L’approvazione della proposta di legge sull’editoria da parte della Camera contiene punti condivisibili, ma rimangono ancora alcune criticità.

Bene che sia stato mantenuto il criterio del rispetto dei Ccnl  come requisito per accedere ai fondi, un dato importante in un contesto di tentativi di deregolamentazione della contrattazione collettiva.

Positivo anche che il contributo dello 0,1% del fatturato degli operatori della filiera pubblicitaria coinvolga le Over The Top.

Rimane purtroppo il dato della scarsità degli stanziamenti per il 2015, che colpisce ulteriormente testate editoriali e lavoratori che da tempo versano in difficoltà.

Continua a lasciarci infine contrari l’eccesso di delega che la proposta di legge attribuisce al Governo.

0
0
0
s2smodern