6 servizi postali elab180x180SERVIZI POSTALI

L’Inps ha revocato il  messaggio n.  002941 del 15/2/2013 relativo all’obbligo delle aziende del gruppo Postel: Postel, Docutel, Postelprint, Innovative Solutions, Docugest di versare la contribuzione al Fondo pensioni lavoratori dipendenti e non all’ex Ipost.

Con circolare congiunta Slc-Inca del 18 febbraio 2013 avevamo commentato positivamente la decisione dell’Inps scaturita dagli esiti, favorevoli per l’Istituto, di un contenzioso legale, in quanto liberava i lavoratori e le lavoratrici con contribuzione versata sia in Inps che in Ipost dall’obbligo della ricongiunzione onerosa, prefigurando il trasferimento gratuito e per via amministrativa della contribuzione.

Purtroppo il legislatore, con il decreto-legge n. 101 del 31/8/2013, art. 7 comma 9 sexies, in sede di conversione, con modificazioni, nella legge 30/10/2013 n. 125, intervenendo con una “corretta interpretazione” ha  ribadito che l'obbligo di versare la contribuzione all’ex Ipost  vige per  Poste italiane ma anche per "tutte le società nelle quali la stessa azienda detiene una partecipazione azionaria di controllo, ad esclusione delle società con licenza bancaria, di trasporto aereo e che svolgono attività di corriere espresso".

E’ questa la norma che ha spinto l'Inps a revocare il messaggio sopra richiamato e a sospendere tutte le attività relative.

La situazione creatasi  è molto negativa per i lavoratori  con contribuzione nelle due casse, Inps ed ex Ipost, che si troveranno di fronte all'esigenza di pagare per la ricongiunzione dei contributi o di accedere alla pensione totalizzata, con il passaggio al sistema contributivo.

Questa nuova realtà va tenuta presente sia nella valutazione di  possibili accordi di esodo che nella consulenza previdenziale.

Interverremo sull’Inps congiuntamente per fare in modo che sia fatto salvo il trasferimento gratuito per le domande inoltrate a seguito delle indicazioni operative  fornite dall’Inps.

Scarica il messaggio Inps: Messaggio INPS n. 18800

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Lettera delle OO.SS. su trattenuta per banconote false a Poste Italiane

  22 Ottobre 2020   poste italiane
Dr. Salvatore Cocchiaro R.I Responsabile Poste Italiane S.p.A Viale Europa 175 00144 ROMA Roma, lì 22 ottobre 2020 Oggetto: trattenuta a stipendio a dipendenti per rinvenimento banconote false  In una apposita riunione si era convenuto che, in attesa della...

Lettera a Poste Italiane e Anci su difficoltà di accesso negli uffici

  17 Settembre 2020   poste italiane
Roma, 17 settembre 2020 Al Dott. Antonio De Caro Presidente ANCI Al Dott. Matteo Del Fante A.D. Poste Italiane Al Dott. Giuseppe Lasco Co General Manager Poste Italiane Oggetto: Difficoltà di accesso negli Uffici Postali La difficile situazione venutasi a c...

Segreterie Nazionali scrivono a Nexive per consegna corrispondenza a firma.

  4 Agosto 2020   servizi postali salute sicurezza
Spett.le NEXIVE S.p.A. Responsabile RELAZIONI INDUSTRIALI Dott. Saverio SECRETI Oggetto: modalità consegna Nexive Siamo venuti a conoscenza della Vs comunicazione del 03/08/2020 nella quale si ripristinano le modalità di consegna della corrispondenza a firma ante...

Segreterie Nazionali chiedono a Poste Italiane ulteriori accorgimenti per consegna oggetti a firma

  3 Agosto 2020   poste italiane salute sicurezza
Dr. Salvatore Cocchiaro Risorse Umane e Org.ne – R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa,175 00144 Roma Roma, 01 Agosto 2020 Oggetto: consegna corrispondenza a firma La mancata proroga da parte del Governo delle disposizioni che consentivano il rilascio dell’av...

Intesa sulle politiche attive a Poste Italiane

  29 Luglio 2020   poste italiane
Incontro del 29 luglio 2020 Sottoscritta, in data odierna, l’intesa in materia di Politiche Attive riferite all’anno in corso. Nonostante la grave crisi epidemiologica che ha pesantemente e gravemente inciso sull’intero tessuto industriale e produttivo del Paese, ...

Poste Italiane. Accordo PdR 2020

  29 Luglio 2020   poste italiane
Sottoscritto, in data odierna, l’accordo di proroga del premio di risultato, anno 2020. Il confronto si è rilevato da subito alquanto complesso per il comprensibile atteggiamento prudenziale dell’Azienda a causa della grave crisi pandemica che ha prodotto un calo d...