Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

Nel tardo pomeriggio del 14 settembre 2023 si è svolto il secondo incontro tra le Segreterie Nazionali SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL unitamente alle strutture territoriali e alle RSA collegati da remoto, e la Commissaria Straordinaria INPS Dott.ssa Gelera, presenti anche il Direttore Generale INPS, il Direttore Patrimonio INPS e il Direttore Generale INPS Servizi.

Nonostante le rassicurazioni da parte della Commissaria sulla volontà dell’Istituto di valorizzare e potenziare il CCM, anche attraverso l’assegnazione di nuove attività di cui parleremo nel dettaglio in seguito, e pur avendo dimostrato di aver compreso l’impellente necessità di recuperare salario e dignità lavorativa, le risposte che sono state portate al tavolo non sono state esaustive e soddisfacenti.

Se a partire da gennaio 2024 verranno, infatti, assegnate ad INPS Servizi due nuove attività, quella della gestione delle agende di invalidità civile tramite chiamate outbound e quella di consulenza ISEE che consentiranno, finalmente, di realizzare dei consolidamenti orari dei PT involontari, per l’anno in corso, invece, le uniche diponibilità economiche sono quelle previste per un eventuale accordo sul Premio di Risultato (€ 1,5 milioni per il 2023 e € 2,5 milioni per il 2024). Poco, ancora troppo poco per affrontare il recupero del potere d’acquisto e della differenza salariale determinatasi al momento dell’internalizzazione!

Ma la Commissaria ha altresì rimarcato come sia assolutamente necessario, in INPS Servizi, un immediato cambio di passo nelle relazioni sindacali, come le azioni unilaterali debbano cessare e che vengano immediatamente messe in campo tutte quelle iniziative a “costo zero” fondamentali per migliorare la conciliazione vita/lavoro (es. turni agevolati, cambi turno, matrice orarie con visibilità di almeno 8 settimane, ecc).

Per questo ha chiesto, alle Organizzazioni Sindacali presenti all’incontro, un atto di fiducia nei suoi confronti e di fare un ulteriore sforzo per aprire un tavolo di trattativa e provare a trovare soluzioni condivise. Di fronte a questo accorato appello abbiamo deciso, responsabilmente ma non senza difficoltà, di accettare il “guanto di sfida” che ci è stato lanciato e, già a partire dai prossimi giorni, rilanceremo questo guanto ad INPS Servizi richiedendo un tavolo di confronto che metta, nero su bianco, i seguenti punti:

- Le nuove attività da portare in INPS Servizi e, come queste, porteranno ad incrementi orari e per quanti lavoratori;

- Le attività formative, vere e non “tappabuchi”, che dovranno messe in campo per tutti gli operatori;

- Le crescite inquadramentali degli operatori, anche alla luce delle nuove attività;

- Le azioni da porre immediatamente in essere per migliorare la qualità della vita lavorativa;

- Un accordo di Premio di Risultato esigibile, concreto e privo di ogni forzatura su controllo a distanza, mass recording e microteam.

A questo punto la palla passerà all’attuale dirigenza di INPS Servizi che dovrà dimostrare fino in fondo, come richiesto dalla Commissaria INPS, che la volontà di cambiare rotta nelle relazioni sindacali sia anche un loro proposito.

Le OO.SS. Confederali, a tutti i livelli non si sono mai sottratte neppure a confronti difficili ma il cambio di passo si deve tradurre in atti concreti ed efficaci, senza ulteriori rimandi. Il fattore tempo non può considerarsi un alibi.

Roma, 15 settembre 2023

Le Segreterie Nazionali
Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Tv: gruppo Telecity-Telestar-Italia 8 licenzia 60% lavoratori

  21 Febbraio 2017
"La famiglia Tacchino, proprietaria delle emittenti, decide il licenziamento del 60% delle lavoratrici e dei lavoratori di Telecity-Telestar-Italia 8 e la contestuale chiusura delle sedi di Torino e Genova." Lo annuncia una nota congiunta di Fnsi e Slc Cgil. "E’ inc...

Rai: richiesta d'audizione sul servizio pubblico radiotelevisivo

  20 Febbraio 2017
Le scriventi OO.SS. richiedono un incontro urgente per chiarimenti in ordine alle tematiche di seguito descritte. 1. A seguito dell'inserimento di Rai, da parte dell’Istat, nell'elenco delle pubbliche amministrazioni, potrebbero configurarsi una serie di effetti di...

Almaviva: Del Cimmuto, accordo taglia diritti e non innesca sviluppo virtuoso

  20 Febbraio 2017
Con una certa sorpresa il 20 febbraio u.s. alle 14.00 – un’ora prima dell’orario dell’incontro previsto per il pomeriggio della stessa giornata - ci è pervenuta una comunicazione da parte del MISE con la quale viene convocata per martedì 28 febbraio p.v. una riunione...

Otto domande al Governo sul futuro della RAI

  18 Febbraio 2017
Il 30 aprile 2017 scade l’ennesima proroga per il rinnovo della concessione per il servizio pubblico radiotelevisivo che - peraltro - non è l’unico atto necessario per la prosecuzione dell’attività; andrà accompagnata da una convenzione e dal contratto di servizio...