Gantry 5

top 1

Gantry 5

top 2

tlc

COMUNICATO WIND TRE, INCONTRO 9 NOVEMBRE 2022

 Nella giornata di mercoledì 9 novembre si è svolto un incontro tra le Segreterie Nazionali SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL, unitamente al Coordinamento RSU, e l’azienda Wind Tre con all’ordine del giorno una serie di temi di seguito esplicitati.

  • Aggiornamento piano industriale 2020

Nel riconfermare la chiusura dell’incentivazione all’esodo al prossimo 31 dicembre, l’azienda ha presentato nel dettaglio l’esito degli Accordi di riqualificazione e gestione delle eccedenze sottoscritti nel triennio 2020-2022.

A fronte di un’eccedenza iniziale di personale, quantificata da Wind Tre in 1.500 unità, vi sono state in totale 482 uscite volontarie e 938 risorse impattate da progetti di insourcing di attività. Sono state, inoltre, erogate al 31 ottobre 302.251 ore di formazione, finanziate tramite Fondo Nuove Competenze, che hanno anche consentito la riqualificazione delle risorse coinvolte nei processi di insourcing.

Nello stesso triennio è stato messo in atto un piano di assunzioni per 137 risorse, principalmente neo-laureati, in un’ottica di ricambio generazionale.

I risultati presentati al tavolo indicano, indubbiamente, come il percorso intrapreso dalle Organizzazioni Sindacali, tramite la contrattazione d’anticipo, abbia rappresentato un modello vincente che ha consentito di superare in maniera non traumatica le eccedenze e le inefficienze dichiarate da Wind Tre e che ha permesso di dichiarare, a fine 2022, esauriti gli esuberi affermati dall’azienda nel 2020.

  • Isopensione

Rimarrà, invece, aperta la finestra di uscita tramite l’isopensione, ex art. 4 Legge Fornero. Nel dettaglio l’accordo sottoscritto prevede la possibilità di uscita anticipata, rispetto alla pensione di vecchiaia e a quella anticipata, per un totale di 150 lavoratori nel triennio gennaio 2023 – dicembre 2025. Nel 2023 l’uscita anticipata potrà essere di massimo 5 anni, mentre nel 2024 e 2025 di massimo 4 anni.

  • Chiusure collettive e smonetizzazione

E’ stato sottoscritto anche un Accordo sulle chiusure collettive e la smonetizzazione delle festività coincidenti con domenica per il 2023. A fronte della richiesta aziendale di 10 giorni di chiusure sono state alla fine concordate, in linea con gli anni precedenti, le seguenti 8 giornate complessive (5 di ferie e 3 di Rol):

  • 2 gennaio (ferie)
  • 7 e 11 aprile (ferie)
  • 24 aprile (rol)
  • 1° giugno (ferie)
  • 2 e 3 novembre (rol)
  • 22 dicembre (ferie)

Le festività coincidenti con domenica che potranno, in maniera volontaria, essere smonetizzate sono due: 1° gennaio e 4 novembre.

  • Fondimpresa

Nell’ottica di proseguire nel percorso di sviluppo delle azioni formative intrapreso negli ultimi anni è stato sottoscritto un Accordo, co-finanziato da Fondimpresa, che prevede la messa in campo di otto piani formativi destinati ai lavoratori Wind Tre di tutte le sedi e che si svolgeranno durante l’orario di lavoro con differenti modalità di erogazione. Viene istituito anche un Comitato di Pilotaggio, con componenti di parte sindacale e di parte aziendale, il cui scopo è monitorare la formazione erogata e valutare eventuali nuove iniziative formative.

  • Modifica Statuto Fondo Solidarietà Wind

Per permettere ai dipendenti della JV creata con Iliad di accedere al Fondo di Solidarietà Wind con la qualifica di socio beneficiario, così come stabilito dall’Accordo sindacale del 6/04/2022, è stato sottoscritto un ulteriore Accordo per modificare lo Statuto del Fondo estendendo l’adesione allo stesso alle società di cui Wind Tre abbia almeno il 50% delle quote.

Inoltre è stato programmato un nuovo incontro, per il prossimo 18 novembre, che avrà ad oggetto l’Accordo di Smart Working, rispetto all’attuale impianto, in modo da renderlo un modello strutturale valido anche per il futuro. E’ proseguito anche il confronto del percorso di monitoraggio e crescita delle competenze professionali, intrapreso congiuntamente attraverso l’Osservatorio per le professionalità, che sarà ulteriormente approfondito durante l’incontro del 18.

In conclusione è stato preso l’impegno di calendarizzare un incontro specifico per Wind Tre Retail entro il mese di novembre.

Roma, 11 novembre 2022

Le Segreterie Nazionali
SLC CGIL FISTEL CISL UILCOM UIL

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE

Tim: “È l'ora della responsabilità, ma anche della chiarezza”

  8 Marzo 2024   Comunicati stampa tim tlc
(U.S. Slc Cgil) - Roma, 8 marzo - “La reazione dei mercati alla presentazione delle linee guida di Tim per il prossimo triennio non può non destare preoccupazione. Soprattutto se uno dei motivi sembra risiedere nella scarsa fiducia nella gestione del debito”. Così Ri...

Tim: sciopero il 18 marzo nelle aziende in appalto dei servizi clienti

  4 Marzo 2024   Comunicati stampa tim call center tlc
(U.S. SlcCgil) - Roma, 4 mar - Sciopero nazionale dei call center di Tim (aziende in appalto) per l’intera giornata di lunedì 18 marzo prossimo. Lo hanno indetto oggi le Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, ritenendo “ingiustificato il calo line...

Per il lavoro e la libertà di informazione: convegno Cgil, Slc, Art. 21

  2 Marzo 2024   Comunicati stampa rai tv emittenza
Roma, 1 marzo - “Al lavoro per una nuova società dell’informazione”. È questo il titolo del convegno organizzato da Cgil nazionale, Slc Cgil e Articolo21 per mercoledì 6 marzo a Roma, presso il Centro congressi di via dei Frentani 4, dalle ore 9,30 alle ore 13,30. Un...

Crisi call center, interlocutorio l'incontro al Mimit

  23 Febbraio 2024   call center tlc
In data odierna si è svolto l'incontro tecnico con il Mimit a seguito degli impegni stabiliti il 6 febbraio, tra le Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni alla presenza del Capo di Gabinetto del Mimit Giorgio Tosi Beleffi e d...

Tlc: Solari, "Bene la svolta europea ma quello italiano rimane un pasticcio"

  22 Febbraio 2024   Comunicati stampa tlc
Tlc: Solari, Slc Cgil, “Bene la svolta europea ma quello italiano rimane un pasticcio. Unica prospettiva per Tim, essere acquisita da prevedibile soggetto industriale Franco-tedesco” (U.S. Slc Cgil) - Roma 22 feb - “Abbiamo salutato con favore la svolta annunciata...

Call Center Tim, migliaia i posti di lavoro a rischio negli appalti

  22 Febbraio 2024   tim call center tlc
Saccone: “Nel corso dell’incontro odierno, convocato presso il MIMIT, richiameremo il governo alle proprie responsabilità”. Oggi il Mimit, come da impegni assunti nel corso dell’incontro dello scorso 6 febbraio in relazione alla vertenza Telecomunicazioni, ha convo...