6 servizi postali elab180x180SERVIZI POSTALI

Si è tenuto nella giornata del 28 gennaio u.s. il programmato incontro, richiesto dalle OO.SS., avente come argomentazioni: Contact Center, evoluzione PosteShop, metodologia assunzioni – proroghe e rinnovi CTD. Abbiamo approfittato dell’occasione per porre all’Azienda anche le problematiche della Mobilità 2014,delle clausole elastiche e dei preventivati esodi incentivati.

Per quanto riguarda la metodologia di assunzione/proroga/rinnovo CTD la posizione di Poste è la seguente:
a) L’assunzione avviene utilizzando la nuova metodologia che Poste ha attivato dal mese di novembre 2014, metodologia che prevede l’inserimento del proprio C.V. nel sito Aziendale;
b) Poste verificato che il candidato possieda le caratteristiche previste, invia allo stesso un test attitudinale che serve ad una prima selezione dei candidati; i nominativi di coloro che hanno superato la prova vengono inviati ai territori richiesti dai candidati;
c) sarà cura delle varie sedi territoriali Aziendali convocare gli stessi per un ulteriore colloquio/selezione;
d) i nominativi di coloro che supereranno questa ulteriore selezione verranno utilizzati per le assunzioni previste;
e) se il numero delle assunzioni previste nell’occasione risulta essere inferiore ai candidati risultati idonei, il progetto prevede per gli esclusi un diritto di priorità rispetto agli idonei di prove successive.
Per quanto riguarda la questione delle proroghe e dei rinnovi, Poste ribadisce l’utilizzo di quanto previsto dal Decreto Poletti, che ricordiamo non prevede interruzioni tra un contratto e il successivo nel caso di proroga, mentre nel caso di rinnovo la pausa prevista è di 10 giorni per contratti sino a sei mesi, e di 20 giorni per contratti oltre i sei mesi.
Le proroghe/rinnovi saranno effettuati con decisione unilaterale da parte della struttura territoriale.
POSTE SOTTOLINEA CHE LE PROROGHE E I RINNOVI RIGUARDANO SOLO I LAVORATORI ASSUNTI CON QUESTA NUOVA METODOLOGIA.
Su questo ultimo punto le OO.SS. hanno sollevato il problema di tutti coloro assunti in precedenza, chiedendo a Poste la disponibilità all’utilizzo anche per questi lavoratori dell’istituto della proroga/rinnovo, concedendo ai lavoratori la possibilità, eventualmente, di inserire il proprio CV e di utilizzare il nuovo sistema di selezione.
L’azienda, nonostante le insistenze sindacali, non intende concedere questa possibilità a questa platea di lavoratori, motivando la propria posizione.
Poste ritiene infatti che la nuova metodologia preveda meccanismi di assoluta garanzia e trasparenza, sgombrando così ogni dubbio sollevato in passato da più parti sulla trasparenza delle assunzioni dei CTD.
Le OO.SS pur rimanendo della posizione espressa sul merito, chiedono di venire in possesso della POLICY aziendale relativa ai TD.
Per quanto riguarda i lavoratori ex ADR ci sarà un approfondimento in un prossimo incontro.
POSTE COMUNICA CHE VIENE RIMOSSA LA PREVISTA ESCLUSIONE ASSUNZIONALE PER I FIGLI DEI DIPENDENTI.
Sulla MOBILITA’ 2014 Poste ci ha fornito documentazione che alleghiamo, concordando per il giorno 4 febbraio una specifica riunione di approfondimento.
Sulla questione delle CLAUSOLE ELASTICHE, nonostante una forte posizione sindacale che ne chiede il ripristino, vede l’Azienda arroccata sulla posizione sin qui tenuta. Le OO.SS. hanno chiesto che il tema venga ripreso nel più breve tempo possibile.
Sugli esodi incentivati Poste ribadisce che allo stato attuale non esistono problematiche ad accogliere richieste provenienti dai vari territori, sottolineando che non si escludono territori ma che qualche riflessione viene fatta, in questa fase, su alcune figure professionali (commerciale).
Per ultimo le OO.SS. hanno sollevato il caso di una lavoratrice del settore commerciale alla quale Poste ha inviato una contestazione disciplinare per scarso rendimento.
L’Azienda nel ribadire che sulla questione dello scarso rendimento sta facendo delle riflessioni, ribadisce che nessuna indicazione di merito ha inviato al territorio.
Le OO.SS. nel ribadire una posizione di forte contrarietà hanno chiesto un incontro specifico.
La Segreteria Nazionale Area Servizi

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Documento esecutivo Slc-Cgil settore Poste

  3 Aprile 2020   poste italiane salute sicurezza
30 marzo 2020  In data odierna si è riunito in video conferenza l’Esecutivo di Area Servizi Postali, per fare il punto sulla situazione in Poste Italiane e in generale sui servizi postali e appalti, a fronte della grave crisi epidemica che sta vivendo il paese...

Poste Italiane. Chiesto il ritiro della email aziendale.

  31 Marzo 2020   poste italiane
POSTE ITALIANE S.p.A. RESPONSABILE RISORSE UMANE Dott. Pierangelo SCAPPINI RESPONSABILE CENTRALE                                                 &n...

I servizi essenziali di Poste Italiane. Comunicato Slc-Cgil

  31 Marzo 2020   poste italiane salute sicurezza
Comunicato sindacale su servizi essenziali per Poste Italiane Alla luce del nuovo Decreto Presidenziale, la scrivente Organizzazione Sindacale, al fine di garantire la massima sicurezza dei Lavoratori che operano in Poste Italiane in questa fase drammatic...

Coronavirus. No a iniziative unilaterali di Poste Italiane

  20 Marzo 2020   poste italiane salute sicurezza
Spett.le Poste Italiane Dr Giuseppe Lasco Vice Direttore Generale Dr. Pierangelo Scappini Risorse Umane e Org.ne Dr. Salvatore Cocchiaro Risorse Umane e Org.ne – R.I. Roma, 20 marzo 2020 OGGETTO: EMERGENZA CORONAVIRUS. Nonostante le ripetute rassicurazioni in m...

Coronavirus. Il segretario ringrazia Rsu e strutture per lo straordinario impegno

Roma, 19 marzo 2020 A tutte le strutture SLC CGIL Ai Coordinatori Regionali Poste Al Coord. Nazionale Area Servizi Care compagne e cari compagni, esprimo a nome della Segreteria Nazionale un ringraziamento particolare a tutti i delegati, le RSU, le Segreterie&n...

Comunicato stampa sui servizi indifferibili di Poste Italiane

L’aggravarsi della diffusione del coronavirus nel Paese ha obbligato il Governo a decisioni radicali, giustamente imposte a tutti i cittadini italiani. Tra i provvedimenti più urgenti e necessari vi è quello dell’obbligo di rimanere a casa, salvo casi di comprovate e...