Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

Servizi postali

Al termine di un intenso e complesso confronto, siglato, nella giornata di ieri, un accordo finalizzato a rilanciare la capacità di penetrazione di Nexive nel mercato di riferimento attraverso un nuovo modello organizzativo improntato a maggiore flessibilità e duttilità, in grado di meglio rispondere alle sollecitazioni e alla mutata domanda della clientela. Un nuovo modello di recapito in grado di cogliere le opportunità fornite dall’e-commerce e da tutti i prodotti a valore, agevolando un più dinamico sviluppo commerciale sul territorio.

Il nuovo modello operativo sarà accompagnato da investimenti su piattaforme digitali e sull'evoluzione dei sistemi di gestione e tracciatura di lettere e pacchi, per una complessiva integrazione procedurale e non trascurando il supporto all’Assistenza Clienti.Al termine di un intenso e complesso confronto, siglato, nella giornata di ieri, un accordo finalizzato a rilanciare la capacità di penetrazione di Nexive nel mercato di riferimento attraverso un nuovo modello organizzativo improntato a maggiore flessibilità e duttilità, in grado di meglio rispondere alle sollecitazioni e alla mutata domanda della clientela.

Un nuovo modello di recapito in grado di cogliere le opportunità fornite dall’e-commerce e da tutti i prodotti a valore, agevolando un più dinamico sviluppo commerciale sul territorio. Il nuovo modello operativo sarà accompagnato da investimenti su piattaforme digitali e sull'evoluzione dei sistemi di gestione e tracciatura di lettere e pacchi, per una complessiva integrazione procedurale e non trascurando il supporto all’Assistenza Clienti.Conferito valore assoluto all’apporto dei lavoratori nelle fasi di consolidamento del Gruppo. Di conseguenza, la Formazione diventa elemento fondamentale per le dinamiche di crescita e di sviluppo.

L’Azienda ha fornito formale comunicazione della pianificazione delle attività formative mirate all’acquisizione o consolidamento di competenze rilevanti per il processo di trasformazione tecnologica e digitale.Previste importati fasi di internalizzazione di prodotto oggi affidato ad agenzie terze, a salvaguardia degli attuali assetti occupazionali.Il nuovo modello di recapito ridefinisce l’orario di lavoro in termini di flessibilità e soprattutto di allungamento della fascia oraria di consegna, estendendola nelle ore pomeridiane e serali (ultima consegna alle ore 19,45).

Garantisce la prestazione di recapito nella giornata del sabato, necessità rispondente alle esigenze di mercato ed imposta dai capitolati d’asta relativi a commesse pubbliche (attività di notifiche). Fornisce garanzie nelle fasi di assegnazione delle zone, sull’uscita certa del portalettere, regolamenta il sistema delle pause, individua flessibilità nelle sostituzioni dei portalettere assenti a vario titolo e nel rinforzo delle linee di recapito in presenza di particolari esigenze organizzative e picchi straordinari di traffico. Tutelata la condizione femminile (donne esonerate dai turni disagiati, salvo volontarietà) e massima attenzione sui nuclei familiari a carattere monoparentale.

Costruito, in sostanza, un mix equilibrato di flessibilità e regole finalizzato a creare efficienza organizzativa e a contenere in recinti ben definiti la discrezionalità aziendale.Concordato, infine, un impianto di Relazioni Industriali che monitorerà, tempo per tempo, le fasi di sviluppo dell’accordo, per il tramite di un Osservatorio Paritetico Nazionale, garantendo, nel contempo, il coinvolgimento del territorio con confronti preventivi con RSA/RSU sui processi di implementazione.

La stipula dell’Accordo ha superato positivamente la procedura di licenziamento, avviata da Nexive con lettera del 23 aprile scorso, scongiurando il licenziamento di ben 69 lavoratori e la chiusura delle filiali di Venezia e Treviso.Riteniamo che gli esiti del confronto rappresentino la migliore sintesi possibile tra le diverse posizioni tenute dalle Parti al tavolo, raggiunti in un contesto di scenario delicatissimo per Nexive, oggi impegnata in una difficile fase legata al cambio di proprietà. Il tutto in un quadro di grande responsabilità dimostrato dal Movimento Sindacale che lascia ben sperare per gli sviluppi futuri.

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Poste italiane: Cgil ed Slc “Governo fa mezzo passo indietro, ma operazione rimane sbagliata. Proseguiamo nel contrasto a privatizzazioni”

(U.S.Slc Cgil) -Roma, 30 mag- “Il contestato progetto di svendita di ulteriori quote di Poste italiane registra oggi un mezzo passo indietro del Governo”. Sono il Segretario confederale Cgil Pino Gesmundo e Nicola Di Ceglie, Segretario nazionale Slc, a “prendere atto...

Poste: Di Ceglie, “Accordo storico contro il lavoro povero”

Il Segretario nazionale Slc Cgil: “Vantaggi innovativi a tutela di tutti i lavoratori” (U.S.Slc Cgil) - Roma, 17 mag - Un accordo storico contro il ‘lavoro povero’. È quello intervenuto nella tarda serata di ieri fra i vertici di Poste Italiane, Slc Cgil e le altre s...

Poste: Solari, "Giorgetti guardi i dati trimestrali. Ha ancora senso privatizzare?"

(U.S.Slc Cgil) - Roma, 15 mag - “Penso che il ministro dell’Economia, Giorgetti, dovrebbe dare un’occhiata alla trimestrale di Poste Italiane. Ne ricaverebbe che l’utile dichiarato per il solo primo trimestre di questo anno è di oltre 500 milioni di euro, di cui circ...

Poste Italiane, interlocutorio l'incontro su Mercato Privati

  10 Aprile 2024   poste italiane servizi postali
Si è svolto oggi l’incontro con l’azienda sulle tematiche relative a Mercato Privati incluse nel Piano Industriale. Si è trattato di un incontro interlocutorio, in cui l’azienda ci ha presentato tutte le linee di sviluppo che riguarderanno la divisione nel prossimo f...

Poste Italiane, No a privatizzazione della maggiore azienda del Paese

Poste: Cgil ed Slc, No a privatizzazione della maggiore azienda del paese. Si vanifica sua funzione sociale (U.S. Cgil ed Slc) -Roma 3 apr- “La più grande azienda del Paese non può essere ceduta o messa sul mercato. Le Poste, presenti capillarmente in ogni piccolo...

Poste: Di Ceglie, “Giorgetti evidenzia stato confusione Governo. Non ci fermeremo nel contrasto a svendita scellerata”

(U.S. Slc Cgil) -Roma, 28 mar- “Le parole del ministro Giorgetti attestano, oltre ogni ragionevole dubbio, lo stato di confusione in cui versa il Governo riguardo la svendita di Poste Italiane”. È il commento di Nicola Di Ceglie, Segretario nazionale Slc Cgil, a quan...