Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

COMUNICATO WIND TRE, INCONTRO 9 NOVEMBRE 2022

 Nella giornata di mercoledì 9 novembre si è svolto un incontro tra le Segreterie Nazionali SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL, unitamente al Coordinamento RSU, e l’azienda Wind Tre con all’ordine del giorno una serie di temi di seguito esplicitati.

  • Aggiornamento piano industriale 2020

Nel riconfermare la chiusura dell’incentivazione all’esodo al prossimo 31 dicembre, l’azienda ha presentato nel dettaglio l’esito degli Accordi di riqualificazione e gestione delle eccedenze sottoscritti nel triennio 2020-2022.

A fronte di un’eccedenza iniziale di personale, quantificata da Wind Tre in 1.500 unità, vi sono state in totale 482 uscite volontarie e 938 risorse impattate da progetti di insourcing di attività. Sono state, inoltre, erogate al 31 ottobre 302.251 ore di formazione, finanziate tramite Fondo Nuove Competenze, che hanno anche consentito la riqualificazione delle risorse coinvolte nei processi di insourcing.

Nello stesso triennio è stato messo in atto un piano di assunzioni per 137 risorse, principalmente neo-laureati, in un’ottica di ricambio generazionale.

I risultati presentati al tavolo indicano, indubbiamente, come il percorso intrapreso dalle Organizzazioni Sindacali, tramite la contrattazione d’anticipo, abbia rappresentato un modello vincente che ha consentito di superare in maniera non traumatica le eccedenze e le inefficienze dichiarate da Wind Tre e che ha permesso di dichiarare, a fine 2022, esauriti gli esuberi affermati dall’azienda nel 2020.

  • Isopensione

Rimarrà, invece, aperta la finestra di uscita tramite l’isopensione, ex art. 4 Legge Fornero. Nel dettaglio l’accordo sottoscritto prevede la possibilità di uscita anticipata, rispetto alla pensione di vecchiaia e a quella anticipata, per un totale di 150 lavoratori nel triennio gennaio 2023 – dicembre 2025. Nel 2023 l’uscita anticipata potrà essere di massimo 5 anni, mentre nel 2024 e 2025 di massimo 4 anni.

  • Chiusure collettive e smonetizzazione

E’ stato sottoscritto anche un Accordo sulle chiusure collettive e la smonetizzazione delle festività coincidenti con domenica per il 2023. A fronte della richiesta aziendale di 10 giorni di chiusure sono state alla fine concordate, in linea con gli anni precedenti, le seguenti 8 giornate complessive (5 di ferie e 3 di Rol):

  • 2 gennaio (ferie)
  • 7 e 11 aprile (ferie)
  • 24 aprile (rol)
  • 1° giugno (ferie)
  • 2 e 3 novembre (rol)
  • 22 dicembre (ferie)

Le festività coincidenti con domenica che potranno, in maniera volontaria, essere smonetizzate sono due: 1° gennaio e 4 novembre.

  • Fondimpresa

Nell’ottica di proseguire nel percorso di sviluppo delle azioni formative intrapreso negli ultimi anni è stato sottoscritto un Accordo, co-finanziato da Fondimpresa, che prevede la messa in campo di otto piani formativi destinati ai lavoratori Wind Tre di tutte le sedi e che si svolgeranno durante l’orario di lavoro con differenti modalità di erogazione. Viene istituito anche un Comitato di Pilotaggio, con componenti di parte sindacale e di parte aziendale, il cui scopo è monitorare la formazione erogata e valutare eventuali nuove iniziative formative.

  • Modifica Statuto Fondo Solidarietà Wind

Per permettere ai dipendenti della JV creata con Iliad di accedere al Fondo di Solidarietà Wind con la qualifica di socio beneficiario, così come stabilito dall’Accordo sindacale del 6/04/2022, è stato sottoscritto un ulteriore Accordo per modificare lo Statuto del Fondo estendendo l’adesione allo stesso alle società di cui Wind Tre abbia almeno il 50% delle quote.

Inoltre è stato programmato un nuovo incontro, per il prossimo 18 novembre, che avrà ad oggetto l’Accordo di Smart Working, rispetto all’attuale impianto, in modo da renderlo un modello strutturale valido anche per il futuro. E’ proseguito anche il confronto del percorso di monitoraggio e crescita delle competenze professionali, intrapreso congiuntamente attraverso l’Osservatorio per le professionalità, che sarà ulteriormente approfondito durante l’incontro del 18.

In conclusione è stato preso l’impegno di calendarizzare un incontro specifico per Wind Tre Retail entro il mese di novembre.

Roma, 11 novembre 2022

Le Segreterie Nazionali
SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

0
0
0
s2smodern

TUTTE LE NOTIZIE

Tim: Cgil e Slc, Occorrono garanzie su occupazione e chiarezza su ricadute infrastrutturali

  17 Gennaio 2024   Comunicati stampa tim tlc
Roma, 17 gennaio - “Vogliamo sapere se fra le garanzie degli interessi strategici nazionali ci sono anche quelle sulla tenuta occupazionale”. È l’interrogativo che Cgil e Slc Cgil rivolgono al Governo a fronte del via libera formalizzato stamane da Palazzo Chigi alla...

WindTre, discutibile l'iniziativa aziendale di contenimento dei costi

  9 Gennaio 2024   tlc wind
Leggiamo, non senza qualche sentimento di sorpresa e curiosità, della creazione in WindTre di un comitato strategico contro gli sprechi e per azioni di contenimento dei costi operativi. Il primo suggerimento che, d'istinto, ci verrebbe da dare sarebbe quello di elimi...

Fasi Rai, rinnovato l'accordo con Unisalute per il 2024

  30 Dicembre 2023   rai tv emittenza broadcasting salute
Nella giornata di ieri, gli organismi amministrativi del Fasi Rai hanno pubblicato le nuove condizioni della polizza sanitaria per il 2024, a seguito del rinnovo dell’accordo con Unisalute, che comporterà i costi specificati nella tabella seguente: Il nuovo accordo p...

Rai: Piano industriale. Saccone, "Palese disinteresse a servizio pubblico protagonista di transizione digitale. Lo contrasteremo"

  22 Dicembre 2023   Comunicati stampa rai tv emittenza
(U.S. Slc-Cgil) -Roma, 22 dic- “La presentazione delle linee guida del prossimo piano industriale della Rai ci lascia la percezione del generale disinteresse della politica ad avere un servizio pubblico radiotelevisivo protagonista della transizione digitale del Paes...

Customer Care Mercato tutelato, sciopero riuscito

  21 Dicembre 2023   call center tlc
Adesioni altissime allo sciopero odierno e manifestazioni partecipate. Il MASE riceve una delegazione in presidio sotto il ministero e annuncia una convocazione per il prossimo 3 gennaio alla presenza del ministro. Con picchi del 100%, ed un’adesione media ben oltre...

Tim: con stop a contratto Abramo, 500 posti a rischio. Proclamato lo stato di agitazione

  19 Dicembre 2023   Comunicati stampa call center tlc
(U.S. Slc Cgil) – Roma, 19 dic – 493 addetti in cassa a zero ore dal 1’ gennaio dopo la cessazione del contratto commerciale tra Tim e Abramo Customer Care per l’assistenza clienti (119, 187, digital care). È quanto fanno sapere Slc, Fistel e Uilcom in una nota congi...