5 tlc elab180x180TLC E EMITTENZA

COMUNICATO ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI VODAFONE UN PO’ DI CHIAREZZA

In queste ore stanno girando fra le lavoratrici ed i lavoratori di Vodafone svariati messaggi molto fantasiosi riguardo all’accordo sulle uscite volontarie siglato ieri dal Coordinamento Unitario e da SLC CGIL e FISTEL CISL.

Posto che ognuno è libero di scrivere ciò che ritiene più opportuno, sarebbe utile ricordare a questi fervidi “giuslavoristi della mutua” che lo strumento usato ieri non ha nulla a che fare con le procedure ex Legge 223/91, che NON identifica alcun bacino perché ha il solo scopo di permettere, come espressione della libera volontà di ciascuna lavoratrice/ore, di intraprendere un altro percorso al di fuori della azienda, e che consente di poter comunque accedere a forme di ammortizzatore sociale (NASPI), tanto è vero che è rivolto ai lavoratori dell’intero perimetro aziendale.

Il Coordinamento delle RSU, democraticamente eletto a valle delle elezioni RSU del febbraio 2019, ha da subito lavorato con competenza e attenzione, gestendo con autorevolezza passaggi difficili, come la procedura 223/91 del 2019, restando sempre al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori di Vodafone.

È lo stesso Coordinamento che nell’ottobre del 2020, attraverso l’Accordo sul Lavoro Agile, approvato nelle Assemblee dalla quasi totalità delle lavoratrici e lavoratori di Vodafone, renderà possibile nel prossimo futuro la transizione verso un nuovo modello, tutto da costruire insieme. Accordo che ha garantito le sedi minori, i presidi ergonomici, gli strumenti di lavoro, dei ristori economici (Ticket, SIM di Servizio, FIBRA 19,90) e ultimo ma non da ultimo, la tutela delle Persone Fragili e di quelle in difficoltà.

In Vodafone abbiamo iniziato, non da ora, un percorso che, attraverso la contrattazione di anticipo, possa accompagnare il processo di reskilling e di aggiornamento delle professionalità che rappresenta la vera garanzia di tenuta occupazionale. È quello che ripetiamo convintamente da diverso tempo e che continueremo a fare nel percorso condiviso con l’azienda e che vedrà il prossimo appuntamento il 25 febbraio, quando verificheremo il percorso fatto sino ad ora e porteremo ulteriormente avanti il progetto di valorizzazione delle professionalità aziendali, partendo dal contrattare il nuovo Premio di Risultato, dal confronto sul
Piano Industriale di Vodafone e la sua situazione complessiva e proseguendo con la formazione e lo smart working.

Questo è quanto.

Tutto il resto è da ascriversi a fibrillazioni di cui ci sfugge onestamente il motivo ma, soprattutto l’obiettivo. Del resto accordi simili a quello siglato ieri ne sono stati firmati nelle ultime settimane in almeno sei aziende del settore ed in modo del tutto Unitario.

Quell’Unitarietà che speriamo sinceramente di ritrovare quanto prima e di cui, ancora oggi, ci sfugge il motivo per cui non si riesca a perseguire in Vodafone. 

Ma siccome siamo degli inguaribili ottimisti e lo diciamo con benevolenza, pensiamo che non sia mai troppo tardi per eleggere i 6 componenti spettanti alla UILCOM UIL e sanare così una mancanza davvero incomprensibile ai più.

Nel frattempo - e lo diciamo con chiarezza - saremo costantemente a disposizione del Coordinamento Unitario eletto affinché si continui a dare rappresentanza e risposte alle lavoratrici ed ai lavoratori di Vodafone.

Roma, 11 febbraio 2021

LE SEGRETERIE NAZIONALI
SLC-CGIL FISTEL-CISL

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Fusione Tiscali - Linkem, i diritti acquisiti non si rimettono in discussione

  31 Gennaio 2022   tlc tiscali
Lo scorso 26 gennaio si è svolto l'incontro fra le Segreterie Nazionali di SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL con la dirigenza dell'azienda Tiscali. L'incontro è stato richiesto a seguito dell'annuncio della fusione fra Tiscali ed un ramo di azienda di Linkem. La nuov...

Business Solutions Italia vanifica gli avanzamenti economici del rinnovo del ccnl

  26 Gennaio 2022   call center tlc
  Apprendiamo con disappunto, dai nostri delegati e dai lavoratori di Business Solutions Italia Srl, che l’Azienda ha proceduto, nelle ultime buste paga emesse, all’assorbimento degli incrementi contrattuali definiti nell’ultimo rinnovo del CCNL Telecomunicazi...

Gruppo TIM, comunicato unitario sull'incontro con l'a.d. Labriola

  25 Gennaio 2022   tim tlc telecom
  In tutti i paesi occidentali i processi di liberalizzazione del mercato delle TLC non hanno coinciso con la fine industriale degli ex monopolisti. Parliamo di aziende che hanno continuato ad avere posizioni da “incumbent” inevitabili per la loro storia ma ch...

Internalizzazione call center INPS, presidio mercoledì 2 febbraio

  25 Gennaio 2022   call center tlc
Ad un mese dalla nostra richiesta di incontro urgente ai vertici della società “Inps Servizi” per iniziare  ad affrontare il tema della internalizzazione e delle condizioni economico-normative dobbiamo constatare con vivo rammarico il silenzio assoluto sia da pa...

Da System House a Network Contacts, siglato l'accordo per i lavoratori del call center Enel X

  14 Gennaio 2022   call center tlc
Il 12 gennaio si è svolto il secondo incontro tra le Segreterie nazionali e territoriali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni, le RSU, l’azienda entrante Network Contacts e l’azienda uscente System House per discutere la clausola sociale relati...

RAI, risposte insufficienti sul taglio della terza edizione TgR

  7 Gennaio 2022   rai tv emittenza
Il 5 gennaio 2022, la Direzione del Personale RAI con la Direzione CSRE, e le Segreterie Nazionali SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL, FNC-UGL, SNATER, LIBERSIND-CONFSAL, affiancate da due RSU per sigla delle Sedi Regionali, si sono incontrate per discutere le ricadut...