Nelle giornate del 3 e 4 Maggio u.s., la delegazione Nazionale Slc Cgil ha partecipato a Malaga, come ospite, al XII Congresso di CCOO servicios a la ciudadania postal.
CCOO-Correos è il Sindacato Spagnolo delle Poste e rappresenta il 40,16% della forza lavoro di Correos, l’azienda pubblica postale spagnola.
Fin dagli anni settanta, al termine della dittatura Franchista, CCOO Correros è la più importante Centrale Sindacale, nonché la prima per numeri di iscritti e di delegati.

Le Commissioni furono, originariamente, organizzate negli anni sessanta dal Partito Comunista Spagnolo e da lavoratori cattolici per combattere la dittatura di Francisco Franco e per ottenere maggiori diritti civili e sindacali. Le varie Organizzazioni Sindacali si unirono in una singola Confederazione dopo il Congresso Organizzativo del 1976 a Barcellona.

Questo XII Congresso, si è snodato seguendo un indovinato e stimolante slogan: “Credere, Creare con te.”

La prima giornata si è aperta con i rituali saluti del Sindaco di Malaga, al quale sono seguiti gli interventi del Governatore della Galicia, del Presidente della SEPI, la Confindustria spagnola, del Presidente di Correos, di Mario Petitto, in qualità di Vice Presidente UNI e di Igacio Fernandez Toxo, Segretario Generale della Confederazione spagnola. I lavori sono stati, infine, conclusi, dalla bella e appassionata relazione del Segretario Generale della CCOO-Correos Regino Martin Barco.
Martin Branco ha illustrato le conquiste conseguite negli ultimi anni dal Sindacato Postale Spagnolo, la totale indisponibilità dello stesso ad una privatizzazione dell’azienda valorizzando, al contempo, l’azione di carattere universale e sociale che svolge Correos nel Paese. Nel corso della relazione sono stati, inoltre, descritti i nuovi scenari del recapito e offerta la disponibilità del Sindacato a ragionare su nuovi modelli organizzativi, coerenti con il mercato dei nuovi prodotti postali, tipo e- commerce.
Il Segretario Generale ha infine sollecitato il Governo Spagnolo ha fornire a Correos la licenza per poter trattare i prodotti finanziari, analogamente a quanto avviene per gli altri operatori postali europei.

Nella mattinata della seconda giornata di lavoro ci sono stati gli interventi dei delegati - pochi e concisi - al termine dei quali si è proceduto alla rielezione del Segretario Regino Martin Barco, mentre nel pomeriggio si sono svolte due distinte tavole rotonde. Nella prima, hanno partecipato i vari Presidenti di Cooreos che nel corso degli anni, dal 1996 ad oggi, hanno diretto l’azienda Postale Spagnola. Nella seconda, più interessante per le delegazioni internazionali presenti, si sono invece confrontati i rappresentanti della Posta Portoghese (CTT-Correios Portugal), della Posta Francese

(La Poste, France), della Posta Tedesca (Deutsche Post) e dei padroni di casa (Correos) che hanno illustrato lo stato dell’arte delle proprie aziende, offrendo uno spaccato, con numerosi termini di confronto, tra queste importanti realtà europee.

Tutti gli interventi hanno avuto un comune denominatore, a fronte del calo della corrispondenza la necessità di ricercare nuovi business che possano saturare la prestazione del portalettere, sfruttando, soprattutto, i contatti che questi hanno giornalmente con milioni di persone.
La frontiera più interessante rimane comunque l’e-commerce, che coniugata con la digitalizzazione, presuppone nuovi modelli organizzativi flessibili, con una estensione della copertura del recapito su sette giorni e con orari protratti in base alle esigenze del cliente/utente.
Sui prodotti finanziari ci sono esperienze diverse quella Portoghese che da poco ha avuto la licenza bancaria, quella Francese consolidata da tempo e quella Tedesca che ha rinunciato ai prodotti finanziari basando i profitti solo sui prodotti postali.

La delegazione Slc Cgil Nazionale ringrazia il Segretario Generale e le compagne e i compagni di CCOO-Correos per la loro disponibilità e squisita ospitalità.

Roma, 8 maggio 2017

Il Responsabile Ufficio Internazionale            Il Segretario Nazionale
Maurizio Feriaud                                                       Nicola Di Ceglie

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Nota su 14mo congresso CES

  14 Giugno 2019
Il 14° Congresso della Confederazione europea dei sindacati si è tenuto a Vienna dal 21 al 24 maggio 2019. Al Congresso hanno partecipato circa 600 delegati nominati dalle organizzazioni sindacali dei Paesi di tutta Europea, affiliate alla CES. Per la prima...

Manifestazione il 26 aprile a Bruxelles

  18 Aprile 2019
Cgil, Cisl e Uil scenderanno in piazza a Bruxelles il prossimo 26 aprile al fianco dei sindacati europei, in vista delle elezioni del 23-26 maggio. ‘Call to action for a fairer Europe for workers’, questo lo slogan della manifestazione europea per i diritti del...

Solidariteti, una nuova pagina nella storia della sindacalizzazione dei call-center

  19 Febbraio 2019   call center tlc internazionale
SLC Nazionale esprime la più viva soddisfazione per la costituzione del sindacato albanese SOLIDARITETI che rappresenta i lavoratori dei call-center di quel Paese. Parliamo di circa 30.000 lavoratori, giovani e altamente professionalizzati, che operano per alcune mul...

Buone pratiche per lavorare in salute nel settore ICT

  30 Gennaio 2019   tlc ict salute sicurezza
UNI Europa ICTS e il suo partner sociale ETNO (l'Associazione che rappresenta gli Operatori Telefonici  europei) hanno lanciato le nuove linee guida "Good Work Good Health II" sul benessere mentale nell’ambito del rinnovato, ed in continua evoluzione, mondo del...

Teleperformance: nuovo logo per l'alleanza sindacale nella più grande multinazionale di Call Center

  6 Novembre 2018   tlc teleperformance
Presentiamo il nuovo logo dell’Alleanza Sindacale di Teleperformance, sintesi della volontà di tutte le Organizzazioni aderenti di estendere i diritti dei lavoratori, della più grande multinazionale di call center, in ogni angolo del mondo. (download Logo) Mauriz...

Impegno sindacale per la garanzia del rispetto dei diritti umani da parte di Teleperformance

  19 Ottobre 2018
Tutti insieme in qualità di sindacati rappresentanti dei lavoratori ICTS e dei contact center in tutto il mondo ribadiamo congiuntamente il nostro impegno a garantire che Teleperformance rispetti i diritti umani e del lavoro in tutto il mondo ed in tutte le sue arti...