8 produzione culturale elab180x180PRODUZIONE CULTURALE

Oggi le Organizzazioni Sindacali hanno sottoscritto con SIAE un accordo che riapre le trattative per il rinnovo del CCNL e, nel frattempo, ripristina le disposizioni del contratto scaduto per i dipendenti." Lo annuncia una nota unitaria delle sigle sindacali   SLC CGIL, FISTEL CISL, UILPA, UGL COMUNICAZIONI, CONFSAL, CADA CISAL.  

"E' stato superato, così, l’ordine di servizio del 27 settembre con cui la dirigenza Siae disponeva che, dal 1 ottobre 2019, i rapporti di lavoro con i propri dipendenti erano disciplinati dalle sole leggi e il codice civile. Di contro le OO.SS hanno ritirato lo stato di agitazione."

L’accordo è stato firmato in mattinata, durante un incontro tra le organizzazioni sindacali e la dirigenza Siae. Tutte le assemblee dei lavoratori, tenutesi oggi in diverse città, hanno accolto con favore l’intesa raggiunta. Ora riparte il confronto per il rinnovo del CCNL.  

"I sindacati si augurano che con l’intesa di oggi sia definitivamente superata la fase di stallo che ha caratterizzato le ultime settimane e che finalmente si apra un confronto aperto e leale - prosegue la nota. La SIAE, Ente Pubblico Economico su base associativa, è una collecting che ha di fronte la sfida, e quindi le grandi incognite, che l’Europa ha imposto con il processo di liberalizzazione del diritto d’autore a cui ha dato il via."   

"Le Organizzazioni Sindacali hanno sempre sostenuto il ruolo della Siae in questo mercato che si è parzialmente aperto. Eppure, le distanze con la dirigenza Siae rispetto al rinnovo del contratto sono ancora ampie, su troppe materie."

"I lavoratori della SIAE hanno dato prova di  grande maturità, gestendo una fase esplosiva e di grande indignazione: ci aspettiamo che questa loro risposta composta e compatta sia la premessa per una trattativa basta sul dialogo e sul riconoscimento del loro valore - concludono i sindacati.

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Ippica, sciopero generale il 30 giugno

  22 Giugno 2022   sport ippica produzione culturale
Si è tenuto ieri, 21 giugno, il coordinamento straordinario dei lavoratori del settore ippico, per organizzare e rafforzare le azioni di contrasto al disegno delle società di corse di sostituire unilateralmente il C.C.N.L. Corse Cavalli con quello del C.C.N.L. del Te...

Ippica, convocato un coordinamento straordinario

  20 Giugno 2022   sport ippica produzione culturale
IPPICA, CONVOCATO COORDINAMENTO STRAORDINARIO  Si è svolto oggi il previsto incontro con la Dirigente del MIPAAF dott.ssa Teresa Nicolazzi. Il Ministero ha ascoltato le ragioni dei lavoratori che stanno portando avanti la vertenza cercando di capirne le motiva...

I lavoratori dello spettacolo non sono privilegiati

  6 Giugno 2022   Spettacolo produzione culturale
SPETTACOLO: LAVORATORI PRIVILEGIATI? DI MARCO (SLC CGIL), LUOGHI COMUNI MIOPI E DATATI Come sindacato troviamo che il dibattito circa le condizioni di vita e di lavoro degli interpreti in Italia, sviluppatosi nelle ultime settimane sui media e sui social, abbia amp...

Sport, siglata l'ipotesi di accordo sul CCNL

  1 Giugno 2022   sport
Il 30 maggio si è tenuto il previsto incontro tra la Confederazione Italiana dello Sport e Slc Cgil, Fisascat Cisl e Uilcom Uil, per proseguire la trattativa sul rinnovo del CCNL per i dipendenti degli impianti e delle attività sportive profit e no profit, ed in tale...

The Space Cinema, indetto lo stato di agitazione

  24 Maggio 2022   Spettacolo cinema produzione culturale
Spett.le The Space Cinema c.a. dott. Rossignoli Spett.le Anec c.a. dott. Gialdini e p.c. lavoratori di The Space Cinema OGGETTO: Comunicazione stato di agitazione Nonostante gli ingenti contributi economici messi a disposizione dalle Istituzioni Nazionali e L...

DDL Spettacolo, serve un confronto serrato col Governo

  19 Maggio 2022   Spettacolo produzione culturale
Mercoledì 18 maggio è stato approvato al Senato il Ddl Spettacolo. La Slc Cgil saluta questo evento come il primo passo decisivo per una riforma da lungo tempo voluta dai lavoratori e dalle lavoratrici del settore. Molto rimane ancora da fare. Al risultato ottenuto...