Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

Nell'incontro del 16 dicembre tra Segreterie Nazionali e Territoriali, Rsa e azienda sono state ottenute alcune dichiarazioni positive da parte dell'azienda.

1) Passaggio da Mondocoop a Ergolab.
Pragma si farà carico delle retribuzioni di novembre, dei ratei di tredicesima, dei Tfr e di eventuali integrazioni economiche di prestazioni Inps. Per quanto riguarda l'assorbimento del personale di Ergolab l'azienda si è detta disponibile ma non in grado di anticipare quantità, tempi e modi.
L'azienda ha sottolineato il passaggio del personale di Moviservice dalla condizione di soci lavoratori a dipendenti di Moving a tempo indeterminato.
Per le relazioni sindacali Movigroup potrà farsi carico solo delle società consorziate.

2) Aumenti contrattuali.
L'azienda verificherà i casi di mancata o ritardata integrazione e provvederà al pagamento e al saldo degli arretrati.

3) Inquadramento.
L'azienda verificherà gli impropri inquadramenti al secondo livello e procederà al corretto inquadramento.

4) Polizza sanitara.
L'azienda ha preso atto delle richieste sindacali e ha dichiarato di impegnarsi per giugno a presentare eventuali miglioramenti e nel frattempo non verrà trattenuto il contributo mensile di 5 euro.

5) Orario di lavoro e flessibilità.
Il tema doveva essere al centro del confronto ma ancora una volta le parti non sono andate oltre la rappresentazione delle rispettive esigenze.
La delegazione sindacale ha chiesto maggior programmazione, limitazione dei cambi turno, riappropriazione nella disponibilità delle lavoratrici e dei lavoratori di ferie e permessi, banca ore solo se con finestra temporale certa (p.es. tre mesi) per saldo maggiorazioni e riposi compensativi, orario multiperiodale ove possibile, certezza della retribuzione mensile, no alle pause non retribuite frazionate.
La prossima riunione per una discussione di merito più approfondita volta alla ricerca di soluzioni condivise per regole certe e per verificare gli atti conseguenti alle dichiarazioni aziendali è prevista per gennaio.

Le segreterie Nazionali Slc-Cgil Fistel-Cisl Uilcom-Uil

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Comdata, incontro sindacati - azienda del 9 maggio 2023

  11 Maggio 2023   comdata call center tlc
INCONTRO SITUAZIONE AZIENDALE EX ART. 1  Nella giornata del 9 maggio 2023 si è svolto l’incontro ex art.1 CCNL Telecomunicazioni tra le Segreterie Nazionali e Territoriali SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL unitamente alla delegazione delle RSU, e la direzione di...

Network Contacts, proclamato lo stato di agitazione

  9 Maggio 2023   call center tlc
In data 8 maggio 2023, nell’ambito del previsto incontro con l’azienda Network Contacts, le OO.SS. di SLC CGIL, Fistel CISL, UilCom UIL si sono presentate, con grande spirito di attenzione, con le strutture nazionali, territoriali e le delegate ed i delegati del terr...

Inps Servizi, sciopero nazionale il 25 maggio

  9 Maggio 2023   call center tlc
Come annunciato nel comunicato del 28 aprile c.a. e in seguito allo svolgimento del Coordinamento Unitario delle RSA, le scriventi Segreterie Nazionali Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil proclamano per tutto il personale del CCM Inps Servizi una giornata di sciopero, ...

Wind Tre, sciopero riuscito!

  8 Maggio 2023   tlc wind
Su Collettiva.it il racconto dello sciopero nazionale del 4 maggio 2023 indetto da Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil contro lo scorporo di rete e servizi prospettato da Wind Tre: https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2023/05/05/news/windtre-sciopero-riuscito-298...

Vodafone, risposta al ministro Crosetto e incontro con l'azienda del 4 maggio

  5 Maggio 2023   tlc vodafone
Tweet di Crosetto su lavoratori Vodafone: SLC CGIL, “Il ministro della Difesa solleciti l’intervento dei ministeri del Lavoro e del Mimit, invece di ironizzare su lavoratori soggetti a un licenziamento incombente” Mentre 1.003 lavoratrici e lavoratori di Vodafone I...

Wind Tre, domani sciopero contro lo scorporo rete - servizi

  3 Maggio 2023   tlc wind
Domani, giovedì 4 maggio, le lavoratrici e i lavoratori di WindTre di tutto il territorio nazionale saranno in sciopero contro la vendita dell’intero asset della rete a un fondo di investimento svedese. Si tratta di una scelta totalmente sbagliata che non ha alcun...