Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

ALMAVIVA CONTACT, NO DEI SINDACATI A RICHIESTA CIGS PER 2.223 DIPENDENTI
SI ATTIVI TAVOLO DI CRISI PERMANENTE

In data odierna, in modalità telematica, si è svolto l’incontro presso il ministero del Lavoro tra le Segreterie nazionali e territoriali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, le RSU e i vertici di Almaviva Contact per svolgere l’esame congiunto relativamente alla cassa integrazione guadagni straordinaria richiesta dall’azienda per 2.223 dipendenti in forza presso le sedi di Palermo, Catania, Rende (CS), Napoli, Roma, Segrate (MI). La richiesta di ammortizzatore sociale presentata da Almaviva Contact prevede il coinvolgimento di tutto il personale in forza, ad esclusione delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti dall’imminente cambio di appalto per le attività TIM187 (351) e di coloro interessati dall’accordo ministeriale ITA (305).

Dopo ampio confronto, l’incontro si è concluso con un mancato accordo tra le parti.

La richiesta di Cigs fatta da Almaviva Contact, considerati i volumi attuali sulla commessa 1500, prevede la sospensione dal lavoro fino a una riduzione media complessiva dell'orario di lavoro nel limite dell’80%, sono previste l’anticipazione dei trattamenti e la rotazione all’interno di ogni singola commessa. Almaviva Contact collocherà in cassa integrazione a zero ore il personale che non ha accettato, o non accetterà, proposte di assunzione da nuovi fornitori nei precedenti cambi di appalto.

Le organizzazioni sindacali, nel prendere atto di quanto esposto dalla Società, hanno dichiarato di non considerare quale soluzione definitiva e strutturale il solo ricorso alla CIGS, in assenza di ulteriori elementi che consentano la salvaguardia dei perimetri occupazionali. In particolare, le Segreterie nazionali hanno chiesto con forza l’attivazione di un tavolo di crisi permanente, che coinvolga i diversi  ministeri interessati, ossia: ministero del Lavoro, dello Sviluppo Economico e della Salute più volte sollecitati, e che affronti a livello complessivo la vertenza Almaviva. Non può essere il solo ricorso all’ammortizzatore sociale la soluzione per gestire le varie eccedenze, è necessario un tavolo di confronto che veda il coinvolgimento delle varie istituzioni, che scongiuri un dramma sociale già annunciato.

Con esplicito riferimento alla gara del ministero della Salute per il servizio del numero di pubblica utilità 1500, le organizzazioni sindacali rivendicano la piena applicabilità della c.d. “Clausola Sociale” e chiederanno preventivamente all’assegnazione delle attività un incontro affinché l’eventuale cambio di appalto avvenga nel pieno rispetto della disciplina legale in materia.

Roma, 4 luglio 2022

 Le Segreterie Nazionali
SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Network Contacts, chiesto incontro urgente al ministero del Lavoro

  21 Giugno 2023   call center tlc
Roma, 19 giugno 2023 Alla Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali Dott.ssa Marina Calderone Al Direttore della DG dei Rappori di lavoro e delle relazioni industriali Dott. Romolo De Camillis Oggetto: Richiesta di incontro urgente per la società Network Cont...

Comdata, 16 ore di sciopero per il personale della commessa Trenitalia

  16 Giugno 2023   comdata call center tlc
Nella giornata del 15 giugno 2023 si è svolto il secondo incontro, inerente il cambio appalto Trenitalia, tra le Segreterie Nazionali e Territoriali Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, unitamente alle RSU, e le aziende Comdata S.p.A. in qualità di entrante e Almaviva...

Vodafone, stop ai mille licenziamenti

  15 Giugno 2023   tlc vodafone
Dopo diversi incontri svolti nel corso di oltre due mesi, al termine di una ulteriore sessione di tre giorni di trattativa, in data 14 giugno è stato sottoscritto presso il Ministero del Lavoro, tra le Segreterie nazionali e territoriali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uil...

WindTre, vergognoso ricatto ai lavoratori

  14 Giugno 2023   tlc wind
"Porta un amico e lo scorporo sarà realtà" Nella giornata del 13 giugno 2023 si è svolto l’incontro tra le Segreterie Nazionali e Territoriali Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, unitamente alla neo eletta RSU, e l’azienda WindTre che avrebbe dovuto vertere principa...

British Telecom, no ai licenziamenti coatti

  13 Giugno 2023   tlc british telecom
Lo scorso 9 giugno, si è svolto il primo incontro presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali tra i rappresentanti aziendali di BT Italia assistita da Unindustria Roma, le Segreterie nazionali e territoriali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e le RSU, ...

Licenziamenti Ericsson, raggiunto l'accordo che chiude la procedura

  12 Giugno 2023   ericsson tlc
Lo scorso 9 giugno si sono incontrate le Segreterie Nazionali e Territoriali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, il coordinamento Rsu e l'azienda Ericsson per discutere della procedura di riduzione del personale avviata dall'azienda per 134 lavoratrici e lavoratori...