Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

LEROY MERLIN: Risolta positivamente la vertenza
Le lavoratrici ed i lavoratori di Arzano manterranno inalterate le proprie condizioni economiche e normative 

Al termine di un lungo e faticoso confronto le Segreterie nazionali e territoriali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, e le RSU hanno raggiunto l’accordo con l’azienda subentrante Call2Net e l’azienda uscente Covisian, relativamente alla clausola sociale nel cambio di appalto delle attività di customer care di Leroy Merlin. A partire dal 1° agosto 41 lavoratrici e lavoratori di Arzano transiteranno nell’azienda Call2Net, mantenendo territorialità e condizioni economiche e normative equivalenti.

Nella fattispecie i lavoratori manterranno livelli, profili orario, anzianità convenzionale sia in riferimento alla parte economica (scatti di anzianità) sia per quel che concerne le tutele giuridiche derivanti dall’art.28.

L’accordo è stato raggiunto grazie al contributo di tutte le parti al tavolo, compresa l’azienda uscente Covisian che ha garantito la riqualificazione per i 6 lavoratori del sito di Bitritto che operano sulla commessa Leroy Merlin, favorendo la tutela occupazionale per tutto il perimetro interessato al cambio di appalto.

Una trattativa partita decisamente in salita, in cui rischiava di venir meno uno dei punti saldi della clausola sociale nei customer care, il principio della territorialità. Le organizzazioni sindacali, grazie al prezioso contributo delle lavoratrici e dei lavoratori interessati che, chiamati allo sciopero hanno aderito massivamente, con fermezza hanno ribadito l’ineludibilità della clausola sociale, raggiungendo un accordo che ha trovato la soddisfazione di tutte le parti in causa.

Le Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil esprimono soddisfazione per l’intesa raggiunta ed in particolare per aver mantenuto ferma l’applicazione della clausola sociale. In troppe occasioni, ultimamente, i chiari principi contenuti nell'art.53 bis del CCNL delle TLC sono stati messi sotto attacco da tentativi maldestri di elusione da parte di committenze e outsourcer che, ancora non hanno compreso, quanto sia fondamentale e necessario che la competizione sia basata sulla qualità dei servizi erogati e non sul massimo ribasso dei prezzi di aggiudicazione delle gare.

Roma, 25 luglio 2022

 Le Segreterie Nazionali
SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Tim: Cgil e Slc, Occorrono garanzie su occupazione e chiarezza su ricadute infrastrutturali

  17 Gennaio 2024   Comunicati stampa tim tlc
Roma, 17 gennaio - “Vogliamo sapere se fra le garanzie degli interessi strategici nazionali ci sono anche quelle sulla tenuta occupazionale”. È l’interrogativo che Cgil e Slc Cgil rivolgono al Governo a fronte del via libera formalizzato stamane da Palazzo Chigi alla...

WindTre, discutibile l'iniziativa aziendale di contenimento dei costi

  9 Gennaio 2024   tlc wind
Leggiamo, non senza qualche sentimento di sorpresa e curiosità, della creazione in WindTre di un comitato strategico contro gli sprechi e per azioni di contenimento dei costi operativi. Il primo suggerimento che, d'istinto, ci verrebbe da dare sarebbe quello di elimi...

Fasi Rai, rinnovato l'accordo con Unisalute per il 2024

  30 Dicembre 2023   rai tv emittenza broadcasting salute
Nella giornata di ieri, gli organismi amministrativi del Fasi Rai hanno pubblicato le nuove condizioni della polizza sanitaria per il 2024, a seguito del rinnovo dell’accordo con Unisalute, che comporterà i costi specificati nella tabella seguente: Il nuovo accordo p...

Rai: Piano industriale. Saccone, "Palese disinteresse a servizio pubblico protagonista di transizione digitale. Lo contrasteremo"

  22 Dicembre 2023   Comunicati stampa rai tv emittenza
(U.S. Slc-Cgil) -Roma, 22 dic- “La presentazione delle linee guida del prossimo piano industriale della Rai ci lascia la percezione del generale disinteresse della politica ad avere un servizio pubblico radiotelevisivo protagonista della transizione digitale del Paes...

Customer Care Mercato tutelato, sciopero riuscito

  21 Dicembre 2023   call center tlc
Adesioni altissime allo sciopero odierno e manifestazioni partecipate. Il MASE riceve una delegazione in presidio sotto il ministero e annuncia una convocazione per il prossimo 3 gennaio alla presenza del ministro. Con picchi del 100%, ed un’adesione media ben oltre...

Tim: con stop a contratto Abramo, 500 posti a rischio. Proclamato lo stato di agitazione

  19 Dicembre 2023   Comunicati stampa call center tlc
(U.S. Slc Cgil) – Roma, 19 dic – 493 addetti in cassa a zero ore dal 1’ gennaio dopo la cessazione del contratto commerciale tra Tim e Abramo Customer Care per l’assistenza clienti (119, 187, digital care). È quanto fanno sapere Slc, Fistel e Uilcom in una nota congi...