Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

Il giorno 22 Dicembre si è svolto un incontro tra Le Segreterie Nazionali, Territoriali SLC/FISTEL/UILCOM e la delegazione delle RSU con l’azienda SKY Italia in merito ad un nuovo accordo sulla cosiddetta “Isopensione” (ex legge Fornero art.4).

Le Segreterie Nazionali hanno inizialmente sollecitato l’azienda nel calendarizzare l’incontro, già da tempo richiesto, con l’ A.D. sulle prospettive aziendale ed i relativi piani riorganizzativi previsti.

L’Azienda, rappresentata dalla Responsabile di HR ha confermato la volontà di aprire un confronto, presumibilmente il prossimo 29 Gennaio 2021, data che sarà confermata ed ufficializzata nei prossimi giorni. Ha confermato altresì la volontà di affrontare i tre drivers principali su cui si baserà l’intero progetto riorganizzativo del gruppo senza iniziative unilaterali e con un approccio di piena condivisione per l’intero percorso.

Le tre tematiche che rappresenteranno l’intero progetto riguardano sostanzialmente una Centralizzazione e semplificazione delle strutture sovranazionali evitando strutture doppie nelle varie entità europee (dettate da esigenze del Gruppo e dagli azionisti).

Digitalizzazione da implementare su tutte le attività.

Nuovi core business aziendale, ovvero le attività più significative sui cui l’azienda si concentrerà maggiormente nel medio periodo.

Ovviamente tali scenari necessiteranno di tempistiche non inferiori a due anni e quindi a detta della stessa azienda anche il fattore tempo gioca a favore, ovvero tali processi riorganizzativi si affronteranno in una logica di confronto e di condivisione.

Le OO.SS. pur confermando di essere pronti ad un confronto complessivo hanno comunque ribadito la necessità di procedere senza atti unilaterali e nella logica della piena condivisione e del mantenimento dei perimetri occupazionali. Tra l’altro accordi recentemente ratificati in ambito Customer Care ne sono la riprova.

Le OO.SS. hanno quindi rilanciato la necessità di programmare progetti formativi, non rinunciando ad esempio alle risorse derivanti dal Fondo nuove competenze, che siano utili alla riprofessionalizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori oggetto di cambio attività o della stessa nuova attività digitalizzata, così come il confronto non potrà esimersi dall’affrontare il tema dell’insourcing di attività oggi gestite da terzi.

la Delegazione sindacale ha espresso inoltre la volontà di affrontare il tema dello smart working a regime (post pandemia) e l’intero sistema di norme ,consuetudini, prassi che andrebbe finalmente inserito in un vero e proprio integrativo aziendale SKY, a quindi nuovamente sollecitato la piena ricollocazione delle lavoratrici e dei lavoratori ex R2.

Le parti hanno quindi concordato di ratificare il nuovo accordo sull’ ISOPENSIONE ampliando la possibile adesione fino a un massimo di 80 lavoratori.

La decisione individuale potrà quindi essere comunicata all’azienda entro il prossimo 31 gennaio 2021. Si è quindi esteso il periodo fino a 4 anni per tutti coloro che maturino i requisiti al prepensionamento nel periodo compreso tra il 1 Luglio 2021 ed il 30 Giugno 2025.

Infine si è concordato di effettuare, una prima verifica sull’andamento delle adesioni entro la metà del mese di febbraio 2021.

Le parti si sono quindi aggiornate al prossimo 11 gennaio per affrontare alcune tematiche del Custmer Care di Sky Italia Network Service.

Roma, 22 dicembre 2020.

Le Segreterie Nazionali
SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Crisi call center, interlocutorio l'incontro al Mimit

  23 Febbraio 2024   call center tlc
In data odierna si è svolto l'incontro tecnico con il Mimit a seguito degli impegni stabiliti il 6 febbraio, tra le Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni alla presenza del Capo di Gabinetto del Mimit Giorgio Tosi Beleffi e d...

Tlc: Solari, "Bene la svolta europea ma quello italiano rimane un pasticcio"

  22 Febbraio 2024   Comunicati stampa tlc
Tlc: Solari, Slc Cgil, “Bene la svolta europea ma quello italiano rimane un pasticcio. Unica prospettiva per Tim, essere acquisita da prevedibile soggetto industriale Franco-tedesco” (U.S. Slc Cgil) - Roma 22 feb - “Abbiamo salutato con favore la svolta annunciata...

Call Center Tim, migliaia i posti di lavoro a rischio negli appalti

  22 Febbraio 2024   tim call center tlc
Saccone: “Nel corso dell’incontro odierno, convocato presso il MIMIT, richiameremo il governo alle proprie responsabilità”. Oggi il Mimit, come da impegni assunti nel corso dell’incontro dello scorso 6 febbraio in relazione alla vertenza Telecomunicazioni, ha convo...

Abramo, proclamato lo stato di agitazione. Mimit ci convochi subito

  20 Febbraio 2024   tim call center tlc
In data odierna, si è svolto l’incontro tra i rappresentanti dell’azienda Abramo CC in amministrazione straordinaria, le Segreterie nazionali e territoriali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e le RSU per una informativa urgente dell’azienda in relazione alla cassa...

WindTre, lo scorporo della rete non si farà

  15 Febbraio 2024   tlc wind
Ieri mattina, con un comunicato congiunto, i due amministratori delegati di WindTre hanno confermato quanto si andava leggendo ormai da settimane sulla stampa di settore: il matrimonio con EQT e, di conseguenza, lo scorporo della Rete attraverso l’operazione NetCo, n...

Tim: Saccone, “Nessuno strumento di politica attiva per i lavoratori? Riconvocare ad horas il tavolo al Mimit”

  14 Febbraio 2024   Comunicati stampa tim tlc
(U.S. Slc Cgil) – Roma, 14 feb – “Non ci saranno strumenti di politica attiva per gestire la delicatissima situazione di Tim. Un pessimo segnale anche per l'intero settore delle telecomunicazioni, che sta attraversando una ristrutturazione profonda”. È il commento pr...