6 servizi postali elab180x180SERVIZI POSTALI

Si allega ipotesi accordo con Postel su Pdr.

Accordo: ipotesi di accordo per premio di risultato 2012 e 2013_versione_finale_firmata da OOSS_04aprile2013

SIGLATA IPOTESI DI ACCORDO PDR 2013
Dopo numerosi incontri, nella tarda serata di ieri è stata siglata unitariamente l’IPOTESI DI ACCORDO sul premio di risultato 2012- 2013. Nello stesso accordo sono state definite le quote di pagamento per le prestazioni in modalità di Conduzione con Tecnologie Evolute, (CTE).
Una trattativa lunga e complessa che ha visto da una parte l’Azienda voler adottare lo stesso sistema di PDR vigente nella capogruppo mentre la compagine sindacale ha lottato per far prevalere la specificità di Postel come azienda fortemente esposta alle tensioni del mercato. L’ipotesi di accordo si articola sui seguenti punti.
PDR 2012. Riconoscimento del Premio di Risultato per l’anno 2012 con l’aumento di Euro 50 medie una-tantum rispetto a quanto percepito lo scorso anno. Il premio verrà erogato a Giugno 2013.
PDR 2013. Come previsto dall’art. 69 il Premio si articola su:
- una quota di Redditività del 60% , misurata sul parametro dell’EBIT-da Normalizzato (ovvero  la somma dei ricavi al netto dei costi, ammortamenti,  oneri straordinari, svalutazioni, ecc) ovvero un parametro che mette al riparo la redditività dalle operazioni di assestamento che hanno penalizzato i lavoratori lo scorso anno.
- un indicatore di Produttività e Qualità (40%) a sua volta composto da un indicatore di produttività per il 70% e un indicatore di qualità del 30%, quest’ultimo fortemente voluto delle OO.SS.
- Gli importi del PDR 2013 sono ulteriormente aumentati di 70€ medi di cui Euro 50 strutturali  ed Euro 20 una-tantum.
- Il premio verrà corrisposto con un anticipo del 30% a Settembre 2013 e il restante, dopo l’approvazione del bilancio 2013 e l’accertamento delle spettanze, a Giugno 2014.
- L’andamento economico dei sopra citati indicatori verrà monitorato da incontri semestrali
- Con il nuovo PDR viene introdotto il sistema di penalizzazione delle assenze, mutuato dalla capogruppo, ma con profonde modifiche richieste dai sindacati a maggior tutela dei lavoratori.  Il sistema prevede la riduzione del premio per ogni ora di assenza non dovuta a ferie, permessi, malattie gravi tutelate dall’art.41, infortuni sul lavoro, ricoveri ospedalieri congedi di maternità fino a 5 mesi, quindi alle assenze per malattia ordinaria. Inoltre superati i 5 eventi di malattia in un anno, per ogni evento di malattia è prevista una riduzione in percentuale alla quota di produttività e redditività.
Conduzione con Tecnologie Evolute. Con l’ipotesi adottata vengono stabilite le quote economiche per il pagamento delle prestazioni in modalità CTE effettuate nel 2012. Rispetto alla liquidazione delle prestazioni del 2011 sono stati alzati gli importi, soprattutto quelli di fascia più alta. E’ stata abbassata anche la soglia di accesso al pagamento dal 20% a 5% delle prestazioni.
Per quanto riguarda le prestazioni in CTE fornite nel 2013 c’è un forte impegno a sottoscrivere le nuove regole entro maggio c.a.
Le sottoscriventi OO.SS. si ritengono soddisfatte dell’intesa raggiunta, frutto di intensi sforzi di mediazione tra le parti ed in considerazione del contesto di grave crisi economica che colpisce il paese e non lascia immune il Gruppo Postel da una preoccupante riduzione dei volumi.
Anche per questi motivi e con lo sguardo rivolto al futuro di Postel che abbiamo rinnovato la richiesta di confronto sul piano industriale.
L’ipotesi raggiunta verrà sottoposta ai  passaggi democratici con i lavoratori.
Roma, 5 aprile 2013
Segreterie Generali e Coordinatori Nazionali Postel
LE SEGRETERIE NAZIONALI E I COORDINATORI NAZIONALI PER IL GRUPPO POSTEL
SLC-CGIL  SLP-CISL FAILP-CISAL
0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Poste: in piano industriale necessari investimenti in logistica e presidi territoriali

  15 Novembre 2017
"Apprendiamo dalla stampa nazionale alcune indiscrezioni relative alle linee del costruendo piano industriale, in mano al Dott. Del Fante, AD di Poste Italiane Spa. Ci fa piacere leggere, ancora una volta, la particolare attenzione che si intende porre sul settore p...

Poste: bilancio consente adeguato rinnovo Ccnl

  10 Novembre 2017
"I dati di bilancio di Poste Italiane illustrati ieri dall'Amministratore Delegato Matteo Del Fante confermano quanto in questi giorni affermano Slc Cgil e UILposte: un risultato netto consolidato di circa 720 milioni e ricavi di oltre 26 miliardi di euro consentono...

Servizi postali: documento coordinamento

  8 Novembre 2017
Il Coordinamento Nazionale Area Servizi si è riunito in data odierna. I lavori sono stati aperti dalla relazione del Segretario Di Ceglie, il quale ha illustrato gli ultimi sviluppi della situazione politico sindacale. Il Coordinamento si è espresso favorevolmente s...

Poste: Comunicato unitario incontro 2 novembre 2017 con l'AD

  3 Novembre 2017   Comunicati stampa
Nel corso dell'incontro odierno l'Amministratore Delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, ha illustrato le gravi difficoltà che l'Azienda sta affrontando nell'ambito di PCL (attraverso un estratto del futuro Piano Industriale 2018/2020); difficoltà rivenienti pr...

Servizi postali: riunione coordinamento

  30 Ottobre 2017
Il Coordinamento Nazionale Area Servizi si è riunito in data odierna. I lavori sono stati aperti dalla relazione del Segretario Di Ceglie il quale ha illustrato le ragioni della mancata firma del verbale di riunione dello scorso 25 ottobre, declinandone i contenuti...

Poste: strappo relazioni industriali su rinnovo Ccnl

  26 Ottobre 2017
“Nella giornata di ieri si è consumata in Poste Italiane, la più grande azienda pubblica del Paese, una brutta pagina delle relazioni industriali. L’azienda ha sbagliato nel metodo e nel merito”. Così, in una nota congiunta, il segretario confederale della Cgil Vince...