Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

Nella mattinata del 6 dicembre 2021 si sono incontrate, in modalità da remoto, le Segreterie Nazionali e Territoriali Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, congiuntamente alla delegazione nazionale delle RSU, con la Direzione di Wind3 per l’esame congiunto richiesto in seguito all’apertura della procedura di licenziamento collettivo, da parte dell’azienda, del 2 dicembre 2021 per un totale di 66 lavoratori.

In continuità con gli Accordi di riqualificazione e gestione delle eccedenze del 24 giugno 2020 e del 15 giugno 2021, la procedura si è chiusa con la sottoscrizione di un Accordo sindacale che prevede, quale criterio unico e sostitutivo a quelli previsti dalla legge 223 per l’individuazione dei lavoratori da licenziare, quello della non opposizione al licenziamento stesso. Quindi 66 lavoratori, i cui profili professionali sono stati individuati nella procedura e che operano nelle sedi di Roma (23), Rho (16), Pozzuoli (8), Ivrea (5), Palermo (4), Cagliari (3), Bologna (2), Udine (2), Pescara (2), Bari (1) che, nel periodo dal 9 dicembre 2021 al 31 maggio 2022, decideranno di accettare il licenziamento senza opposizione potranno accedere, oltre all’incentivo all’esodo stabilito nell’accordo di giugno, all’indennità mensile di disoccupazione Naspi.

L’incontro è proseguito con un aggiornamento, da parte di Wind3, del piano riqualificazione e gestione delle eccedenze:

  • Uscite volontarie: nel biennio 2020/2021 ci sono state in totale 294 uscite, di cui 37 legate all’art. 4 legge La media dell’età è di 52 anni e i settori di provenienza sono: commercial (146), technology (103), finance (21), other staff (24).
  • Insourcing: nel 2020 e nel 2021 le aree impattate da attività di internalizzazione sono state quelle Commercial, Technology e Corporate Staff ed hanno coinvolto un totale di 710 risorse (450 nel 2020 e 260 nel 2021). Anche nel corso del 2022 i processi di insourcing riguarderanno le medesime aree per un numero presumibile di circa 100
  • Formazione: da gennaio a settembre 2021 sono state erogate circa 250.000 ore di formazione di cui 289 legate ai programmi del Fondo Nuovo Competenze (Digital Mindset & Transversal Skills, Transformation & Reskilling, Technological Evolution, Customer & Sales Excellence). Tutto il personale di Wind3 è stato coinvolto in almeno uno dei suddetti programmi formativi che proseguiranno, compatibilmente con l’approvazione da parte di ANPAL, anche nel corso del 2022 secondo il piano FNC presentato a giugno di questo anno.

L’azienda ha, infine, comunicato di proseguire con il piano di razionalizzazione delle sedi minori iniziato nel 2020. Nel corso del 2022 5 sedi periferiche verranno trasformate da “calde” in “fredde/tiepide” con il seguente trasferimento della sede amministrativa:

Aosta à Ivrea Cuneoà Genova Milanoà Rho

Roma Tor Cervara à Roma via Viola Venezia Marghera à Venezia Mestre

In seguito a espressa richiesta della delegazione sindacale l’azienda ha confermato che le guardianie delle sedi in chiusura resteranno operative e si è dichiarata disponibile, ove necessario, a mantenere attiva la rete lan e ad installare apposite stampanti.

Le Segreterie Nazionali, al termine dell’incontro, nell’evidenziare con piacere come il piano di riqualificazione e gestione delle eccedenze stia proseguendo secondo quanto concordato negli accordi del 2020 e del 2021, trovando quindi soluzioni non traumatiche alle eccedenze quali le uscite volontarie, l’internalizzazione delle attività e la riqualificazione professionale attraverso percorsi formativi, hanno però evidenziato alcune criticità segnalate dai territori:

  • in merito ai passaggi di livello concordati in ambito field l’aver utilizzato, da parte dell’azienda, in maniera prevalente l’attestazione della salita in quota quale criterio di scelta ha creato situazioni di non equità con lavoratori che senza attestazione, ma con anzianità di servizio e professionalità maggiori, non hanno avuto il riconoscimento del livello. E’, inoltre, necessario individuare, anche tramite la commissione inquadramentale, ulteriori aree aziendali/professionali in cui operare i successivi passaggi di livello previsti nel corso del 2022
  • in alcuni territori le uscite concordate negli scorsi anni anno creato situazioni di sottostaffaggio con difficoltà a coprire le ruote di reperibilità e turnazione

Su questi punti, e sull’Accordo sperimentale di smart working in scadenza a marzo 2022, ci si è riservati di concordare tavoli ad hoc in modo da poter approfondire in maniera più dettagliata argomenti importanti e di interesse per i lavoratori.

Roma, 7 dicembre 2021

Le Segreterie Nazionali
SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Servizio Tg1 Rai: Sdegno Slc-Cgil per violazione regole minime di deontologia e privacy

  29 Gennaio 2024   Comunicati stampa rai tv emittenza
(U.S. SlcCgil) -Roma, 29 gen- Ha suscitato sdegno nella Segreteria Nazionale Slc-Cgil il Servizio del Tg1, trasmesso nell’edizione delle 20 del 27 gennaio scorso, sul bambino in carrozzina ritrovato nel triage di un ospedale della provincia di Latina che una donna av...

Tim: Chiesto incontro urgente alla presidente Meloni e ai ministri Urso, Calderone, Giorgetti

  29 Gennaio 2024   tim tlc
Roma, 25 gennaio 2024 Al Presidente del Consiglio dei Ministri On. Giorgia Meloni Al Ministro delle Imprese e del Made in Italy On. Adolfo Urso Al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali On. Marina Elvira Calderone Al Ministro dell’Economia e delle Finanze On...

Tim: Cgil e Slc, Occorrono garanzie su occupazione e chiarezza su ricadute infrastrutturali

  17 Gennaio 2024   Comunicati stampa tim tlc
Roma, 17 gennaio - “Vogliamo sapere se fra le garanzie degli interessi strategici nazionali ci sono anche quelle sulla tenuta occupazionale”. È l’interrogativo che Cgil e Slc Cgil rivolgono al Governo a fronte del via libera formalizzato stamane da Palazzo Chigi alla...

WindTre, discutibile l'iniziativa aziendale di contenimento dei costi

  9 Gennaio 2024   tlc wind
Leggiamo, non senza qualche sentimento di sorpresa e curiosità, della creazione in WindTre di un comitato strategico contro gli sprechi e per azioni di contenimento dei costi operativi. Il primo suggerimento che, d'istinto, ci verrebbe da dare sarebbe quello di elimi...

Fasi Rai, rinnovato l'accordo con Unisalute per il 2024

  30 Dicembre 2023   rai tv emittenza broadcasting salute
Nella giornata di ieri, gli organismi amministrativi del Fasi Rai hanno pubblicato le nuove condizioni della polizza sanitaria per il 2024, a seguito del rinnovo dell’accordo con Unisalute, che comporterà i costi specificati nella tabella seguente: Il nuovo accordo p...

Rai: Piano industriale. Saccone, "Palese disinteresse a servizio pubblico protagonista di transizione digitale. Lo contrasteremo"

  22 Dicembre 2023   Comunicati stampa rai tv emittenza
(U.S. Slc-Cgil) -Roma, 22 dic- “La presentazione delle linee guida del prossimo piano industriale della Rai ci lascia la percezione del generale disinteresse della politica ad avere un servizio pubblico radiotelevisivo protagonista della transizione digitale del Paes...