatore Cocchiaro

Oggetto: Comunicazione aziendale del 30 aprile 2020

La scrivente Organizzazione Sindacale, in riferimento a quanto in oggetto, relativo alla piattaforma di welfare per la conversione del premio di risultato 2019, ed in coerenza con le motivazioni politiche che, al momento del relativo Accordo, hanno indotto la scrivente a non sostenere con la propria firma la conversione di parte di salario variabile in prodotti o servizi non prettamente ascrivibili al welfare, è con la presente a ribadire la necessità di rivedere l’offerta ivi contenuta soprattutto alla luce dello stato emergenziale in cui desta il paese, ritenendo oggi più di allora che convogliare in buoni benzina, coupon palestre o viaggi il PDR, sia alquanto anacronistico rispetto alla situazione che stiamo vivendo.

Si ricorda che, a latere dell’Accordo con comunicazione contenuta nella mail inviata alle Segreterie Nazionali, l’azienda si era impegnata a fissare un incontro entro il mese di settembre 2019 anche per individuare una adeguata offerta di servizi che rispondesse «ai bisogni delle persone ed in aderenza alle esigenze di conciliazione vita lavoro ed alle finalità sociali dell’iniziativa».

Siamo, inoltre, con la presente a chiedervi tale incontro per le motivazioni da Voi stessi addotte.

Sicuri di un Vostro cortese e sollecito riscontro, porgiamo Cordiali Saluti.

Nicola Di Ceglie
Segretario Nazionale SLC CGIL Area Servizi Postali

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Poste Italiane, grave incidente sul lavoro a Brescia. Fare chiarezza

  23 Febbraio 2024   poste italiane servizi postali
A fianco dei lavoratori in sciopero: serve fare chiarezza Nella giornata di ieri si è verificato un grave incidente sul lavoro ai danni di un lavoratore di Poste Italiane di Brescia. Il collega di PCL è rimasto schiacciato mentre movimentava un roll container. Per...

Poste: Di Ceglie, “Privatizzazione, progetto scellerato. Subito incontro con Giorgetti”

(U.S. Slc Cgil) - Roma, 5 gen - “È dunque chiarito! Nella conferenza stampa di ieri la Presidente del Consiglio ha confermato il progetto scellerato di privatizzare ulteriori quote del capitale pubblico di Poste Italiane”. Non usa mezzi termini il segretario nazional...

CCNL Servizi postali in appalto, siglata l'ipotesi di rinnovo

  22 Dicembre 2023   servizi postali
Dopo un lungo periodo di stallo, dovuto ad un contesto non semplice caratterizzato da una fase delicata di cambi di appalto, è stata sottoscritta in data odierna tra Sindacato e organizzazioni datoriali l’ipotesi di rinnovo del CCNL per le imprese private operanti ne...

Servizi postali, siglata l'ipotesi di rinnovo del contratto

  15 Novembre 2023   servizi postali
Di Ceglie: "Superata la soglia di 9 euro lordi. In attesa della legge, la contrattazione paga" Finalmente, dopo anni di attesa, è stata sottoscritta in data odierna tra Sindacato e organizzazioni datoriali l’ipotesi di rinnovo del CCNL per le imprese private operanti...

Poste Italiane, privatizzazione miope

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO CGIL NAZIONALE – SLC CGIL Poste: Cgil e Slc Cgil, “Privatizzazione miope che, se confermata, sarebbe un danno per il Paese” Roma, 9 novembre - “Scelte miopi che tradiscono le promesse di questa maggioranza di governo, contraddicendo l’annu...

Poste: una tantum ai dipendenti è riconoscimento dei sacrifici in fase Covid

Poste: Slc Cgil, ‘Ok per risultati, ma una tantum è anche riconoscimento sacrificio lavoratori in fase Covid’ Necessario aumentare minimi tabellari nel rinnovo prossimo contratto (U.S. Slc Cgil) Roma, 7 ott - “Il bonus una tantum di mille euro ai dipendenti di Poste...