Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

Produzione culturale

Comunicato stampa congiunto: Anica, Apa, Ape e Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil
SIGLATA IPOTESI DI ACCORDO PER IL PRIMO CCNL PER INTERPRETI, ATTRICI ED ATTORI DEL COMPARTO DI PRODUZIONE DEL CINEAUDIOVISIVO

Roma, 20 dicembre 2023 - ANICA, APA e APE e le organizzazioni sindacali SLC-CGIL, FISTEL-CISL e UILCOM-UIL, riunite oggi presso la sede di ANICA, hanno raggiunto l’accordo per la stesura del contratto collettivo nazionale di lavoro delle attrici e degli attori del settore cine-audiovisivo.
L’ipotesi di contratto oggi siglato – il primo nella storia del comparto per quanto riguarda interpreti, attrici ed attori - verrà sottoposto alle assemblee dei lavoratori per la definitiva approvazione, da sottoscrivere entro il corrente anno.
L’obiettivo delle parti è dotare il settore della produzione cine-audiovisiva di un CCNL che regolamenti il lavoro di attrici e attori, valorizzandone la professione e garantendo loro tutele e garanzie.
Nel CCNL vengono dunque individuate, tra l’altro, le forme contrattuali (prevedendo un doppio binario: subordinato ed autonomo), i minimi salariali e le modalità operative con cui la prestazione si espleta. Oltre a ciò vengono regolate materie circa l’utilizzo della A.I., la promozione delle pari opportunità e la prevenzione della violenza di genere (anche attraverso l’utilizzo dell’intimacy coordinator) e si afferma la non discriminazione per le persone LGBTQ +, lo sviluppo di un sistema assicurativo a sostegno della previdenza e sanitario e infine viene sancita la rappresentanza sindacale, con un protocollo specifico di filiera da attuarsi entro il 1 marzo 2024.
Il CCNL si dota di un sistema di monitoraggio che ne accompagni l’attuazione, individuando le criticità e le buone pratiche, anche nell’ottica di apportare nella successiva tornata contrattuale le modifiche ed i miglioramenti che verranno ritenuti dalle parti utili e necessari.

ccnl attori cinema tw


Contratto attori: Solari, Slc-Cgil “Un risultato storico. Siamo usciti dal porto delle nebbie ed ora vediamo la strada”

(U.S. Slc Cgil) - Roma, 20 dic- “Oggi abbiamo compiuto un grande passo di un percorso, certamente ancora accidentato, ma importante perché iniziamo finalmente ad uscire dal porto delle nebbie”. Canta vittoria il Segretario Generale della SlcCgil, Fabrizio Solari, che questa mattina, presso la sede dell’Anica, ha siglato con le controparti Anica, Apa Ape, il primo contratto nazionale attori/interpreti, insieme agli altri sindacati della Comunicazione di Cisl e Uil.
“Nei giorni bui della pandemia ci eravamo assunti l’impegno a lavorare per una legge che riconoscesse cittadinanza ai lavoratori dello spettacolo e per un Contratto che tutelasse il loro lavoro”, racconta il numero uno di Slc. “Oggi, registriamo un risultato che può a ragione definirsi storico e che - fa rilevare Solari - ci indica chiaramente la strada del nostro impegno in due direzioni: verso il miglioramento della legge di riforma del settore, a partire dall’indennità di discontinuità, di un lavoro di per sé intermittente, e una protezione contrattuale per l’intera platea di attrici, attori ed interpreti, certamente migliorabile con il tempo, ma che comunque attesta un corredo di tutele e fissa i livelli retributivi di base per una categoria un po’ speciale per la quale oggi finalmente esistono dei punti fermi”.
“Ora la direzione di marcia - conclude il Segretario generale di Slc - è tracciata”.


Contratti: intesa storica per attori ed interpreti. Di Marco, Slc-Cgil, “Un risultato storico: finalmente attrici ed attori di cinema e tv avranno tutele e diritti”

(U.S. Slc Cgil) -Roma, 20 dic- “Abbiamo raggiunto un risultato storico: finalmente attrici ed attori di cinema e tv avranno tutele e diritti. Si aspettava dai tempi di Gian Maria Volonté, ora è realtà”. È palpabile la soddisfazione della Segretaria nazionale Slc, Sabina Di Marco che stamani ha siglato il primo contratto nazionale per attrici attiri ed interpreti.
“Minimi salariali, diritti sindacali, tutele dall'uso improprio dell’intelligenza artificiale, valorizzazione della professione attoriale”, elenca la dirigente sindacale, che sottolinea come il testo siglato oggi “è inserito in un percorso negoziale che mira al contratto di filiera, per dare al settore più forza nella competizione internazionale e garantire pluralismo nell'accesso alle professioni”.
“Il sindacato - conclude Di Marco - è capace di cogliere le sfide di un settore che soffre di un fermo della contrattazione divenuto insopportabile”.


Per il testo dell'ipotesi di accordo, cliccare qui.

Per approfondire:

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Fondazioni Lirico-Sinfoniche, riparte la trattativa per il rinnovo del CCNL

FONDAZIONI LIRICO-SINFONICHE: DOPO 20 ANNI DI VACANZA CONTRATTUALE RIPRENDE IL CONFRONTO SUL CCNL Come Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Fials Cisal esprimiamo un giudizio positivo sull’incontro avvenuto oggi, giovedì 26 gennaio, con la delegazione Anfols che ha s...

Sport, positivo il confronto con il ministro Abodi

  16 Gennaio 2023   sport produzione culturale
SPORT: CONFRONTO POSITIVO CON IL MINISTRO ABODI, SI APRE IL DIALOGO SULLA RIFORMA “Cogliamo con grande soddisfazione la disponibilità mostrata dal Ministro Abodi a condividere un percorso di confronto nel merito della Riforma dello sport, che vedrà la luce nel pros...

Spettacolo, stanziati cento milioni per indennità di discontinuità

  21 Dicembre 2022   Spettacolo produzione culturale
SPETTACOLO: CENTO MILIONI PER INDENNITÀ DI DISCONTINUITÀ PRIMO PASSO IMPORTANTE MA NON SUFFICIENTE È notizia di queste ore l’approvazione dello stanziamento di cento milioni di euro per finanziare l’indennità di discontinuità per le lavoratrici e i lavoratori dello...

Spettacolo, tutte le risorse da inserire nella manovra

  20 Dicembre 2022   Spettacolo fus produzione culturale
SPETTACOLO, ECCO TUTTE LE RISORSE DA INSERIRE IN MANOVRA SLC CGIL, FISTEL CISL, UILCOM UIL chiedono che con la legge di bilancio 2023 venga stanziato quanto previsto dal DDL SPETTACOLO, di cui si aspettano i decreti attuativi, per realizzare l'indennità di disconti...

Spettacolo, indennità di discontinuità a rischio in legge di bilancio

  17 Dicembre 2022   Spettacolo produzione culturale
LEGGE BILANCIO: GRAVE IL RISCHIO DI ASSENZA DI RISORSE PER L’INDENNITÀ DI DISCONTINUITÀ PREVISTA DAL DDL SPETTACOLO Esprimiamo profonda preoccupazione per il rischio di mancanza di risorse nella Legge di Bilancio 2023 destinate alla realizzazione dell’indennit...

Legge di Bilancio, cultura grande assente

LEGGE DI BILANCIO: DI MARCO (SLC CGIL), CULTURA GRANDE ASSENTE Nella bozza della Legge di bilancio la grande assente è la cultura, in particolare lo spettacolo che dal 1985 è soggetto a una decrescita progressiva dei finanziamenti del FUS (fondo unico per lo spetta...