Il percorso verso la costruzione della dimensione sociale e politica dell'Ue ha bisogno di una Germania europeista e solidale, pronta a dare il proprio contributo per risolvere il drammatico problema che ha oggi di fronte a sé l'Europa: la disoccupazione giovanile”. E' quanto afferma il responsabile del segretariato Europa della CGIL, Fausto Durante, alla luce dei risultati elettorali in Germania.

Per il dirigente sindacale “quale che sia la composizione della futura coalizione, il governo di Berlino e la Cancelliera Merkel non potranno esimersi dall'affrontare il tema cruciale del ruolo della Germania nel processo di costruzione dell'Ue. Un ruolo che sino a questo momento è stato quello di rigido custode dell'ortodossia rigorista, con tutte le conseguenze che tale atteggiamento ha avuto nelle scelte della Commissione europea e delle altre autorità comunitarie. Scelte che - precisa Durante - hanno minato alle fondamenta l'idea stessa di modello sociale europeo, accresciuto le disuguaglianze tra i cittadini dell'Unione, aggravato le già critiche condizioni degli Stati più in difficoltà, a partire dalla Grecia”.

Ecco perché il responsabile del segretariato Europa della CGIL chiede una Germania “europeista e solidale”, attenta al problema della disoccupazione giovanile nel vecchio continente. In questo senso, aggiunge Durante, “è particolarmente importante l'appello lanciato dal presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, affinché la Germania non faccia mancare il proprio impegno per la definizione di un nuovo grande piano europeo di investimenti per il lavoro e la crescita.

Dopo il lancio del 'Piano del lavoro 2013' della CGIL, del nuovo 'Piano Marshall per l'Europa' del sindacato tedesco Dgb, delle 'Iniziative per la crescita europea' del sindacato danese LO, ora tutta la Confederazione europea dei sindacati è impegnata nella definizione di un piano di investimenti di livello europeo, all'insegna della reindustrializzazione dell'Europa in un quadro di crescita sostenibile e di creazione di nuova e stabile occupazione. Ci auguriamo - conclude - che il nuovo governo tedesco partecipi a questa sfida, decisiva per il comune futuro dell'Europa”. 

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Nota su 14mo congresso CES

  14 Giugno 2019
Il 14° Congresso della Confederazione europea dei sindacati si è tenuto a Vienna dal 21 al 24 maggio 2019. Al Congresso hanno partecipato circa 600 delegati nominati dalle organizzazioni sindacali dei Paesi di tutta Europea, affiliate alla CES. Per la prima...

Manifestazione il 26 aprile a Bruxelles

  18 Aprile 2019
Cgil, Cisl e Uil scenderanno in piazza a Bruxelles il prossimo 26 aprile al fianco dei sindacati europei, in vista delle elezioni del 23-26 maggio. ‘Call to action for a fairer Europe for workers’, questo lo slogan della manifestazione europea per i diritti del...

Solidariteti, una nuova pagina nella storia della sindacalizzazione dei call-center

  19 Febbraio 2019   call center tlc internazionale
SLC Nazionale esprime la più viva soddisfazione per la costituzione del sindacato albanese SOLIDARITETI che rappresenta i lavoratori dei call-center di quel Paese. Parliamo di circa 30.000 lavoratori, giovani e altamente professionalizzati, che operano per alcune mul...

Buone pratiche per lavorare in salute nel settore ICT

  30 Gennaio 2019   tlc ict salute sicurezza
UNI Europa ICTS e il suo partner sociale ETNO (l'Associazione che rappresenta gli Operatori Telefonici  europei) hanno lanciato le nuove linee guida "Good Work Good Health II" sul benessere mentale nell’ambito del rinnovato, ed in continua evoluzione, mondo del...

Teleperformance: nuovo logo per l'alleanza sindacale nella più grande multinazionale di Call Center

  6 Novembre 2018   tlc teleperformance
Presentiamo il nuovo logo dell’Alleanza Sindacale di Teleperformance, sintesi della volontà di tutte le Organizzazioni aderenti di estendere i diritti dei lavoratori, della più grande multinazionale di call center, in ogni angolo del mondo. (download Logo) Mauriz...

Impegno sindacale per la garanzia del rispetto dei diritti umani da parte di Teleperformance

  19 Ottobre 2018
Tutti insieme in qualità di sindacati rappresentanti dei lavoratori ICTS e dei contact center in tutto il mondo ribadiamo congiuntamente il nostro impegno a garantire che Teleperformance rispetti i diritti umani e del lavoro in tutto il mondo ed in tutte le sue arti...