8 produzione culturale elab180x180PRODUZIONE CULTURALE

SLC CGIL territoriale
Settore Produzione Culturale

Roma 22 ottobre 2020

Oggetto: Riunione AGIS.

Si è tenuta oggi la riunione con AGIS, che era stata richiesta da SLC CGIL, FISTEL CISL e UILCOM, per chiedere di sottoscrivere un protocollo sicurezza per tutto il settore.

Ricordo che la scelta precedente di AGIS era stata quella di dotarsi nei singoli teatri di protocolli definiti con le rappresentanze territoriali.

Ma abbiamo verificato che nella cauta ripartenza, le tutele riguardavano solo le imprese strutturate, molti lavoratori atipici erano stati costretti a firmare autocertificazioni o pagarsi i test.

Nel frattempo tuttavia avevamo già sottoscritto un protocollo con il settore AGIS della danza.

La nostra richiesta di sottoscrizione di un protocollo nazionale è stata accolta.

Hanno sostenuto che grazie agli aiuti messi in campo dal Governo e all’utilizzo del FIS i bilanci 2020 si potranno chiudere senza grandi problemi, che saranno ben presenti nel 2021.

Hanno condiviso con noi l’affermazione che purtroppo i lavoratori atipici non hanno ricevuto adeguate tutele e sostenuto che gli aiuti dovrebbero essere legati all’occupazione.

Questa affermazione coincide con la nostra ed è pertanto molto importante.

L’affermazione del Ministro Franceschini riguardante l’incremento del FUS di 50 milioni è stata ritenuta interessante ma non sufficiente.

Ci hanno chiesto di approfondire il tema delle quarantene obbligatorie in caso di contatto con contagiati, visto che alcuni medici non hanno chiesto la malattia per i lavoratori interessati. Abbiamo evidenziato che questo tema è risolto dalla legge 27 (DL 18) all’articolo 26 e dalla circolare INPS n. 3653 del 9/10/2020. Pertanto approfondiremo il tema e ci siamo dichiarati disponibili ad affrontarlo in via migliorativa.

Per quanto riguarda le richieste di soggetti non sindacali (Assolirica/Unita) che richiedono interlocuzioni in materie contrattuali hanno ribadito che solo le Organizzazioni Sindacali (SLC CGIL, FISTEL CISL, UILCOM) e datoriali (AGIS) hanno la prerogativa esclusiva su questi temi.

Nei prossimi giorni ci invieranno la bozza del protocollo sicurezza per sottoscriverlo prima possibile.

Cordiali saluti.

Emanuela Bizi SLC CGIL Nazionale

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Cinema: un decreto intempestivo

  3 Maggio 2021   cinema produzione culturale
FINESTRE A 30 GIORNI PER IL CINEMA ITALIANO: UN DECRETO INTEMPESTIVO Il Ministro della Cultura Dario Franceschini interviene con un decreto che spiazza tutti gli operatori degli esercizi cinematografici, riguardante l’obbligo di uscita in sala, introducendo nu...

Incontro con Uci e Anec

  3 Maggio 2021   cinema salute sicurezza
COMUNICATO INCONTRO U.C.I. – OO.SS. – ANEC L’incontro tenuto in data 29 aprile 2021, tra UCI e OO.SS. nazionali, alla presenza di ANEC, ha consentito un miglior allineamento tra le parti su diversi temi sollevati dal Coordinamento Nazionale Sindacale...

Siae. Sicurezza senza se e senza ma

SICUREZZA SENZA SE E SENZA MA Con la ripresa diffusa del lavoro in ufficio da parte di quasi metà del personale, cui va aggiunta la quota in presenza degli smart workers, si pone il problema di mettere in sicurezza senza se e senza ma i lavoratori fragili...

Siae. Smart ovvero intelligente, brillante, elegante

  26 Aprile 2021   siae produzione culturale
SMART ovvero: “intelligente, brillante, elegante” Venerdì scorso, come previsto, è stato varato il Decreto che proroga lo stato di emergenza, evento che permetterebbe di gestire fino al 31 luglio il lavoro in SIAE evitando il rientro immediato di tanti lavoratori...

Misure per lo spettacolo. Incontro con i ministri Franceschini e Orlando

COMUNICATO INCONTRO MINISTRI FRANCESCHINI/ORLANDO   Si è tenuto oggi alle ore 16 un incontro tra i Ministri Franceschini e Orlando e SLC CGIL, FISTEL CISL e UILCOM UIL. Valorizzato da entrambi i Ministri il lavoro congiunto in essere per la realizzazione d...

Siae. Un accordo pericoloso

  16 Aprile 2021   siae produzione culturale
UN ACCORDO PERICOLOSO E TUTT’ALTRO CHE PROVVISORIO Alla seconda riunione la trattativa con l’azienda si è chiusa, ma non per raggiunto accordo: l’impianto del testo aziendale resta sostanzialmente invariato ed il tavolo sindacale si è separato, come si può facilmen...