5 tlc elab180x180TLC E EMITTENZA

Si è svolto nella giornata di ieri, presso la sede di Unindustria Roma, la riunione tra i vertici aziendali di Atlanet, le Segreterie nazionali e territoriali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e le Rsu del sito produttivo di Palermo per verificare l'andamento aziendale, i risultati conseguiti e capire le intenzioni aziendali circa le rivendicazioni sostenute dal Sindacato confederale per l'avvio di una trattativa seria atta a traguardare un accordo integrativo aziendale.

L'Azienda ha presentato un dettagliato piano economico sull'andamento del gruppo BT a livello globale, specificando fatturati, margini ed EBITDA scomposto per le varie aree produttive aziendali.

La descrizione si è successivamente concentrata sull'andamento dell'azienda in Italia, i risultati prodotti dalla riorganizzazione aziendale messa in atto 3 anni fa, le redifinizioni del core business attuate per rispondere alle esigenze del piano industriale della corporate.

Nello specifico, i risultati in Italia hanno segnato un’importante inversione di tendenza negli ultimi 3 anni, ma i traguardi richiesti dagli azionisti non sono stati raggiunti.
Il 2019 ha visto ripetere i risultati dell'anno precedente, ma non è stato confermato il trend positivo di recupero dei target che avevano caratterizzato gli anni precedenti.
L'azienda ha infine comunicato che non ci sono ad oggi evidenze negative che mettano in discussione la tenuta del perimetro aziendale di Atlanet.

Come Segreterie nazionali ed RSU territoriali abbiamo chiesto, tenendo conto dei risultati aziendali, di concretizzare un Accordo che favorisca condizioni di miglior favore per le lavoratrici ed i lavoratori della sede palermitana, che con i loro sacrifici ed il loro impegno hanno contribuito all'inversione di tendenza che il gruppo ha avuto negli ultimi anni.

Diversi i punti trattati, per i quali si è reso necessario, dopo ampie verifiche, rinviare la discussione ad un confronto successivo in cui si ragionerà su un'ipotesi di accordo integrativo legato al raggiungimento del punto di pareggio.

L'Azienda, spendendo parole di elogio per la qualità del lavoro ed i livelli di servizio raggiunti dai lavoratori e dalle lavoratrici del sito di Palermo, ha dichiarato la disponibilità al riconoscimento di una tantum che sia il punto di partenza per un Accordo più complessivo legato al risultato economico.

Esprimiamo pertanto parole di apprezzamento sugli avanzamenti, seppur non eclatanti, raggiunti dal tavolo e sulle modalità con cui è stata affrontata l'intera discussione che ci permetterà di affrontare al prossimo incontro il tema di un accordo integrativo.

Roma, 24 gennaio 2020


Le segreterie nazionali di
SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Rai condannata per condotta antisindacale

  14 Marzo 2022   rai emittenza raiway
TGR RAI, AZIENDA RIFLETTA SULLA CONDANNA PER CONDOTTA ANTISINDACALE L'accoglimento da parte del tribunale di Roma del ricorso per condotta antisindacale presentato dall'Usigrai contro la RAI per la chiusura dell'ultima edizione dei Tgr ribadisce un fatto semplice: ...

Call center INPS, internalizzazione al ribasso

  14 Marzo 2022   comdata call center tlc
Giovedì 10 marzo 2022 le Segreterie Nazionali di SLC-CGIL FISTel-CISL UILCOM-UIL e INPS Servizi sono state audite dalla Commissione Lavoro della Camera in merito al processo di internalizzazione delle attività INPS. Nel corso dell’incontro le OO.SS. hanno dichiarat...

CCL Rai, la SLC CGIL non firma l'ipotesi di rinnovo. Ecco perché

  9 Marzo 2022   rai emittenza raiway broadcasting
LE RAGIONI DEL NOSTRO NO ALLA FIRMA DEL CCL RAI Nella giornata di oggi si è consumata una pagina grave nella storia delle Relazioni Industriali di RAI, dove, per la prima volta da diversi anni a questa parte, l’Ipotesi di rinnovo del Contratto Collettivo di lavoro...

Rai Way, un grave errore avallare la vendita

  8 Marzo 2022   rai emittenza raiway broadcasting
La scelta del Governo di consentire alla RAI di vendere la proprietà di RAI Way, la società controllata proprietaria dell'infrastruttura trasmissiva del segnale, è sbagliata nel metodo e nel merito. Nel metodo, perché avviene "a freddo" attraverso la firma di un De...

Tim, ecco perché lotteremo contro il nuovo piano industriale

  7 Marzo 2022   tim tlc telecom
Con la presentazione del Piano di impresa 2022/2024 i vertici del Gruppo TIM hanno definitivamente scelto di imboccare la strada della “DEMOLIZIONE” del Gruppo SIP-TELECOM oggi TIM, erede dell’ex monopolista. Il piano prevede la nascita di una società di rete ed un...

Comdata/Network, richiesta d'incontro urgente a INPS

  7 Marzo 2022   comdata call center tlc
  Nella giornata di ieri la RTI Comdata/Network ha comunicato alle scriventi Segreterie Nazionali la decisione di INPS, legata a motivi di budget, di applicare da alcuni giorni il cap delle chiamate in entrata (limitatore di chiamate), previsto dal contratto c...