Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

Roma, 19 giugno 2023

Alla Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali
Dott.ssa Marina Calderone
Al Direttore della DG dei Rappori di lavoro e delle relazioni industriali
Dott. Romolo De Camillis

Oggetto: Richiesta di incontro urgente per la società Network Contacts

Network Contacts è un call center in outsourcing presente in diverse regioni italiane. La sede di Molfetta è la sede principale, prima per nascita e con più di 5000 dipendenti. Dal 2019 la società ha iniziato a denunciare problemi di sostenibilità soprattutto sulla sede di Molfetta, problemi che, alla fine di una trattativa complessa e drammatica, hanno portato alla sottoscrizione di un accordo che, in definitiva, riduceva il costo del lavoro dei lavoratori attraverso un insieme articolato di provvedimenti. Sul finire del 2022, alla scadenza dell’accordo suddetto la Direzione aziendale ha manifestato l’urgenza di procedere da prima ad una proroga delle misure varate nel 2019 per approdare poi ad una proposta che, attraverso delle deroghe al Contratto Nazionale di Lavoro, mira a ridurre ancora una volta e per un ulteriore triennio il costo del lavoro.

Stiamo parlando di una platea lavorativa costituita in buona parte di lavoratori part time al terzo livello delle CCNL delle TLC, con salari medi che non superano i mille euro mensili. E’ di tutta evidenza come questa ennesima crisi sia da ricercare sicuramente in cause endogene all’azienda ma anche, in buona parte a nostro parere, al più generale modello di mercato dei call center in outsourcing. Gare al massimo ribasso; committenti, comprese le pubbliche amministrazioni, che assegnano spesso le commesse ad aziende con contratti “pirata” dal costo più basso rendendo quindi pressoché inapplicabile la clausola sociale se non a fronte di grandi sacrifici economici e normativi da parte dei lavoratori. Le stesse tabelle per il costo orario minimo depositate presso il Ministero da Lei presieduto sono ormai diventate il riferimento del costo finale di assegnazione e non già un parametro, per quanto importante, per comporre il compenso finale per fornitori che si trovano molto spesso ad accettare commesse praticamente in perdita.

La vertenza in atto in questi giorni a Molfetta sta creando, e non poteva essere diversamente, notevole preoccupazione ai lavoratori ed alle loro comunità. Noi riteniamo inammissibile che dopo tre anni di contenimento forzoso del salario, già basso, di queste persone si possa pensare di stipulare un ennesimo accordo con cui saranno sempre gli stessi a pagare colpe ed inefficienze del settore e di gruppi dirigenti aziendali spesso inadeguati che noi denunciamo invano da anni. E’ tempo che tutti si assumano le proprie responsabilità, a partire dalle Istituzioni. Per parte nostra ormai riteniamo di essere arrivati ad un vero e proprio punto di non ritorno. Da anni ormai pratichiamo politiche meramente difensive col principale obiettivo di difendere i perimetri occupazionali nella speranza di apportare quegli interventi necessari a ridare a questo settore la dignità ed il rispetto che merita. Queste lavoratrici e questi lavoratori sono ormai arrivati ad una situazione insostenibile, soprattutto alla luce della recrudescenza del fenomeno inflattivo che sta drammaticamente erodendo il potere di acquisto dei loro salari già nei fatti vicini alle soglie di forte disagio economico. Intervenire ulteriormente senza dare risposte legislative ai problemi che creano tutto ciò è immorale.

Per queste ragioni le scriventi segreterie Nazionali sono a richiederLe un incontro urgente prima che la vicenda della sede di Molfetta di Network Contacts possa sfuggire di mano producendo ulteriori disagi ai lavoratori interessati ed alle loro comunità di appartenenza.

Certi di una Vostra celere risposta, inviamo distinti saluti.

 SLC-CGIL, FISTEL-CISL

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Rai: Saccone replica al Consigliere Cda Di Pietro

  22 Maggio 2024   Comunicati stampa rai tv emittenza
Rai: Saccone (Slc Cgil) replica al Consigliere Cda Di Pietro, “Onorati di essere fra i suoi primi pensieri. Ma quel che conta è la capacità di amministrare” (U.S.SlcCgil) -Roma, 22 mag- “La civiltà di soggetto sociale di grandi tradizione ci porta innanzitutto ad a...

Iren, clausola sociale imprescindibile per raggiungere un accordo

  18 Maggio 2024   call center tlc
Nella giornata del 17 maggio 2024, alla presenza delle Segreterie Nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil, insieme alle Strutture territoriali e Rsu, si è tenuto il primo incontro per la clausola sociale del servizio Iren con la presenza di Konecta (azienda us...

Rai, paralisi irricevibile nella discussione del piano industriale

  15 Maggio 2024   rai tv emittenza
Il 13 maggio si è tenuto l’incontro tra le Organizzazioni Sindacali e la Direzione Canone, rappresentata dal Direttore, accompagnato dal Direttore del CSRE e da RUO. La discussione si è incentrata sul futuro della Direzione Canone che, per le OO.SS., non appare né ce...

Libertà di stampa: Slc aderisce a Media Freedom Rapid Response

(U.S.Slc Cgil) -Roma, 14 mag- La Slc Cgil aderisce all’iniziativa a supporto della missione italiana del Media Freedom Rapid Response e parteciperà al sit in per la libertà di stampa organizzato per l’occasione dall’Usigrai, giovedì 16 maggio davanti alla sede Rai, a...

Inps Servizi, positivo l'incontro con la XI Commissione Lavoro della Camera

  10 Maggio 2024   call center tlc
Nella giornata odierna una delegazione delle Segreterie Nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil è stata ricevuta dal presidente e dalla vicepresidente della XI Commissione Lavoro della Camera, on. Walter Rizzetto e on. Chiara Gribaudo. La convocazione è conseg...

Vodafone, aperture su recupero salariale e riconoscimento professionale

  8 Maggio 2024   tlc vodafone
In data odierna, a Milano, si è svolto l’incontro tra le Segreterie nazionali e territoriali di SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL, il coordinamento RSU ed i rappresentanti di Vodafone Italia per avviare il confronto relativo all’integrativo aziendale. Le OO.SS. hanno...