5 tlc elab180x180TLC E EMITTENZA

business solutions tw

In data 8 ottobre 2021 si è tenuto il primo incontro a seguito dell’avvio della procedura di licenziamento collettivo per riduzione di personale (legge 223/91) della società Business Solutions Italia.

L’Azienda ha dichiarato che il ricorso al licenziamento di 30 lavoratori su 94 è l’unica strada per garantire un futuro industriale.

La delegazione sindacale ha evidenziato le gravi inadempienze aziendali nel non voler perseguire in modo concreto le strade di serie incentivazioni all’esodo individuale, di riconversione professionale.

Abbiamo evidenziato come i lavoratori già in passato si sono fatti carico delle tematiche relative al costo del lavoro e che non esistono ulteriori margini di interventi collettivi in questo senso.

I problemi di costo del lavoro si possono e si devono affrontare con ammortizzatori sociali equi e basati sulla più ampia solidarietà. I lavoratori hanno già contribuito in tal senso con notevoli sacrifici economici in questi anni. Ma le soluzioni strutturali, per una prospettiva industriale certa, devono vedere l’Azienda all’altezza di cogliere le opportunità di mercato.

L’Azienda si è invece arroccata sull’utilizzo della 223 come unica strada percorribile e a nulla sembra essere valsa la nostra sottolineatura che l’applicazione dei criteri per l’individuazione dei lavoratori da licenziare sarebbe un ulteriore aggravio circa la capacità di reggere il mercato di riferimento.

Le Segreterie di Slc-CGIL, Fistel-CISL, Uilcom-UIL insieme alle RSA sottolineano infine che mai in questo settore sono stati fatti accordi che prevedono il licenziamento di alcun lavoratore se non su base volontaria.

L’incontro si è concluso senza che l’Azienda fosse in grado di proporre alcuna data per la ripresa del confronto previsto in procedura e anche questo è un segnale molto negativo. Invitiamo tutti lavoratori a rendersi disponibili a tutte le iniziative di lotta che saremo in grado di mettere in campo per contrastare queste nefaste intenzioni aziendali.

Roma, 11 ottobre 2021

Le Segreterie Nazionali
SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Rai, si va verso lo sciopero generale

  21 Marzo 2023   rai tv emittenza raiway broadcasting
RAI, APERTURA DELLE PROCEDURE DI RAFFREDDAMENTO In data odierna, le Segreterie Nazionali SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL, FNC-UGL, SNATER, LIBERSIND-CONFSAL hanno deciso di aprire le procedure di raffreddamento per il personale di tutto il Gruppo RAI, in relazion...

Contact center Italo, proclamato lo stato di agitazione

  14 Marzo 2023   call center tlc
CAMBIO DI APPALTO NTV-ITALO Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni: ennesimo tentativo di elusione della clausola sociale In data odierna si è svolto l’incontro per la procedura di cambio di appalto delle attività di customer care di NTV-Italo, tr...

Wind Tre, fare chiarezza su operazioni strutturali

  14 Marzo 2023   tlc wind
Roma, 14 marzo 2023 Spett.le WindTre S.p.A. c.a. Dott. Marco Mondini Oggetto: richiesta urgente di incontro Date le ricorrenti e sempre più insistenti voci su operazioni strutturali che riguardano il mondo della Rete di WindTre, e quindi il futuro di migliaia...

Vodafone, sindacati indisponibili a mera gestione delle eccedenze

  13 Marzo 2023   tlc vodafone
Si è svolto in data odierna, presso la sede Unindustria di Roma, l’incontro tra i rappresentanti aziendali dell’azienda Vodafone Italia e le Segreterie nazionali e territoriali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni e le RSU per discutere dell’an...

Sky, 1.200 lavoratori interessati dal piano di riassetto dei costi

  13 Marzo 2023   sky tv broadcasting
Nella giornata di oggi, in occasione dell’incontro con l’Amministratore Delegato di SKY per la presentazione alle OO.SS. del Piano 2024-2025, l’Azienda ha illustrato un percorso di riassetto dei costi che interesserà 1200 lavoratori/trici di SKY Italia, fra interni e...

Vodafone, in arrivo piano da mille esuberi

  10 Marzo 2023   tlc vodafone
Il prossimo 13 marzo Vodafone presenterà al sindacato la situazione aziendale e un piano di riassetto dei costi che equivale a circa 1000 eccedenze di personale. Parliamo di quasi il 20% della forza lavoro. Siamo evidentemente davanti all'ennesima dimostrazione di...