5 tlc elab180x180TLC E EMITTENZA

tiscali linkem tw

Lo scorso 26 gennaio si è svolto l'incontro fra le Segreterie Nazionali di SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL con la dirigenza dell'azienda Tiscali.

L'incontro è stato richiesto a seguito dell'annuncio della fusione fra Tiscali ed un ramo di azienda di Linkem. La nuova realtà avrà circa 900 dipendenti ed una base di circa un milione e duecentomila clienti. Linkem continuerà a gestire la propria infrastruttura di rete e sarà legata con la nuova realtà con un contratto di servizio.

La nuova ‘società’ si focalizzerà sempre di più sulla commercializzazione di servizi cloud ed innovativi e dei data center. La struttura organizzativa delle due aziende è tale che l'operazione, alla sua conclusione, non prevederà problemi di carattere occupazionale ma favorirà, anche attraverso progetti formativi, nuove possibilità di crescita.

L'operazione, a detta dei responsabili aziendali, rappresenta lo sbocco inevitabile del processo di uscita dalla crisi aziendale iniziata nel 2008. La revisione del debito condotta in questi anni e ciò che seguirà al processo di fusione costituirà la base del rilancio di una nuova realtà che potrà giocare un ruolo interessante nel mercato TLC.

Come SLC CGIL riteniamo che la situazione complessiva del settore TLC sia arrivata ormai ad un punto di non ritorno. Processi di consolidamento sono ormai inevitabili, così come è inevitabile un ripensamento dei modelli di business. La competizione folle sui prezzi che ha caratterizzato questo settore ha portato ad una perdita di valore impressionante che, a caduta, si è riverberata su un generale arretramento tecnologico del Paese. La sfida della digitalizzazione passa dalle aziende di TLC. Tiscali per molti anni ha rappresentato una punta avanzata dell'innovazione. Occorre che torni ad essere questo.

A riguardo registriamo con favore la conferma da parte aziendale di voler riportare nel perimetro diretto il ramo d'azienda ed i lavoratori precedentemente ceduti ad Engineering. Le sfide innovative che si propone la nuova azienda non possono prescindere dalle professionalità d'eccellenza presenti nel ramo che, evidentemente, Engineering non ha valorizzato.

Sulla richiesta aziendale di revisione della contrattazione aziendale anche alla luce della fusione, come organizzazione abbiamo sottolineato la nostra disponibilità a ragionare partendo da due assunti imprescindibili: non possono esserci atti unilaterali e non si può prescindere dal rispetto della storia sindacale di Tiscali e dai diritti acquisiti.

Nelle prossime settimane proseguirà quindi il confronto sindacale in attesa di coinvolgere anche la dirigenza di Linkem, dalla quale ci attendiamo atti concreti di interesse al confronto.

Roma, 28 gennaio 2022

La Segreteria Nazionale di SLC  CGIL

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Rai, Fuortes sbaglia tutto. Ultime su sedi regionali e patrimonio immobiliare

  30 Giugno 2022   rai emittenza raiway broadcasting
RAI, FUORTES SBAGLIA TUTTO  Le dichiarazioni rilasciate durante la presentazione dei palinsesti dall’amministratore delegato Rai in relazione allo sciopero del personale di produzione tv impongono una riflessione. Fuortes sbaglia tutto: tempi, modi e parole...

Rai, il piano industriale di Fuortes distrugge l'azienda

  28 Giugno 2022   rai tv emittenza raiway broadcasting
RAI: SLC CGIL, IL PIANO INDUSTRIALE DI FUORTES DISTRUGGE L'AZIENDA Giovedì scorso, davanti a un CDA ammutolito, l’AD Rai ha calato sul tavolo della Sala Orsello della direzione generale di Viale Mazzini – sede presto in dismissione, secondo le voci più ricorrenti c...

Huawei Technologies Italia, sottoscritto il primo accordo nazionale

  24 Giugno 2022   tlc
Dopo un lungo e proficuo percorso relazionale, costruito nel tempo, è stato sottoscritto un importante accordo a livello nazionale tra l’azienda Huawei e le Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil. L’intesa parte dal riconoscere il valore della co...

Tim, difendiamo occupazione e futuro del Paese

  23 Giugno 2022   tim tlc telecom
Il 21 giugno le lavoratrici ed i lavoratori del gruppo Tim hanno scioperato per difendere i livelli occupazionali ma anche il futuro del Paese, parte del quale legato ad una infrastruttura vitale e strategica come la rete. Sono questi i motivi per i quali il sindac...

Tim, la piazza del 21 giugno

  21 Giugno 2022   tim tlc telecom
SCIOPERO NAZIONALE DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DEL GRUPPO TIM Manifestazione del 21 giugno 2022 in piazza Bocca della Verità, Roma   L’intervento conclusivo di Riccardo Saccone, Segretario Nazionale SLC CGIL “La domanda che abbiamo posto alle rappre...

Call center ITA, accordo raggiunto. Sindacati, "Sanata una ferita"

  17 Giugno 2022   call center tlc almaviva
VERTENZA CUSTOMER CARE ITA. SIGLATO ACCORDO CHE SALVAGUARDA INTERO PERIMETRO OCCUPAZIONALE Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil: “Sanata una ferita, soddisfazione per l’intesa traguardata” In data odierna, dopo una lunga trattativa presso il Ministero del Lavoro, alla...