Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

COMUNICATO SINDACALE

Comunicazione Aziendale su “Lavoro Agile”

Da alcuni territori ci segnalano che Comdata ha inoltrato ai lavoratori che svolgono la loro prestazione da casa una missiva datata 15 giugno, della quale ne richiede la firma, avente per oggetto la “prestazione lavorativa in modalità di lavoro agile”.

Tale lettera integra e modifica analoga precedente comunicazione aziendale inviata nei mesi scorsi con cui si disciplinava unilateralmente la prestazione lavorativa remotizzata, resasi necessaria a causa della pandemia da COVID19, al fine di minimizzare la concentrazione dei lavoratori sui siti e, di conseguenza, il rischio di contagio negli ambienti di lavoro.

Secondo gli affidamenti verbali fornite alle scriventi OO.SS. al momento della sottoscrizione dell’accordo del 29 maggio u.s. sul FIS , Comdata si era impegnata a modificare la disciplina del “lavoro agile” permettendone lo svolgimento in un luogo diverso dal domicilio del lavoratore, sempre che questo fosse compatibile con l’utilizzo dei supporti informatici necessari per lo svolgimento dell’attività lavorativa ed idoneo ad essa.

Con la comunicazione del 15 giugno l’azienda va però ben oltre ed aggiunge una sibillina clausola con la quale si riserva “di effettuare, anche su richiesta del lavoratore, compatibilmente con la presente situazione di contingenza, emergenza ed urgenza, ispezioni presso i luoghi adibiti allo svolgimento della prestazione esterna, previo consenso del lavoratore, per le verifiche del caso”.

Riteniamo che tale condizione, la cui ipotetica applicazione appare peraltro di difficile attuabilità stante la sua stessa formulazione e con le attuali skill ed organizzazione aziendale, sia incompatibile con il lavoro remotizzato così come ora configurato e vada quindi rimossa.

Invitiamo quindi l’azienda a riformulare la sua regolamentazione eliminando la predetta clausola ed, in difetto , i lavoratori dall’astenersi di firmarla.

Roma, 22 giugno 2020

LE SEGRETERIE NAZIONALI
SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Comdata, incontro sindacati - azienda del 9 maggio 2023

  11 Maggio 2023   comdata call center tlc
INCONTRO SITUAZIONE AZIENDALE EX ART. 1  Nella giornata del 9 maggio 2023 si è svolto l’incontro ex art.1 CCNL Telecomunicazioni tra le Segreterie Nazionali e Territoriali SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL unitamente alla delegazione delle RSU, e la direzione di...

Network Contacts, proclamato lo stato di agitazione

  9 Maggio 2023   call center tlc
In data 8 maggio 2023, nell’ambito del previsto incontro con l’azienda Network Contacts, le OO.SS. di SLC CGIL, Fistel CISL, UilCom UIL si sono presentate, con grande spirito di attenzione, con le strutture nazionali, territoriali e le delegate ed i delegati del terr...

Inps Servizi, sciopero nazionale il 25 maggio

  9 Maggio 2023   call center tlc
Come annunciato nel comunicato del 28 aprile c.a. e in seguito allo svolgimento del Coordinamento Unitario delle RSA, le scriventi Segreterie Nazionali Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil proclamano per tutto il personale del CCM Inps Servizi una giornata di sciopero, ...

Wind Tre, sciopero riuscito!

  8 Maggio 2023   tlc wind
Su Collettiva.it il racconto dello sciopero nazionale del 4 maggio 2023 indetto da Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil contro lo scorporo di rete e servizi prospettato da Wind Tre: https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2023/05/05/news/windtre-sciopero-riuscito-298...

Vodafone, risposta al ministro Crosetto e incontro con l'azienda del 4 maggio

  5 Maggio 2023   tlc vodafone
Tweet di Crosetto su lavoratori Vodafone: SLC CGIL, “Il ministro della Difesa solleciti l’intervento dei ministeri del Lavoro e del Mimit, invece di ironizzare su lavoratori soggetti a un licenziamento incombente” Mentre 1.003 lavoratrici e lavoratori di Vodafone I...

Wind Tre, domani sciopero contro lo scorporo rete - servizi

  3 Maggio 2023   tlc wind
Domani, giovedì 4 maggio, le lavoratrici e i lavoratori di WindTre di tutto il territorio nazionale saranno in sciopero contro la vendita dell’intero asset della rete a un fondo di investimento svedese. Si tratta di una scelta totalmente sbagliata che non ha alcun...