Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

Servizi postali

nexive poste tw

Sottoscritto, nella giornata odierna, il verbale di accordo che regolamenterà il processo di integrazione degli asset Nexive all’interno del Gruppo Poste, con contestuale costituzione di una Operating Company (Op.Co.), focalizzata sulla gestione della cosiddetta Rete Terza e strutturata sugli attuali Partners esterni di Nexive.

Pertanto, con effetto 1’ ottobre, i Lavoratori interessati all’operazione societaria entreranno a pieno titolo negli organici di Poste Italiane e di Postel (ramo print), unitamente all’ingresso dei volumi di prodotto portati in dote da Nexive, con annesse garanzie per le Risorse coinvolte.

In epoca di gravi crisi industriali giacenti sui tavoli del Ministero dello Sviluppo Economico, molte delle quali prive di adeguate soluzioni, una simile manovra societaria assume una valenza strategica, rafforza il ruolo leader di Poste Italiane all’interno del suo mercato di rifermento, crea tutele per oltre mille posti di lavoro di Nexive, fortemente a rischio dopo il dichiarato disimpegno in termini di investimenti sul mercato italiano da parte casa madre olandese.

L’operazione produrrà benefici anche in favore dei quasi cinquemila lavoratori delle Agenzie Partners esclusivi di Nexive che costituiranno una ulteriore rete logistica al servizio del Network di Poste Italiane. Si modificano in condizioni di miglior favore gli effetti degli istituti normativi ed economici da applicare nei confronti dei Lavoratori interessati e si costruiscono, per il tramite dell’impianto relazionale, tutta una serie di parametri di tutela in ordine alla riallocazione degli stessi.

Infatti, i Lavoratori interessati al passaggio manterranno la sede di lavoro della provincia di attuale assegnazione, in coerenza con le mansioni e le famiglie professionali di provenienza. Prevista la trasformazione in full time dei rapporti di lavoro a tempo parziale presenti sulla Rete Mail (portalettere). Anche nei confronti del personale della neo costituita Op.Co. sarà applicato il CCNL di Poste; lo stesso personale risulterà destinatario delle identiche prerogative ed opportunità previste per i lavoratori in tutte le Aziende del Gruppo.

Si tratta, dunque, di una tutela a tutto tondo, in grado di coniugare e tenere insieme aspetti di portata generale, ad ampio respiro politico-progettuale, con quelli legati alla salvaguardia dei diritti e della dignità umana e professionale dei Lavoratori destinatari dell’implementazione. Un risultato ragguardevole in tempi di forti accelerazioni sul fronte della deregolamentazione e precarizzazione di vasti pezzi del mondo del lavoro.

Previsto, infine, un impianto di Relazioni Industriali che monitorerà le evoluzioni dell’intero processo che andrà a concludersi, in ogni sua fase, entro il prossimo mese di novembre. Concordati incontri territoriali di verifica entro la metà del mese di ottobre e pianificata una specifica riunione con la nea costituita Op.Co. finalizzata ad approfondire gli aspetti connessi all’avvio operativo della stessa, unitamente al tema dei rapporti con i fornitori (reti terze), avviando un ragionamento sulla ricerca delle condizioni che permettano al Contratto Collettivo delle Imprese Private del Recapito di assurgere al ruolo di Contratto di riferimento.

Vi terremo informati sulle relative evoluzioni. Il verbale di accordo è consultabile al link seguente: Verbale_di_accordo_Integrazione_Nexive_23.09.2021.pdf

Roma, 23 settembre 2021 

LE SEGRETERIE NAZIONALI SLP- CISL SLC- CGIL UILPOSTE-UIL FAILP-CISAL CONFSAL COM FNC – UGL COM.NI
M.Campus N. Di Ceglie C. Solfaroli W. De Candiziis R. Gallotta S.Muscarella

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Poste Italiane, No a privatizzazione della maggiore azienda del Paese

Poste: Cgil ed Slc, No a privatizzazione della maggiore azienda del paese. Si vanifica sua funzione sociale (U.S. Cgil ed Slc) -Roma 3 apr- “La più grande azienda del Paese non può essere ceduta o messa sul mercato. Le Poste, presenti capillarmente in ogni piccolo...

Poste: Di Ceglie, “Giorgetti evidenzia stato confusione Governo. Non ci fermeremo nel contrasto a svendita scellerata”

(U.S. Slc Cgil) -Roma, 28 mar- “Le parole del ministro Giorgetti attestano, oltre ogni ragionevole dubbio, lo stato di confusione in cui versa il Governo riguardo la svendita di Poste Italiane”. È il commento di Nicola Di Ceglie, Segretario nazionale Slc Cgil, a quan...

Poste: Preoccupazione dei sindacati per il nuovo Piano di impresa. “Attendiamo convocazione dal Mef”

(U.S. SlcCgil) -Roma, 20 mar- La presentazione del Piano d’Impresa in Poste Italiane arriva in concomitanza con la ulteriore cessione di azioni al mercato da parte dell’attuale Governo, ciò desta molte preoccupazioni alla compagine sindacale della categoria. In quest...

Poste Italiane, Slc Cgil in audizione alla Camera dei deputati

  13 Marzo 2024   poste italiane servizi postali
Alla IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei deputati c.a. del Presidente Onorevole Salvatore Deidda  Roma, 12 marzo 2024 Oggetto: Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri concernente l’alienazione di una quota...

Poste Italiane, grave incidente sul lavoro a Brescia. Fare chiarezza

  23 Febbraio 2024   poste italiane servizi postali
A fianco dei lavoratori in sciopero: serve fare chiarezza Nella giornata di ieri si è verificato un grave incidente sul lavoro ai danni di un lavoratore di Poste Italiane di Brescia. Il collega di PCL è rimasto schiacciato mentre movimentava un roll container. Per...

Poste: Di Ceglie, “Privatizzazione, progetto scellerato. Subito incontro con Giorgetti”

(U.S. Slc Cgil) - Roma, 5 gen - “È dunque chiarito! Nella conferenza stampa di ieri la Presidente del Consiglio ha confermato il progetto scellerato di privatizzare ulteriori quote del capitale pubblico di Poste Italiane”. Non usa mezzi termini il segretario nazional...