Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

Servizi postali

SMART WORKING

Intesa del 18 dicembre 2020

Sottoscritto nella tarda serata odierna l’accordo di regolamentazione dell’Istituto Smart Working per il personale del Gruppo Poste Italiane.

Una trattativa piuttosto complessa, protrattasi nel tempo, e che ha indotto le parti alla condivisione di un testo di intesa recante previsioni di maggior favore per i Lavoratori rispetto ai contenuti della legge istitutiva del lavoro agile.

Il rigoroso approccio metodologico e di merito alla trattativa ha permesso di addivenire ad un accordo a valenza contrattuale, da inserire, con gli opportuni ulteriori approfondimenti, nel corpo dell’articolato del CCNL in fase di rinnovo.

Molteplici i punti di garanzia che qualificano l’intesa: 

 Prevista l’Assistenza del Sindacato nella fase preliminare di sottoscrizione dell’accordo individuale;

 Contemplato l’Accomodamento Ragionevole, previsione contemplata dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dei disabili (anno 2007), inteso in un’accezione più ampia ed esteso ad ulteriori categorie di Lavoratori, anche diverse da quelle contraddistinte da disabilità conclamata (vedi fragili, Lavoratori appartenenti a nuclei monoparentali etc.);

 Concordata una durata e programmazione della prestazione in grado di favorire l’inclusione sociale e lo scambio professionale tra Lavoratori garantiti attraverso soluzioni organizzative che consentono l’alternanza tra prestazione resa da remoto e quella in sede aziendale;

 Rafforzato il principio del rigoroso rispetto dell’orario di lavoro, in stretta correlazione al diritto alla disconnessione, per il tramite del marcato richiamo all’art. 29 del vigente CCNL, recante la previsione dell’obbligo alla rigorosa osservanza dell’orario di lavoro, quale elemento essenziale della prestazione resa anche in modalità di Lavoro Agile;

 Sancito il concetto della dotazione delle apparecchiature a carico dell’Azienda e previsto un apposito capo riservato alla Formazione, quale fattore imprescindibile per la diffusione di una cultura aziendale orientata alla responsabilizzazione dei Lavoratori ed allo scambio relazionale tra gli stessi, onde prevenire forme di isolamento professionale;

 garantito il trattamento economico e normativo di pari entità rispetto a coloro che svolgono prestazione resa in Azienda, comprensivo della corresponsione del ticket. A tal riguardo l’Azienda si è altresì impegnata, su nostra richiesta, ad individuare a breve soluzioni vantaggiose economicamente per garantire connessione internet ad un costo conveniente;

 costruito un impianto in grado di garantire diritti e libertà sindacali con l’utilizzo delle bacheche sindacali elettroniche ed altre soluzioni tecnologiche che permettano la partecipazione alle assemblee e l’interlocuzione diretta con le OO.SS.;

 respinto ogni tentativo di introdurre forme che agevolino un potere di controllo da remoto sulla prestazione lavorativa resa in Smart Working.

Riteniamo l’accordo, cha avrà vigenza sino al termine del prossimo anno, un importante avanzamento nell’impianto delle tutele e garanzie all’interno della più grande Azienda di servizi del nostro Paese, a conferma del ruolo determinante del Sindacato nell’ambito delle grandi trasformazioni del mondo del lavoro.

Roma, 18 dicembre 2020

                                                                                           Le SEGRETERIE NAZIONALI                                                                                                                  Slc-Cgil    Slp-Cisl    Uilcom Poste    Failp-Cisal    Confsal Comunicazioni    FNC UGL Comunicazioni

2020118_Poste_It._Verbale_di_Accordo_Lavoro_Agile_18_dicembre_2020

 

 

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Poste: Di Ceglie, “Privatizzazione, progetto scellerato. Subito incontro con Giorgetti”

(U.S. Slc Cgil) - Roma, 5 gen - “È dunque chiarito! Nella conferenza stampa di ieri la Presidente del Consiglio ha confermato il progetto scellerato di privatizzare ulteriori quote del capitale pubblico di Poste Italiane”. Non usa mezzi termini il segretario nazional...

CCNL Servizi postali in appalto, siglata l'ipotesi di rinnovo

  22 Dicembre 2023   servizi postali
Dopo un lungo periodo di stallo, dovuto ad un contesto non semplice caratterizzato da una fase delicata di cambi di appalto, è stata sottoscritta in data odierna tra Sindacato e organizzazioni datoriali l’ipotesi di rinnovo del CCNL per le imprese private operanti ne...

Servizi postali, siglata l'ipotesi di rinnovo del contratto

  15 Novembre 2023   servizi postali
Di Ceglie: "Superata la soglia di 9 euro lordi. In attesa della legge, la contrattazione paga" Finalmente, dopo anni di attesa, è stata sottoscritta in data odierna tra Sindacato e organizzazioni datoriali l’ipotesi di rinnovo del CCNL per le imprese private operanti...

Poste Italiane, privatizzazione miope

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO CGIL NAZIONALE – SLC CGIL Poste: Cgil e Slc Cgil, “Privatizzazione miope che, se confermata, sarebbe un danno per il Paese” Roma, 9 novembre - “Scelte miopi che tradiscono le promesse di questa maggioranza di governo, contraddicendo l’annu...

Poste: una tantum ai dipendenti è riconoscimento dei sacrifici in fase Covid

Poste: Slc Cgil, ‘Ok per risultati, ma una tantum è anche riconoscimento sacrificio lavoratori in fase Covid’ Necessario aumentare minimi tabellari nel rinnovo prossimo contratto (U.S. Slc Cgil) Roma, 7 ott - “Il bonus una tantum di mille euro ai dipendenti di Poste...

Cgil e Slc: no a privatizzazioni, tutelare asset strategici del Paese

Comunicato congiunto Cgil e Slc-Cgil Roma, 16 ottobre – “In una fase in cui sarebbe urgente intervenire per costruire politiche industriali e di sviluppo in grado di rilanciare il sistema industriale e con esso l’occupazione e l’economia, si pensa invece a ricette sb...