Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

COMUNICATO EXI – MUTARES

 In data odierna si è svolto, in modalità telematica, l’incontro tra le Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni ed i rappresentanti dell’azienda EXI-Mutares, assistita da Unindustria, per discutere dell’andamento aziendale, della situazione occupazionale e delle misure da mettere in campo nel 2023, tenuto conto dell’andamento dell’anno 2022.

L’azienda Exi ha rappresentato un andamento economico per il 2022 decisamente negativo con un fatturato non in linea rispetto agli obiettivi prefissati, e con una perdita prevista di oltre 3 milioni di euro.

L’azienda ha rappresentato la ferma volontà di proseguire con la diversificazione del fatturato, puntando ad attività che possano favorire la crescita dei ricavi, determinando al contempo una riduzione delle perdite. L’obiettivo è consolidare attività che generano margine, nonostante le difficoltà evidenti che il settore delle Telecomunicazioni sta attraversando. Exi ha ribadito la volontà di non voler procedere a riduzioni di personale, in quanto le motivazioni delle perdite economiche sono imputabili a contesti di prezzi e di mercato, e che la grande professionalità mostrata dai lavoratori è un valore aggiunto per il proseguo industriale di EXI.

Al fine di gestire le eccedenze di personale derivanti dai contesti di mercato le parti hanno condiviso quale soluzione per una gestione non traumatica il rinnovo dell’ammortizzatore sociale in essere. È stato pertanto sottoscritto un contratto di solidarietà con una percentuale di riduzione oraria del 10%. Al fine di ridurre gli impatti dell’ammortizzatore sociale sul salario dei lavoratori, le parti hanno previsto una integrazione salariale fino al 70% della retribuzione giornaliera per le giornate di solidarietà.

Tenuto conto del prezioso apporto di competenza e professionalità fornito dai lavoratori, è stato sottoscritto un accordo di Premio di Risultato che prevede l’erogazione di 500 euro al raggiungimento del 100% dell’obiettivo il target. In caso il risultato ottenuto per il 2023 sia superiore all’obiettivo prefissato, il riconoscimento economico sarà di 700 euro. Previsto comunque un riconoscimento di 100 euro, sottoforma di welfare, in caso del mancato raggiungimento degli item fissati per l’anno in corso.

Le parti si sono aggiornate per verificare la possibilità della conversione, su base volontaria, del premio di risultato in welfare.

Le Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni esprimono una valutazione positiva sull’approccio del percorso definito. La gestione di eccedenze derivanti da fattori esogeni alle politiche messe in campo dall’azienda non può, e non deve, essere pagato dai lavoratori. Un modello di relazioni industriali positivo deve, come in questo caso, condividere misure non traumatiche che possano garantire la piena occupazione, limitando gli effetti economici sui lavoratori derivante dall’utilizzo degli ammortizzatori sociali.

Roma, 25 gennaio 2023

LE SEGRETERIE NAZIONALI
SLC CGIL, FISTEL CISL, UILCOM UIL, UGL TELECOMUNICAZIONI

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

WindTre, lo scorporo della rete non si farà

  15 Febbraio 2024   tlc wind
Ieri mattina, con un comunicato congiunto, i due amministratori delegati di WindTre hanno confermato quanto si andava leggendo ormai da settimane sulla stampa di settore: il matrimonio con EQT e, di conseguenza, lo scorporo della Rete attraverso l’operazione NetCo, n...

Tim: Saccone, “Nessuno strumento di politica attiva per i lavoratori? Riconvocare ad horas il tavolo al Mimit”

  14 Febbraio 2024   Comunicati stampa tim tlc
(U.S. Slc Cgil) – Roma, 14 feb – “Non ci saranno strumenti di politica attiva per gestire la delicatissima situazione di Tim. Un pessimo segnale anche per l'intero settore delle telecomunicazioni, che sta attraversando una ristrutturazione profonda”. È il commento pr...

Rai, "non sono solo canzonette"

  13 Febbraio 2024   rai tv emittenza
Quanto sta avvenendo in queste ore non fa che confermare l'urgenza di ridare alla Rai gli spazi di autonomia, libertà creativa e di pensiero indispensabili ad un'azienda che produce idee, emozioni, informazione. Fra censure reali ed autocensure indotte dal desideri...

Tlc, Che succede negli appalti Customer di Tim?

  7 Febbraio 2024   tim call center tlc
Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil: a rischio migliaia di lavoratrici e lavoratori Dopo la revoca del contratto commerciale con Abramo CC, che impatta circa 500 lavoratori tra Calabria e Sicilia, arriva in queste ore la notizia di un calo dei volumi anche per Callma...

Tim: Saccone, “Insufficienti le garanzie occupazionali. Solo 5 anni per i 20mila NetCo, nulla per i 16mila SerCo”

  7 Febbraio 2024   Comunicati stampa tim tlc
(U.S. Slc Cgil) - Roma, 7 feb - Nessuna garanzia per i posti di lavoro dei 16 mila dipendenti per quella che rimarrà Tim, ossia la società di servizi di telefonia mobile (SerCo). Prospettive occupazionali solo per i primi cinque anni, per i 20 mila che transiteranno...

Tim: Saccone, “A Urso e Calderone chiederemo innanzitutto garanzie per l’occupazione”

  5 Febbraio 2024   Comunicati stampa tim tlc
(U.S. Slc-Cgil) – Roma, 5 feb – “Quali garanzie occupazionali ha ricevuto il Governo per dare il via libera alla cessione della rete Tim?”. È la priorità che Riccardo Saccone, Segretario nazionale Slc-Cgil, porrà al tavolo convocato domani per Tim dai ministri Urso e...