8 produzione culturale elab180x180PRODUZIONE CULTURALE

Onorevole Ministro Dario Franceschini,

Assolirica (associazione nazionale artisti lirici) e SLC CGIL chiedono congiuntamente un Suo intervento in aiuto degli artisti lirici italiani che hanno visto rescissi i contratti con le Fondazioni Liriche a causa della cessazione degli spettacoli dovuta all’epidemia da COVID-19.

Agli artisti sono stato annullati i contratti di lavoro, che è di natura autonoma, senza alcun risarcimento, in applicazione di una clausola contrattuale che prevede la risoluzione ipso iure del contratto in caso di sospensione/annullamento per cause di forza maggiore. Solo pochi teatri hanno compensato le prove già effettuale e le spese sostenute dagli artisti.

A questo si aggiunge il noto problema delle insolvenze pregresse che diversi Teatri hanno nei confronti degli artisti.

Ci sono delle Fondazioni che da anni non pagano gli artisti.

Questo grava sugli artisti e sulle loro famiglie, che si trovano ad affrontare un momento davvero drammatico.

Sappiamo che Lei si è prodigata per mantenere inalterati i fondi per lo spettacolo dal vivo (FUS) e che ha anche ottenuto ulteriori fondi per lo spettacolo dal vivo.

Per questo chiediamo che venga inserito il vincolo per queste risorse, che devono trovare forme di compensazione per gli artisti che hanno perso e perderanno il loro lavoro e per sanare le spettanze pregresse.

Assolirica ha scritto una lettera al Presidente di Anfols, dott Giambrone il quale ha manifestato attenzione alle nostre problematiche ma crediamo che un Suo intervento sia necessario, anche per uniformare il comportamento di tutte le Fondazioni Lirico Sinfoniche rispetto a questa priorità.

Siamo convinti che purtroppo lo spettacolo dal vivo riprenderà le proprie attività a pieno regime solo dopo molti mesi la fine dell’emergenza e questo ci preoccupa perché gli artisti dovranno rimanere a lungo senza reddito.

Il nostro Presidente del Governo ha detto molte volte che nessuno si salverà da solo e che nessuno sarà lasciato solo.

RingraziandoLa per la sua attenzione, confidando nel Suo intervento porgiamo distinti saluti.

Roma 3 aprile 2020

Assolirica SLC CGIL Naz.le Prod.Cult.

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Lettera unitaria a The Space Cinema

  22 Febbraio 2021   cinema
Roma 18/02/2021 Spett.le The Space Cinema c.a. Dott. Francesco Grandinetti p.c. Dott. Stefano Rossignoli Dott. Claudio Corrias Abbiamo avuto modo di ascoltare la comunicazione Aziendale del 28/01/2021 ai dipendenti, comunicazione autopromozionale diretta senza in...

Domani lavoratori dello spettacolo in piazza

Covid, domani lavoratori in piazza per chiedere riaperture Spettacolo e Cinema Covid, domani lavoratori in piazza per chiedere riaperture SPETTACOLO e Cinema A Roma, davanti al Teatro dell'Opera, dalle 10,30 Maurizio Landini e Pierpaolo Bombardieri Roma, 22 feb. (A...

Riforma sport. Lettera dei segretari generali a Mario Draghi

  18 Febbraio 2021   sport solari
Roma, 18 febbraio 2021 Spett.le Presidenza del Consiglio dei Ministri Al Presidente Prof. Mario Draghi Egregio Presidente, il prossimo 28 febbraio scade la delega per approvare la riforma dello sport e del lavoro sportivo. Si tratta di un tentativo, da tanto...

Torniamo a fare spettacolo. Iniziativa unitaria

INIZIATIVA UNITARIA SLC CGIL – FISTEL CISL – UILCOM UIL “TORNIAMO A FARE SPETTACOLO” “23 FEBBRAIO 2020 - 23 FEBBRAIO 2021” Il 23 febbraio 2020 iniziava per l’intero mondo della Cultura un anno di profonda sofferenza con conseguenze gravissime sull’occupazion...

Doppiaggio. Lettera ai clienti sul problema dell'"età vocale".

  12 Febbraio 2021   doppiaggio produzione culturale
Roma, 11 febbraio 2021 To: A&E Networks c.a. Andrea Marinari BBC LONDRA c.a. Saverio Perrino Deluxe c.a. Meghan Daffern Discovery c.a. Mariagrazia Boccardo c.a. Cristina Mazzocca Disney c.a. Lavinia Fenu c.a. Daniel Frigo Dreamworks c.a. Scott McCarthy LA EFFE...

Appello del mondo dello Spettacolo

APPELLO DEL MONDO DELLO SPETTACOLO Le lavoratrici e i lavoratori dello spettacolo, storicamente poco tutelati, sono tra quelli che hanno maggiormente subito gli effetti devastanti della pandemia sul lavoro, con un fermo di larga parte del settore che dura ormai da...