Il 18 novembre u. s. si è riunito a Bruxelles il comitato ristretto incaricato di sviluppare il progetto dedicato alla promozione del dialogo sociale nell’ambito delle televisioni commerciali, europee.

La necessità di affrontare questo tema era stata condivisa, durante l’incontro del 28 Aprile 2014 a Berlino, da tutti i componenti del Comitato Esecutivo Euro MEI a seguito dei profondi cambiamenti che stanno investendo il settore.

Lo sviluppo di nuove modalità di distribuzione, sostenute dell’implementazione della banda larga, stanno richiedendo una profonda innovazione di processo e di prodotto che le aziende affrontano con nuovi piani industriali ed editoriali correlati al rilevante incremento di canali, per lo più tematici.

In tale contesto, inoltre, appare evidente che l’acquisizione di nuovi mercati e le dimensioni stesse delle aziende potrebbero risultare determinanti, nei prossimi anni, per la loro stessa sopravvivenza. Una condizione che sta spingendo realtà nazionali a costituirsi in gruppi multinazionali.

La decisione scaturita dal Comitato esecutivo è stata quella di prendere in considerazione alcune tra le Audiovisual Media Companies, maggiormente interessate ai cambiamenti in atto nello scenario europeo: Sky (ex BSkyB); Canal Plus (capogruppo Vivendi); Eurosport (capigruppo Discovery/TF1); RTL (capogruppo Bertelsmann);   Mediaset e Prisa TV.

Il progetto, che si svilupperà nel corso dei prossimi due anni, prevede diverse fasi di avanzamento:

  • la prima, sarà orientata a conoscere e confrontare le Aziende in esame analizzando soprattutto la situazione relazionale presente in ciascun Paese ed a fornire gli strumenti utili per migliorare tali rapporti o, qualora necessario, a costruirli;
  • la seconda, dedicata al dialogo sociale internazionale, presenterà, invece, un quadro ampio ed esaustivo sul CAE, analizzandone la funzionalità e fornendo tutte le delucidazioni tecniche per giungere alla costituzione degli organismi;
  • la terza si pone infine l’obiettivo di portare a sintesi quanto elaborato precedentemente, e di renderlo fruibile, attraverso le OOSS, a tutti i lavoratori interessati. In quest’ultima fase è previsto il coinvolgimento delle Aziende, con l’intento avviare un percorso relazionale pienamente condiviso.

 SLC, che è parte del gruppo promotore, lavorerà per conferire al progetto stesso obiettivi concreti e di rilevanza strategica per il nostro Sindacato. Ciò anche al fine di prevenire i pesanti impatti che potrebbero subire i lavoratori, una volta inseriti in contesti multinazionali dove la stessa Azienda opera in condizioni profondamente diverse tra i vari Paesi.

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Nota su 14mo congresso CES

  14 Giugno 2019
Il 14° Congresso della Confederazione europea dei sindacati si è tenuto a Vienna dal 21 al 24 maggio 2019. Al Congresso hanno partecipato circa 600 delegati nominati dalle organizzazioni sindacali dei Paesi di tutta Europea, affiliate alla CES. Per la prima...

Manifestazione il 26 aprile a Bruxelles

  18 Aprile 2019
Cgil, Cisl e Uil scenderanno in piazza a Bruxelles il prossimo 26 aprile al fianco dei sindacati europei, in vista delle elezioni del 23-26 maggio. ‘Call to action for a fairer Europe for workers’, questo lo slogan della manifestazione europea per i diritti del...

Solidariteti, una nuova pagina nella storia della sindacalizzazione dei call-center

  19 Febbraio 2019   call center tlc internazionale
SLC Nazionale esprime la più viva soddisfazione per la costituzione del sindacato albanese SOLIDARITETI che rappresenta i lavoratori dei call-center di quel Paese. Parliamo di circa 30.000 lavoratori, giovani e altamente professionalizzati, che operano per alcune mul...

Buone pratiche per lavorare in salute nel settore ICT

  30 Gennaio 2019   tlc ict salute sicurezza
UNI Europa ICTS e il suo partner sociale ETNO (l'Associazione che rappresenta gli Operatori Telefonici  europei) hanno lanciato le nuove linee guida "Good Work Good Health II" sul benessere mentale nell’ambito del rinnovato, ed in continua evoluzione, mondo del...

Teleperformance: nuovo logo per l'alleanza sindacale nella più grande multinazionale di Call Center

  6 Novembre 2018   tlc teleperformance
Presentiamo il nuovo logo dell’Alleanza Sindacale di Teleperformance, sintesi della volontà di tutte le Organizzazioni aderenti di estendere i diritti dei lavoratori, della più grande multinazionale di call center, in ogni angolo del mondo. (download Logo) Mauriz...

Impegno sindacale per la garanzia del rispetto dei diritti umani da parte di Teleperformance

  19 Ottobre 2018
Tutti insieme in qualità di sindacati rappresentanti dei lavoratori ICTS e dei contact center in tutto il mondo ribadiamo congiuntamente il nostro impegno a garantire che Teleperformance rispetti i diritti umani e del lavoro in tutto il mondo ed in tutte le sue arti...