Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

“L'ipotesi di accordo sottoscritta la notte scorsa tra Almaviva Contact e la RSU di Napoli rappresenta, con tutta evidenza, la profonda difficoltà nella quale versa l'intero settore ed è figlia di un rapporto dispari tra potere ricattatorio delle aziende e lavoratori”.  Così in una nota congiunta Cgil nazionale e Slc Cgil nazionale.

“Si tratta infatti di un settore - spiegano - nel quale aziende anche importanti in termini di attività svolte e di addetti, quali ad esempio Almaviva Contact, ormai da tempo esercitano sui lavoratori pressioni finalizzate ad ottenere una riduzione del costo del lavoro sotto la costante minaccia di delocalizzazione di attività, riduzioni dell'organico o chiusura di siti produttivi”.

“È del tutto evidente - prosegue la nota - che per evitare che accordi come quello della notte scorsa diventino la ‘normalità’ nel settore dei call center, penalizzando i lavoratori senza garantire prospettive, è necessario, come ripetiamo da anni, che finisca la pratica degli appalti al massimo ribasso. Pratica che finisce per scaricarsi drammaticamente sulle condizioni materiali delle lavoratrici e dei lavoratori e sui livelli occupazionali”.

“È necessaria - sostengono Cgil e Slc - un'azione più incisiva del Governo, che sino ad oggi ha dimostrato una sostanziale debolezza verso l'Azienda, nei confronti dell'insieme dei principali committenti, i quali devono assumersi la responsabilità della garanzia dei livelli salariali previsti dai Contratti collettivi nazionali di lavoro, così come ribadito nell’o.d.g. assunto dal Comitato direttivo nazionale di Slc del febbraio u.s.. Per garantire il settore e i lavoratori non esiste altra strada”.

“Naturalmente i contenuti dell'accordo Almaviva Contact Napoli saranno sottoposti al giudizio dei lavoratori interessati, ben sapendo - si sottolinea nella nota - che quel giudizio non sarà un giudizio libero poiché l'alternativa saranno i licenziamenti. Qualsiasi sarà l'esito della consultazione dei lavoratori interessati dall'ipotesi di accordo - concludono Slc e Cgil - continueremo ad essere al fianco dei lavoratori”.

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

CCNL Telecomunicazioni, non c'è più tempo da perdere

In questi giorni si stanno svolgendo gli incontri dei gruppi di lavoro tra i rappresentanti delle aziende associate ad Asstel ed i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil. Questi incontri hanno la finalità di entrare nel mer...

Rai, solidarietà a Serena Bortone

  3 Luglio 2024   rai tv emittenza
RAI: DI TUTTO, DI PIU'… E QUALCHE VOLTA FATTO MALE I sei giorni di sospensione comminati a Serena Bortone, colpevole di aver fatto e bene il proprio lavoro, è l'ennesimo sintomo di un'azienda in preda a una crisi di nervi. Non bastava la brutta figura fatta da chi ha...

Codice appalti Rai: nuove regole, vecchi vizi

  2 Luglio 2024   rai tv emittenza
A seguito dell’entrata in vigore del Codice Appalti del luglio 2023, la Rai sta predisponendo un nuovo regolamento interno in cui, a nostro avviso, l’azienda sembra voler dar corso a una sua interpretazione di principio: quello di attestare le responsabilità di RUP v...

Rai, aperte le procedure di raffreddamento

  24 Giugno 2024   rai tv emittenza broadcasting
Le Segreterie Nazionali Slc Cgil e Fistel Cisl hanno aperto oggi le procedure di raffreddamento per tutto il Gruppo Rai, in coerenza con quanto annunciato nel comunicato unitario dello scorso 11 giugno. Dato lo stallo della trattativa, a fronte di una improvvisa e ra...

Referendum su Lavoro: 21 giugno iniziativa Usigrai, Cgil, Slc

  15 Giugno 2024   rai tv emittenza
COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO USIGRAI, CGIL NAZIONALE, SLC CGIL Roma, 14 giugno - Venerdì prossimo, 21 giugno, si terrà a Roma, a Saxa Rubra, l’iniziativa organizzata congiuntamente da Usigrai, Cgil ed Slc a sostegno dei quattro referendum promossi dalla Confederazio...

Aci, Appalto Customer care: Slc, Fistel, Uilcom scrivono a Urso e Calderone

  7 Giugno 2024   Comunicati stampa call center tlc
(U.S. Slc Cgil) -Roma, 7 giu- “Ennesima azienda pubblica che viola una legge dello stato e condanna i lavoratori ad un destino indegno dell’Art.1 della Costituzione”. È quanto scrivono Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil in una nota congiunta in cui chiedono un incontr...