5 tlc elab180x180TLC E EMITTENZA

Nella giornata di giovedì 21 marzo 2013 SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL unitamente alle RSU si sono confrontate con i rappresentanti di Ericsson Telecomunicazioni S.p.A. sui seguenti temi:

• Premio di risultato - consuntivazione 2012 e assegnazione obiettivi 2013

• Nuova articolazione dell’orario di lavoro in FSO

• Calendario annuo 2013

• gestione ferie e ROL

• Razionalizzazione delle sedi aziendali

Premio di Risultato

Nell'area RMED l'Operating Income è risultato negativo e di conseguenza, non verrà erogata alcuna quota di premio per il personale appartenente all’area.

Le OOSS hanno ribadito il giudizio già espresso sul tema del PDR sulla poca”chiarezza” nella determinazione degli indicatori, dei valori dei target e del peso di ciascun indicatore che appaiono troppo assoggettati alla unilaterale determinazione/valutazione aziendale e sottratti attraverso la definizione di “confidenziali” al controllo sindacale.

Non si capisce poi come nell’area RMED non vi sia un risultato positivo del PDR  pur in presenza di erogazioni premiali individuali che continuano ad sussistere e a produrre effetti economici.

Il premio di risultato per le OOSS andrà rivisitato ampiamente alla luce degli effetti che in questa fase sperimentale si stanno verificando.

Va ricordato infine che gli importi del PDR vengono assorbiti sino a concorrenza dagli incentivi individuali e che di conseguenza l’incremento del costo del lavoro risulta essere del tutto marginale.

Calendario annuo 2013 e gestione ferie e ROL

Da parte aziendale è stato riproposto un calendario annuo che prevede la chiusura collettiva nei venerdì del periodo estivo, nelle due settimane in prossimità di ferragosto, in prossimità di alcune feste infrasettimanali e delle festività di Natale e Capodanno.

Tutto ciò attraverso la completa fruizione delle ferie, dei ROL e la smonetizzazione delle festività coincidenti con il giorno di riposo settimanale.

La parte sindacale, rilevato che su tale tema esisteva una proposta sindacale di chiusure collettive pari a 13 giorni rifiutata dall’azienda, si dichiarava disponibile a ragionare ripartendo da tale base, evidenziando la difficoltà a definire chiusure collettive per quei reparti  vincolati a garantire la presenza dalla legge a tutela del diritto di sciopero.

Razionalizzazione delle sedi aziendali

L’Azienda ha proposto di chiudere alcune sedi di lavoro mantenendo ove possibile dei punti di riferimento, comunque mantenendo ferma la zona operativa trasferendo la sede amministrativa.

Ha proposto inoltre ad attenuare i disagi di questa operazione l’uso diffuso del Telelavoro.

Le OOSS hanno manifestato la necessità di molta cautela nel gestire questa operazione di razionalizzazione delle sedi aziendali e di una rimodulazione della normativa del Telelavoro per renderla applicabile al governo delle chiusure delle sedi aziendali.

Nuova articolazione dell’orario di lavoro in FSO

L’Azienda sta valutando la necessità di ridurre l’impegno in reperibilità dei tecnici FSO per il sabato e la domenica sostituendo i turni di reperibilità con turni ordinari.

Le OOSS hanno rappresentato una realtà degli organici di FSO che non possono sostenere estensioni della copertura dei turni senza pregiudizio del servizio reso dal lunedi al venerdi.

Pur tuttavia si sono resi disponibili ad uno studio congiunto degli effetti della modifica proposta anche tenendo presente l’impatto delle possibili chiusure di sedi o punti di riferimento aziendali.

Alla fine del confronto le OOSS non possono che esprimere un giudizio di forte preoccupazione per il futuro alla luce delle azioni di Ericsson che denotano una stressante ricerca di riduzione dei costi  non escluso quello del lavoro.

L’incontro programmato il 17 aprile sul piano industriale sarà risolutivo per capire lo stato di salute dell’azienda e le necessarie azioni da intraprendere a tutela dell’occupazione e delle professionalità presenti in Ericsson.

Roma 26 marzo 2013

Segreterie Nazionali SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL

Per scaricare il comunicato in pdf: Ericsson com unitario inc 21-3-13

 

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Comunicato unitario Gruppo Distribuzione

  3 Agosto 2020   call center tlc
Gruppo Distribuzione. Sottoscritto accordo per regolamentazione Afinity. A settembre avvio confronto per traguardare integrativo aziendale. Nei giorni scorsi le Segreterie Nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni hanno sottoscritto l’ ...

Accordo Fase 2 per il gruppo Covisian.

  3 Agosto 2020   call center tlc salute sicurezza
GRUPPO COVISIAN. Sottoscritto accordo per affrontare la FASE 2 e dare avvio all’ integrativo aziendale In data 31 Luglio 2020, dopo una lunga trattativa, innovativa nel suo genere, poiché realizzata in modalità conference, e che ha visto la partecipazione mediament...

Comunicato incontro Wind3 - Ccsud - Ccnord

  31 Luglio 2020   call center tlc wind
In data 28 luglio 2020 si sono incontrati in via telematica le aziende CCSUD, CCNORD e WIND3 e le OO.SS. nazionali, territoriali e le Rsu di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil di C2C della sede de L'Aquila per delineare i prossimi passi che vedranno l'apertura di una...

Comunicato incontro Vodafone

  29 Luglio 2020   tlc vodafone
Comunicato Vodafone Oggi 27 Luglio 2020, in videoconferenza, si è tenuto il previsto incontro tra azienda e le OO.SS Nazionali e Territoriali SLC-CGIL FISTEL-CISL unitamente al Coordinamento delle RSU di Vodafone Italia. Ordine del giorno le comunicazio...

Avviato confronto per integrativo Ennova

  29 Luglio 2020   call center tlc
Ennova. Avviato confronto per integrativo aziendale. Sottoscritti accordi per Egr, Afinity e Relazioni Industriali. In coerenza con gli impegni assunti nel corso della riunione plenaria dello scorso 9 Luglio 2020, le Segreterie Nazionali e territoriali di Slc Cgil, ...

Ericsson. Dichiarata illegittima la cessione a Exi.

  23 Luglio 2020   ericsson tlc
Cessione Ramo d'azienda Ericsson dichiarata illegittima. Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil: ennesima dimostrazione che i problemi vanno gestiti con la contrattazione e non attraverso riorganizzazioni fantasiose. Ieri il Tribunale di Roma ha emesso una importante se...